La grande disuguaglianza della società servile

La grande disuguaglianza della società servile

L’ Ufficio Studi Mag propone la lettura di un articolo di Marco Revelli apparso su il Manifesto lo scorso 23 Gennaio.

L’articolo spiega che “il sistema economico globale, plasmato sui dogmi del neo-liberismo – l’unico dogma ideologico sopravvissuto – si conferma così come quella mega-macchina globale (descritta a suo tempo perfettamente da Luciano Gallino) che mentre accumula a un polo una concentrazione disumana di ricchezza produce al polo opposto disgregazione sociale e devastazione politica (consumo di vita e consumo di democrazia). Allungando all’estremo le società, espandendo all’infinito i privilegi dei pochi, anzi pochissimi, e depauperando gli altri, erode alla radice le condizioni stesse della democrazia.”

Purtroppo, sulla base dei dati del Rapporto di Oxfam, attualmente la questione non sembra essere al centro dell’agenda della maggior parte dei governi. Per cui, secondo l’autore “si dovrebbe superare questa ‘ipocrisia della post-democrazia’, se mai un giorno una qualunque sinistra volesse rifondarsi.”

 

 

Per leggere l’articolo completo clicca Qui.

Buona lettura!
Ufficio Studi Mag

I commenti sono chiusi.