Prendersi cura è un atto creativo

Prendersi cura è un atto creativo

L’Ufficio Studi Mag vi propone la lettura dell’articolo di Tiziana Bonora, apparso su comune-info.net, con il quale l’autrice ci invita a riflettere sull’importanza del prendersi cura “degli altri, dei beni comuni e collettivi, dei luoghi in cui si trovano, degli oggetti che utilizzano”.

“Cura, sostantivo femminile. Arte, non solo prassi [..] è un atto creativo, un gesto che modifica l’esistente generando bellezza. È un atto rivoluzionario che modifica lo scorrere grigio e freddo delle cose con il calore e il colore dell’attenzione, della tenerezza, dell’amore.[..]

La cura non è un optional nel cammino spirituale, si esprime in gesti, in delicata attenzione per tutti e tutto, in una lettura minuziosa e rispettosa di ogni persona e di ogni luogo pulito e ordinato, fragile pezzo di universo tutto da vivere, che è lì per noi .”

Potete leggere l’intero articolo qui.

Buona lettura!

I commenti sono chiusi.