Napoli: gli immobili comunali occupati diventano “beni comuni”

Napoli: gli immobili comunali occupati diventano “beni comuni”

L’ufficio studi MAG vi propone la lettura dell’articolo “Napoli: gli immobili comunali occupati diventano “beni comuni”” apparso su italiachecambia.org. Esso riguarda la recente decisione della Giunta Comunale di Napoli che riconosce 7 immobili municipali occupati quali “spazi che per la loro stessa vocazione (collocazione territoriale, storia, caratteristiche fisiche) sono divenuti di uso civico e collettivo per il loro valore di beni comuni. (..)

I beni immobili/parti di immobili individuati dalla Delibera [..] sono accomunati dal fatto che i napoletani [..] hanno deciso agire in prima persona: li hanno ripuliti e ristrutturati a proprie spese e, al tempo stesso, hanno avviato percorsi di partecipazione democratica per sviluppare progetti di recupero concreti e condivisi da sottoporre all’Amministrazione comunale.

La Delibera [..] è importante perché riconosce il valore sociale delle esperienze che vivono gli spazi occupati e non solamente il valore economico degli immobili e perché stabilisce che “la ricognizione effettuata non riveste il carattere di esaustività, ma si inquadra in un processo di costante ascolto attivo e monitoraggio del territorio e delle sue istanze in funzione della rilevazione di spazi (..) capaci di creare capitale sociale e relazionale in termini di usi collettivi“.”

Potete leggere l’intero articolo qui.

Buona lettura!

I commenti sono chiusi.