Le News di Mag Verona n. 226

Le News di Mag Verona n. 226

 

È on-line la nuova newsletter di Mag Verona

Buona lettura!

Notizie dalla Mag di Verona

226 – 09 gennaio 2020/ 23 gennaio 2020

 

***

Ultimo A&P

Autogestione & Politica Prima

 “Stiamo nel presente avendo a cuore il futuro”

 N.4 ottobre/dicembre2019

 

E’ uscito il nuovo numero del trimestrale di Azione Mag e dell’Economia Sociale, dal titolo             “Stiamo nel presente avendo a cuore il futuro

 

Ecco il sommario:

 

GRETA THUMBERG: Esempio vivo di autorità femminile

a cura di Simonetta Patanè

LE PRATICHE DEL COMITATO INSIEME PER BORGO ROMA

  Dalle proteste per l’ambiente al reale cambiamento

a cura di Gemma Albanese

PIANTARE BOSCHI: UN PROGETTO VERONESE A CUI DARE

  “Contadini e Contadine (e non solo) per il clima”

a cura di Paolo Dagazzini

LA TRAPPA DI SORDEVOLO

  Per reimparare ad abitare i borghi del futuro

a cura di A. Miriam Biga

La battaglia si consuma a tavola!

a cura di Ivan Tommasi

CITTA’ AUTOSUFFICIENTI: 

  tra produzioni locali e connessioni globali – THE FAB    CITY 

a cura di Rebecca Tosi

VISIONI DEL PRESENTE 

  Visitando la Biennale d’arte di Venezia del 2019  

a cura di Donatella Franchi

 

INNOVAZIONE IMPRENDITIVA E RESPONSABILITÀ SOCIALE INTEGRATA

  Dal Progetto alla teoria in due libri l’eredità fertile di “Cooperiamo per l’Economia  

  del Buon Vivere Comune”

a cura di Fabiana Bussola

Spaginando: Verona città italiana dopo Roma che ha perso più verde

 A Milano nasce il progetto di “forestazione urbana”:  3 milioni di nuovi alberi entro il    2030

 

Invitiamo tutte e tutti a venirci a trovare alla Casa Comune Mag dove sono disponibili gratuitamente copie del trimestrale anche da regalare ad amiche ed amici. Dopo aver apprezzato la nostra rivista (Autogestione e Politica Prima), è possibile sottoscrivere l’abbonamento al costo di € 25 annui venendo in sede o cliccando al seguente link: http://magverona.it/partecipa-e-sostieni-la-mag/abbonati-alla-rivista-ap/

 

Per info: contattateci via mail a info@magverona.it o contattateci al numero telefonico 045-8100279.

***

COOPERIAMO PER L’ECONOMIA DEL BUON VIVERE COMUNE

Disponibili presso MAG le pubblicazioni finali del progetto

 

Tra giugno e ottobre 2018 si è svolto presso Mag un importante ciclo di seminari che ha messo a tema la responsabilità sociale come modo d’essere impresa in una relazione feconda con i territori di riferimento. Il Progetto nel rilanciare l’Ecosistema dell’Economia del Buon Vivere, ha ospitato tre ricerche, in collaborazione con l’Università di Verona (Dip. Culture e Civiltà e Scienze Economiche).

Il progetto “Cooperiamo per l’Economia del Buon Vivere Comune” si è concluso da alcuni mesi, ma vi ricordiamo che sono disponibili gratuitamente alla Mag, per chi volesse riprendere e approfondire quanto è emerso da due intensi anni di progetto, le due pubblicazioni finali:

– Quaderno: RESPONSABILITÀ SOCIALE INTEGRATA dalle imprese ai territori e ritorno di Simonetta Patané

–  SCINTILLE DI INNOVAZIONE IMPRENDITIVA: la responsabilità sociale di territorio tra presente e futuro a cura di Emanuela Gamberoni e Luca Zarri

Per ulteriori dettagli: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/07/pubblicazioni-Cooperiamo.pdf?fbclid=IwAR1CUoNRGe2JVEnro1NpYsKBhfCkhJnO6Cz26Oy-fz0dmNk2pcp8jCknFLU

 

***

CINEMA DEL REALE

la prima rassegna cinematografica targata RI-CIAK

20 dicembre 2019 ore 21.00

c/o Fucina Macchiavelli (Via Madonna del Terraglio 10, Verona)

Dalla settimana prossima parte “CINEMA DEL REALE”, la prima rassegna cinematografica targata Ri-Ciak.

Un modo per iniziare a far vivere la nostra idea di cinema anche prima di aver sistemato il “luogo fisico” Ciak.

Abbiamo preparato una rassegna in 4 appuntamenti, uno al mese da qui a marzo, in collaborazione con Fucina Culturale Machiavelli che ci mette a disposizione i suoi spazi.

Con questa rassegna vogliamo dare visibilità ad un cinema “giovane e km zero”, ossia a documentari di registi under 35 provenienti da Veneto e Trentino… Riportiamo così anche nei contenuti culturali l’idea di prossimità che caratterizza profondamente il nostro progetto.

Saranno ospiti in sala anche i/le registi/e, con cui dopo l’occasione avremo l’opportunità di dialogare, perché ci piace che l’”andare al cinema” non si solo il “guardare un film”, ma anche un momento di socialità, di scambio, di dialogo.

Proseguono le proiezioni sempre presso Fucina Culturale Machiavelli:

VERGOT

27 GENNAIO 2020 h 21.00

di Cecilia Bozza Wolf 

60 min / 2016 / ZeLIG School

 

Sarà ospite la regista

 

Due fratelli, un padre soprannominato “Il lupo”, una madre invisibile. Una famiglia di agricoltori di una valle alpina dove culturalmente la gentilezza è segno di debolezza e i modi sono ruvidi. Il figlio più giovane, Gim, sta scoprendo la sua omosessualità, ma il padre non riesce ad accettarlo.

 

LUPELE

25 FEBBRAIO 2020  h 21.00

di Razvan Hanganu, Mattia Parisotto

40 min / 2018

 

Sarà ospite il regista

Lupele è una macchia d’alberi spelacchiati, un borgo tralasciato dalle mappe tra le colline della campagna moldava. Un racconto orale ci introduce alla vita intima dei suoi abitanti. Un teatro quotidiano per sopravvivere alla solitudine, dove animali, uomini e vizi danzano insieme fino alla fine del giorno.

 

CHE COS’HAI PER LA TESTA

17 MARZO 2020 h 21.00

di Enrico Meneghelli, Sara Pigozzo

35 min / 2016 / F.C.  Zinelli

Saranno ospiti i registi

Carlo Zinelli, artista veronese degli anni 60, massimo esponente dell’Art Brut italiana, è diventato un pittore nell’ex manicomio di San Giacomo alla Tomba di Verona. Il documentario ripercorre alcuni momenti della sua vita, il legame con la sua città e l’arte come mezzo di espressione necessario e autentico.

Per scaricare la locandina: http://bit.ly/34ikclH

Info

E-mail: cinemariciak@gmail.com

Cell.:3482267681

www.facebook.com/riciakverona/

 

RI-CIAK!

Cinema di Comunità a Veronetta

 

Il Ciak è stato uno storico cinema di Veronetta, chiuso da una decina d’anni e che diverse generazioni ricordano ancora con affetto.

Un gruppo composto da cittadine e cittadini con diverse esperienze e competenze ha deciso di unirsi per ridargli vita e trasformarlo in un luogo di aggregazione e socialità, svago e offerta culturale.

 

Il 9/10/2018 il gruppo si è ufficialmente costituito nell’Assoc. ViveVisioni Impresa Sociale, con sede in Verona, Via Cristofoli 31-A c/o Mag.

 

Negli spazi del cinema si realizzeranno: proiezioni cinematografiche, un social-bar, spazi e laboratori a disposizione delle varie realtà del territorio e una futura Accademia delle arti cinematografiche a respiro internazionale.

Il cinema ha bisogno di essere ammodernato e per questo il gruppo si sta attivando su più fronti per trovare risorse, con una raccolta fondi tra cittadini e cittadine che credono nel progetto, con bandi pubblici per il recupero di sale cinematografiche, con il crowdfunding…

Per raggiungere l’obiettivo è importante che siamo in tante e tanti a sostenerlo!

E’ partita una campagna di azionariato popolare per raccogliere col contributo della comunità 55.000 euro per dare impulso al progetto ed integrare il contributo regionale di euro 47.000.

Puoi partecipare anche tu:

  • Donando il tuo tempo e le tue competenze come volontaria/o
  • Con una quota di adesione da 55 euro

Puoi versare la cifra in contanti durante gli eventi di promozione oppure con bonifico sul c/c intestato a:

Ass. ViveVisioni Impresa Sociale c/o Cassa Padana – Fil. Verona IBAN IT87O0834011700000002100875 Causale (da specificare sempre) “Ri-Ciak quota adesione” (contestualmente inviaci la scheda compilata con i tuoi dati a cinemariciak@gmail.com)

Attualmente siamo 245 soci/e, ne mancano 755:

sottoscrivi anche tu la tua quota!

Per maggiori informazioni: http://bit.ly/cinericiak

Sostengono il progetto: Università di Verona – Dipartimento Culture e Civiltà, Accademia di Belle Arti, Mag Verona, Camera di Commercio di Verona e la sua Agenzia t2i, CGIL, CISL Paolo Valerio e Art&Co.

 

Contatti:

E-mail: cinemariciak@gmail.com

Cell.: 3482267681

Pagina Facebook:  https://www.facebook.com/riciakverona/

 

***

Condividete con noi le vostre iniziative!

La newsletter sarà più ricca e arriverà a tante e tanti

Invitiamo tutte e tutti coloro che promuovono iniziative di condividerle non solo attraverso Facebook, ma anche di inviarcele via posta elettronica: le inseriremo volentieri nella newsletter. Questo ci permetterà di arricchirla grazie ai vostri interessanti e coinvolgenti eventi e di poter dare maggior risonanza e spazio alla ricerca diffusa e alle pratiche creative e autorganizzate nei diversi contesti.

La prossima verrà inviata il 23 gennaio 2020 quindi per permetterci l’inserimento delle iniziative è necessario farcene pervenire un breve testo a info@magverona.it entro 21 gennaio 2020.

Scrivete a: info@magverona.it; tel. 045-8100279 – Giulia Pravato

***

MondoMag

***

CASA COMUNE MAG

 

                   La campagna mattoni prosegue con

                     i caldi mattoni da 500 euro!

La CASA COMUNE MAG per l’Economia Sociale e la Finanza Solidale è all’ultimo step.

Molte persone ed enti hanno contribuito alla sua realizzazione con i preziosi mattoni 

da 500 euro e  siamo  oltre  2/3 dell’obiettivo:  ad oggi la sottoscrizione è di 846

mattoni, per  un  valore  di  euro  423.500,00;    ne   mancano   104.    Ora   si   tratta  di

COMPLETARE L’OPERA. Mancano gli ultimi euro che includono un piccolo investimento per il risparmio energetico e alcune spese sopraggiunte anche per migliorie ai bagni e ad altre infrastrutture della CASA.

 

Aggiungiamo insieme nuova energia relazionale alla CASA COMUNE MAG!

 

Seguici su facebook

https://www.facebook.com/pages/Mag-Verona/165752456792853?ref=ts&fref=ts

IBAN  IT 88 K 08315 60031 000010005575

c/c intestato : Mag Soc. Mutua per l’Autogestione – Causale: Casa Mag

 

***

Il 5×1000 al Microcredito

Comitato Mag per la Solidarietà Sociale Onlus

 

E’ tempo di dichiarazione dei redditi e vi ricordiamo che è possibile devolvere il 5×1000 al Comitato Mag per la Solidarietà Sociale Onlus, per supportare col Microcredito uomini e donne in situazione di svantaggio economico, personale o sociale.

Il fondo costituito col 5×1000 permette infatti di erogare piccoli prestiti per far fronte a situazioni di temporanea difficoltà economica o per avviare un proprio progetto di autoimpiego e crearsi un futuro lavorativo.

Potete contribuire firmando per il sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale indicando il nostro codice fiscale: 93211120238.

 

Per approfondire cosa abbiamo fatto negli ultimi due anni, leggi il rendiconto e le storie di alcune delle persone che abbiamo aiutato qui: http://www.comitatomag.org/dona-il-tuo-5×1000-al-microcredito-2/

 

Un gesto semplice per far germogliare nuove possibilità! Grazie!

 

Per info: 0458100279; info@comitatomag.org ; www.comitatomag.org

 

***

Progetti di Microcredito

e di Bilancio personale e familiare

 

Vi ricordiamo che presso lo Sportello di Microcredito di Mag sono attivi vari progetti per erogare piccoli prestiti a persone che si trovano in una temporanea difficoltà economica, o che desiderano avviare una loro attività d’impresa. Il Microcredito si rivolge a quanti e quante sono esclusi dal sistema bancario cosiddetto “tradizionale”, perché hanno situazioni lavorative o personali precarie o complesse, che difficilmente sono prese in considerazione dalle banche. Caratteristica fondante del Microcredito è quella di dare ascolto, fiducia e accompagnamento alle persone in stato di necessità.

Per dettagli sul Microcredito alle persone, alle famiglie e all’avvio d’impresa, in convenzione con la Valpolicella Benaco Banca: http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/03/Brochure-microcredito_NEW.pdf

Per dettagli sul Microcredito in convenzione con Cassa Padana (per chi risiede nella Bassa Veronese): http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/03/Brochure-microcredito-CASSA-PADANA_DEF.pdf

 

È attivo il progetto “Microcredito Sociale e Relazionale” per lavoratrici/tori disoccupati, in mobilità, in cassa integrazione, lavoratori/trici autonomi che hanno cessato l’attività, lavoratori/trici sottoccupati, o dipendenti di aziende in stato di crisi, che siano residenti nei Comuni aderenti (Fumane, Grezzana, Legnago, Ronco all’Adige, San Bonifacio, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sona e Valeggio sul Mincio). Il progetto prevede l’erogazione di microcrediti di massimo 3.500 euro, a tasso zero.

 

Per dettagli: http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/04/Locandina-Microcredito-Sociale-e-Relazionale-MAG.pdf

 

Per lavoratori/trici del settore Edile è attivo uno specifico progetto di Microcredito, con condizioni diverse, per poter supportare anche chi è temporaneamente disoccupato, si trova in cassa integrazione, in mobilità, o lavora ad orario ridotto.

Per dettagli: http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/03/VOLANTINO-MICROCREDITO-LAVORATORI-EDILI.pdf

Altro progetto dello Sportello di Microcredito è “Non di solo pane”, che prevede percorsi di accompagnamento nella gestione del proprio bilancio familiare e nella riflessione sugli stili di vita. Si tratta di percorsi individuali della durata di un anno (7 incontri).

Per maggiori informazioni e per appuntamenti: microcredito@magverona.it; tel. 045-8100279

***

Mag e dintorni

 ***

 ***

INCONTRI DI LIBRE!

Ecco le prossime iniziative di LIBRE:

 

Venerdì 10 gennaio 2020 ore 18. I predestinati (Prospero Editore) con l’autore Heiko H. Caimi. In un’importante fabbrica metalmeccanica, uno sciopero nato per contrastare i tagli al personale viene sedato nel sangue e l’episodio viene sfruttato per creare un avvenimento mediatico senza precedenti.

– Venerdì 17 gennaio 2020 – ore 18. Lievito madre (Officina Grafica) con l’autrice Agata De Nuccio

“Lievito madre” è l’ultima fatica poetica di Agata De Nuccio pubblicata da Officina Grafica Edizioni. Come dice la prefazione di Grazia Francescato, il libro è una folata di poesie intense e profonde, capaci di rivelare “la grazia delle piccole cose”, la bellezza spesso non vista di madre terra ma anche le fenditure del cuore e della mente, le inquietudini del quotidiano.

Sabato 18 gennaio 2020 – ore 18 Grüne Linie Linea Verde con l’autore Giancarlo Barzagli. Un progetto fotografico sulla memoria dei luoghi che abitiamo. Una ricerca sulle tracce che avvenimenti storici anche lontani nel tempo lasciano sul territorio.
Grüne Linie (Linea Verde in tedesco) è il nome che Hitler avrebbe voluto al posto dell’altisonante Linea Gotica. Era un tentativo goffo di minimizzare le conseguenze dell’imminente sfondamento che avrebbero operato le forze alleate sull’ultimo baluardo dell’occupazione tedesca in Italia.
Grüne Linie è un libro fotografico che sia anche un invito a percorrere i luoghi di cui si parla.

Sabato 25 gennaio 2020 – ore 18 Saudade (Robin) con l’autrice Maria Teresa Zanca

La vita dell’autrice in poesia: immagini e sensazioni di un’adolescente, evocazioni ed emozioni di una giovane donna, e, dopo un lungo silenzio, nuove sensazioni e vibrazioni da donna matura. I temi a lei cari: solitudine, prime emozioni e cocenti delusioni, voglia di vivere e rabbia di vincere la tristezza e la noia… un destino comune a tanti ragazzi come lei, come lei era, come lei è ancora.

Venerdì 31 gennaio 2020 – ore 18 La fenomenologia nella settima stanza (QuiEdit) con l’autrice Lucia Vantini

Con Edith Stein e Gerda Walther la fenomenologia si spinge nella settima stanza, addentrandosi nello spazio straordinario e inquieto dell’esperienza mistica. Qui il mondo si esprime nella forma di un’oscurità feconda, capace di trasformare e di rigenerare le storie. Queste due donne hanno saputo farne un tesoro da spartire, ispirando con la loro scrittura non solo le singolarità, ma anche quelle piccole e grandi comunità che non si rassegnano a vivere di apatia verso le esistenze e i destini più feriti.

Per avere maggiori informazioni: http://www.libreverona.it/category/incontri-3/

Contatti:

Libre! Società Cooperativa

Via Interrato dell’Acqua Morta 38, 37129 Verona

045 8033983

http://www.libreverona.it/

www.facebook.com/LibreVerona

 

***

CIRCOLO della ROSA di Verona

Ecco i prossimi eventi:

Venerdì 10 gennaio 2020 ore 18.00 Presentazione del libro di Elisabetta Baldisserotto Gli occhiali di Hemingway(Cleup 2019)

Ne parlano con l’autrice: Laura Bertolotti, blogger e Stefania Peruzzi, psicoanalista junghiana

I libri sono sempre stati importanti per un lettore appassionato come il commissario Jacopo Zambon, soprattutto quelli di Hemingway, il suo scrittore preferito. Questa volta, però, si riveleranno fondamentali, perché l’omicidio di una scrittrice di romanzi storici lo porterà a indagare nel mondo dell’editoria e a frequentare gli archivi e le biblioteche. Con l’aiuto di un paio di occhiali davvero speciali.

 

Lunedì 13 gennaio ore 18.00 Nell’ambito del ciclo di incontri  Arte, Filosofia, Musica

Paola Polettini  APRE UNA CONVERSAZIONE  SUL TEMA DEL DELIRIO prendendo spunto dalla dispensa Il sorriso della Sibilla

– Lunedì 20 gennaio 2020 ore 18.00

Presentazione del libro di Claudia Berton Passaggi in Grecia Sulle tracce della storia moderna (OLTRE edizioni 2019) Dialoga con l’autrice Luisa Spencer.

Questo suo ultimo lavoro è un appassionato inno alla pace attraverso le narrazioni delle

guerre della storia moderna combattute in Grecia, oltre che un illuminante resoconto sul

filellenismo di scrittori, studiosi di archeologia, poeti e viaggiatori anglosassoni.

Venerdì 24 gennaio 2020 ore 18.00

Dai cortili alle piazze  Reading teatrale Letture di parole di donne, tratte da testimonianze dirette, sottolineate dalla proiezione di foto alternate a piccoli stralci di video Letture di Araya Lo Drago, Paulina Gutiérrez, Ivana Trevisani

L’occupazione della scena pubblica aperta è il gesto politico di svolta con cui alcune donne hanno avviato una pratica che le ha rese visibili e socialmente protagoniste. Il ricordo-conoscenza della resistenza delle donne alle oppressioni dei poteri patriarcali si concretizza nell’esperienza delle Madres di Plaza de Mayo, dei giorni delle rivolte dall’Egitto alla Tunisia, delle denunce contro il genocidio di Srebrenica, dei sit-in di denuncia delle sparizioni a opera del governo turco da parte delle Madri del Sabato in piazza Galatasaray a Istanbul.

Un avvicinamento al vero che può aiutare a comprendere che cosa è successo e cosa sta succedendo e a tentare di prevedere e prevenire ciò che potrebbe ancora accadere e che ha

accomunato queste donne non comuni.

 

***

LIBRERIA DELLE DONNE DI MILANO

Ecco le prossime iniziative alla Libreria delle Donne di Milano:

 

– Sabato 11 gennaio 2020, ore 18.00.

L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta Sir – Cenerentola a Mumbai un film di Rohena Gera, India, 2018. La regista, al suo esordio, realizza un film tenero e ricco di sottili e penetranti analisi della società indiana. Introduce Silvana Ferrari.

– Mercoledì 15 gennaio 2010, ore 18.30

Inviolabilità. Alcune donne della Libreria propongono un incontro sul tema,  con un testo che è anche traccia per la discussione. Dicono: “Il percorso dell’inviolabilità è cominciato con la separazione (le riunioni separate di donne) degli anni Settanta. E riprende, a distanza di decenni, nel  momento in cui alcuni uomini mostrano di capire quello che le ragazze cantano in coro, El violador eres tu (sei tu quello che ci fa violenza): non accusano il singolo, pretendono una presa di coscienza e l’impegno del singolo e di tutti. E poi? Poi si vedrà e, per cominciare, vediamoci tra noi…”. Vi aspettiamo per discuterne assieme. Introduce l’incontro Paola Mammani. Link al testo completo: http://www.libreriadelledonne.it/puntodivista/inviolabilita-invito-a-un-incontro/

– Sabato 18 gennaio 2020, ore 18.00

Meccanici i miei occhiNati in laboratorioDall’utero in affitto alla manipolazione genetica, Edizioni Ortica 2019, di Cristiana Pivetti, Giovanna Camertoni, Laura Corradi, Silvia Guerini, Marie-Jo Bonnet, Luisa Vicinelli, Daniela Pellegrini, Angela Giuffrida. Il libro raccoglie gli interventi della Campeggia Femminista contro la riproduzione artificiale e il sistema che la rende necessaria. Uno sguardo radicale contro la riprogettazione del vivente, uno degli aspetti più pericolosi della contemporaneità. Ne parleremo con le autrici Cristiana Pivetti e Silvia Guerini. Introduce Clara Jourdan.

– Sabato 25 gennaio 2020, ore 18.00

Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria, di Silvia Dai Pra’, Laterza 2019. E’ l’indagine coraggiosa dell’autrice sull’origine dei silenzi e delle omissioni che hanno pesato sulla sua formazione e sulle relazioni all’interno della famiglia. La personale ricostruzione di una tragedia di portata storica, quella delle foibe, scomoda da ricordare e ancora sconosciuta ai più. Con l’autrice dialoga Caterina Bonvicini, scrittrice e attivista impegnata nei più delicati temi del presente. Introduce Nuccia Nunzella.

 

Per avere maggiori informazioni: http://www.libreriadelledonne.it/category/incontri_circolodellarosa/

 

Contatti: Libreria delle donne di Milano, Via Pietro Calvi 29-20129 Milano

Tel: 027 0006265  info@libreriadelledonne.it

Sito: http://www.libreriadelledonne.it/contatti/

 

***

 LìBRATI

Libreria delle donne di Padova

 

Ecco le prossime iniziative alla Libreria delle Donne di Padova:

 

– Giovedì 16 gennaio 2020 dalle 18.00. Essere libere. L’indipendenza economica al primo posto:guadagno o perdita di libertà?

A gennaio proseguono gli incontri femministi di Lìbrati sulle pratiche di libertà nella vita quotidiana. Siamo partite dal tema dell’indipendenza economica cercando di capire grazie alla riflessione e alle storie personali quanto l’indipendenza economica contribuisca a renderci libere. La questione si è rivelata complessa, abbiamo riflettuto sulla sottrazione del tempo per via del lavoro, su quanto il bastare a sé stesse economicamente abbia delle derive individualistiche che sono il contrario della libertà, se pensiamo all’enorme potere di liberazione che hanno le relazioni.

 

Giovedì 23 gennaio 2020 ore 20.30, Colette gruppo di lettura di Lìbrati discuterà di “Il cuore non si vede” di Chiara Valerio (in vista dell’incontro con l’autrice l’11 febbraio)

Primo incontro dell’anno per il gruppo di lettura di Lìbrati. Discuteremo insieme del nuovo romanzo di Chiara Valerio, “Il cuore non si vede”.

 

Venerdì 17 gennaio 2020 dalle 18.00 alle 21.00.

Tre ore di scrittura esercizi di scrittura ideati e condotti da Barbara Buoso

Tre ore di laboratorio intensivo in cui verranno svolti e corretti esercizi di scrittura ideati dalla nostra docente di scrittura creativa e autobiografica Barbara Buoso.

 

Venerdì 24 gennaio 2020 ore 18:00, Poeta e donna. Con Laura Liberale e Anna Toscano in dialogo e con letture

Ospiti a Lìbrati per questa serata speciale, le poete Laura Liberale e Anna Toscano in dialogo su cosa comporti alla poesia l’ essere donna e alla donna l’essere poeta. Antologia poetica di donne” rifletteremo su questo tema. Con letture e riflessioni e tanto amore per le donne e la poesia.

 

Mercoledì 29 gennaio 2020 ore 18.00, Presentazione “Le violenze maschili contro le donne: complessità del fenomeno ed effettività delle politiche contrasto” con Franca Bimbi e Maria (Milli) Virgilio.

Un incontro per esporre i temi trattati nell’ultimo volume della rivista “Studi sulla questione criminale ” edito da Carocci e dediato al tema “Le violenze contro le donne: complessità del fenomeno ed effettività delle politiche contrasto“.

 

Venerdì 31 gennaio 2020 ore 18.00, Presentazione di Laura Imai Messina, “Quel che affidiamo al vento” (Piemme). Con l’autrice dialoga Valentina Berengo.

 

Per avere maggiori informazioni: http://www.libreriadelledonnepadova.it/eventi/

Contatti:

via San Gregorio Barbarigo 91 35141 – Padova

049 8766239 libreriadelledonnepadova@gmail.com

http://www.libreriadelledonnepadova.it/

 

***

MODUS

Ecco i prossimi spettacoli di Modus:

 

Domenica 12 gennaio ore 17.30  INGRANAGGI IMPERFETTI Nucleo Teatro dell’Oppresso di Verona

Teatro interattivo in cui il pubblico è invitato a esplorare, in modo partecipato e attivo, i temi rappresentati dagli attori. Ingresso posto unico 5 €

 

Lunedì 13 gennaio ore 21.00 Incontro IL FUTURO DELLA BESTIA Michele Bottari

Colloqui pubblici su tecnologia, economia, potere – Le tecnologie emergenti: 5G, IoT, telecamere, Intelligenza Artificiale, Social Credit System

 

Mercoledì 15 gennaio ore 21.00  Disamistade canta de Andrè

Con Gilberto Lamacchi alla voce e ai flauti, Massimo Coppola alle chitarre e ai cori, Claudio Moro alle chitarre. Nati dalla passione comune per la canzone d’autore e per la musica proposta anche con una veste acustica i Disamistade presentano un ideale viaggio tra i luoghi, le persone, i racconti cantati e contenuti nelle canzoni di Fabrizio de Andrè, incontrando il Pescatore e Bocca di rosa, viaggianfo da Rimini a Durango, conoscendo Marinella e SALLY, camminando da via del campo al fiume sand Creek.

 

Venerdì 17 gennaio ore 21.15 TUTTO QUELLO CHE VOLEVO – STORIA DI UNA SENTENZA Teatro dell’Elfo – Cinzia Spanò

 

Sabato 18 gennaio ore 21.15  OMAGGIO a Walter Chiari – Matteo Belli. Uno spettacolo per tutti coloro che hanno amato Walter Chiari, per tutti coloro che pensano che l’uomo diventi adulto quando ritrova la serietà del gioco di un bambino, per tutti coloro che a uno Shakespeare fatto male preferiscono una barzelletta raccontata bene.

 

Sabato 25 gennaio ore 21.15 MOSAIKA in concerto Serata di autofinanziamento dell’orchestra MOSAIKA dove verrà presentato in anteprima il nuovo repertorio con la presenza di ospiti d’eccezione quali la cantante camerunense Denise Dimè, il flautista Stefano Benini e la cantante Ilaria Peretti. Data la vicinanza alla Giornata della Memoria Mosaika dedicherà un brano Yiddish in ricordo delle vittime della Shoa, accanto ad un brano della tradizione Rom, altro popolo vittima dello sterminio nazista

 

 

Per avere maggiori informazioni: https://modusverona.it/calendario/

 

Contatti:

Piazza Orti di Spagna, 37123 Verona

392 3294967

segreteria@modusverona.it

https://modusverona.it/calendario/

 

***

MAMANIFEA

 

 – CORSO PRE-PARTO PRIMO FIGLIO

Il corso pre-parto è ora diviso in tre moduli (Gravidanza – Parto – Post-partum), che si ripetono ciclicamente durante l’anno.  Si può scegliere se partecipare a tutti e 3 i moduli, o se solo a uno o due moduli. Si può inoltre scegliere quando frequentarli e in che ordine.
Le prossime date:
Modulo Postpartum 142128 gennaio 2020

Gli incontri si svolgono dalle ore 18.00 alle 20.30, per informazioni e costi: 328 6065380 –mamaninfea@gmail.com.

Per ulteriori informazioni: https://www.facebook.com/events/479074729320835/

 

 –CRESCERE INSIEME – gruppo mamme e bambini

Tutti i giovedì mattina dalle ore 10.30 Mamaninfea ospita il gruppo CRESCERE INSIEME, dedicato alle mamme e ai loro bambini, nel primo anno di vita, con l’accompagnamento dell’ostetrica. Il programma prevede uno “ spazio pesata” con valutazione della crescita del bambino e in seguito un incontro di gruppo .
https://www.facebook.com/events/2305242309716833/

 

– PARTORIRE IN FORMA – BIOGINNASTICA IN GRAVIDANZA

La Bioginnastica sostiene le future mamme durante la gravidanza attivando più conoscenza e percezione del corpo e delle sue continue modificazioni, alleviando sintomi comuni spesso legati alla postura, induce rilassamento psicofisico nella mamma, stimolando la connessione con il bambino e aiuta a stare comodi entrambi fino a fine gravidanza. Il corso è a ciclo continuo, quindi è possibile inserirsi in qualsiasi momento dell’anno e si svolgerà dalle 11.15 alle 12.15.

https://www.facebook.com/events/470262283794347/

 

Tutti gli incontri si svolgeranno nella sede di Mamanifea  in Via Crocetta 2, 37066 Sommacampagna (VR)

Contatti: Assoc. MAMANINFEA – TEL. 39 328 6065380

mamaninfea@gmail.com

http://www.nascitanaturale.com/contatti/

https://www.facebook.com/mamaninfea/

 

***

RACCOLTA ADESIONE dei cittadini/e Imprese Sociali

contro modifica Legge Reg.le Istituzione Parco della Lessinia

Alcune associazioni, i cittadini e le cittadine firmatari di questa lettera, esprimono la propria preoccupazione in merito alla proposta di legge presentata in data 7 luglio 2019 dai consiglieri regionali che volge alla modifica della L.R. nr. 12 del 30/01/1990 che istituì il Parco Naturale Regionale della Lessinia.  (progetto di legge nr. 451, proposta di legge di iniziativa relativa a “Modifica della Legge Regionale 30 gennaio 1990, nr. 12, norme per l’istituzione del Parco Naturale Regionale della Lessinia”)

 

Il Parco, nella sua integrità geografica, è da quasi trent’anni il principale attrattore turistico della Lessinia e il marchio che permette a questo territorio di presentarsi al mondo come un’oasi naturalistica e culturale unica. Intorno a questo obiettivo hanno lavorato e collaborano istituzioni, associazioni culturali e naturalistiche, produttori e allevatori, realtà turistiche e ricettive, enti promozionali, realtà organizzatrici di manifestazioni sportive, di festival e di eventi. Basti, su tutto, l’eco mediatica a livello mondiale che il Film Festival della Lessinia ha suscitato dedicando la sua XXV edizione alla “Madre Terra” e ottenendo l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.

Ora si vorrebbe stravolgere la legge istitutiva del Parco della Lessinia aprendo a scenari difficilmente prevedibili che destano grande preoccupazione per la salvaguardia dell’area protetta. In assoluta controtendenza rispetto agli altri paesi europei e a una sensibilità diffusa a livello mondiale, la proposta di legge in oggetto comporterebbe, se approvata, una restrizione dell’area protetta di circa il 20% del territorio del Parco. Si tratterebbe del primo caso in Europa. Oltre alle criticità esposte di seguito, il danno di immagine e di credibilità si ripercuoterebbe in termini negativi su tutta l’attività promozionale, ricettiva e turistica della Lessinia che fa della unicità ambientale del territorio uno dei suoi punti di forza.

La proposta di legge lede l’integrità del Parco della Lessinia mettendo a rischio la protezione dei così detti vaj che attualmente sono parte integrante dell’area protetta come zone agro- silvo-pastorali e che con la nuova legge sarebbero trasformati in aree contigue esterne al Parco.

Per i motivi sopra addotti riteniamo che la proposta di legge in oggetto non solo non risolva ma apra a nuovi fronti di criticità. Così come formulata cambierebbe infatti radicalmente la fisionomia e forse la stessa sopravvivenza del Parco Naturale Regionale della Lessinia.

Per approfondimento:  http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/12/Lettera-72-associazioni-2.pdf

Per info ed adesione all’iniziativa scrivere a: ilbaitodelbosco@gmail.com

***

“MARTEDI’ DEL BEN-ESSERE” con ASPIC VERONA

 ASPIC VERONA organizza e promuove conferenze-esperienziali (ad ingresso gratuito) del ciclo “martedì del ben-essere” ASPIC.

 

I prossimi incontri in calendario per il 2019/2020 sono:

– Martedì 14 gennaio 2020

CIBO, EMOZIONI, RELAZIONI

Condotto da Patrizia Aldrovandi, Counselor Professionista

– Martedi 4 febbraio 2020

ANZIANO A CHI? IL CORAGGIO DI ESSERE CURIOSI

Condotto da Chiara Rossi, Counselor Professionista, formatore

– Martedì 25 febbraio 2020

IMPARIAMO AD ASCOLTARE’

Condotto da Elena Rota, Counselor Professionista

– Martedì 17 marzo 2020

“IL VIAGGIO DELL’ EROE”

Condotto da Federica Mazzi, Counselor Professionista

– Martedì 7 aprile 2020

“IN CAMMINO…IN VIAGGIO VERSO L’INFINITO”

Condotto da Roberta Turri, Counselor Professionista

Le serate  si svolgono dalle ore 20.30 alle ore 22.00 presso: Piazzetta Sant’Eufemia 1- 37121 Verona.

Per partecipare scrivere a: info@counselingverona.it . Vengono accolte  le richieste di partecipazione di volta in volta  (non all’intero ciclo).

Per visionare il programma dettagliato: https://www.aspicverona.org/conferenze-esperienziali-2019-20/

 

Contatti:

ASPIC, Counseling e Cultura

sede Territoriale di Verona

tel. 3479868993; http://www.aspicverona.org

 

***

 ASPIC

OPEN DAY COUNSELING

Venerdì 17 gennaio 2020 alle ore 17.30  presso la sede ASPIC (via Caserma Ospital Vecchio, 13 a Verona) una giornata gratuita per conoscere cos’è il Counseling e come questo sia un valido strumento per la crescita professionale e personale.

Il nostro staff ed i docenti ASPIC approfondiranno il tema del counseling e saranno a disposizione per domande e curiosità.

Ecco il programma della giornata:

17.30 Accoglienza – Registrazione Partecipanti

17.45- 18.45: Il counseling come strumento per il benessere personale e sociale

Relatrice: Dott.ssa Vera Cabras , Psicologa Psicoterapeuta, presidente ASPIC Verona e Padova

18.45 -19.00 Percorsi e progetti ASPIC

Relatrice: Nadia Simonelli, Counselor Professionista Avanzato, Coordinatrice ASPIC

19.00 – 19.15 Pausa

19.15-19.30 Consegna diplomi e testimonianze

19.30 -20.15 Informazioni sui corsi e conclusione.

Ai partecipanti a questo evento è riservato lo sconto del 20% circa sulla prima quota annuale del Master

Per maggiori informazioni e riservare il proprio posto:  info@counselingverona.it; tel. 3479868993

***

“LE COMUNITÀ EDUCATIVE PER ADOLESCENTI:

COME RISPONDERE A UN DESIDERIO DI FUTURO”

Studio APS

 

Lo STUDIO APS promuove ed organizza il prossimo 28 gennaio un incontro rivolto a coordinatori, responsabili e referenti delle comunità educative per adolescenti.  Dalle ore 9.30 alle 13,00 proseguirà nel corso dell’incontro la riflessione sulla tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. In particolare le famiglie, i servizi, le scuole e le comunità sono sollecitate a interrogarsi sulla complessità dei processi di crescita e di sviluppo emotivo, affettivo e cognitivo degli adolescenti con storie difficili.

Un incontro per confrontare punti di vista, scambiare riflessioni e pratiche. Un appuntamento per condividere idee e avviare percorsi formativi che rispondano alle esigenze di chi lavora in questi contesti.

L’incontro è rivolto a coordinatori, responsabili e referenti delle comunità educative, figure che a vario titolo hanno ruoli di responsabilità nel lavoro con gli adolescenti e con la rete dei servizi coinvolti.

L’ingresso è gratuito e si terrà presso la sede dello Studio APS a Milano, in Via San Vittore n. 38/A.

Per info: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfcEyic32gq618glgH1xIjVmEcRhEHNg_kJakkKZ9OtHLXreg/viewform

Per info Studio APS: 02.4694610 o segreteria@studioaps.it.

***

Concorso Nazionale Fotografia

IL DONO DEL TEMPO

 

Il coordinamento delle BANCHE DEL TEMPO DI VERONA formato dalle banche “La Clessidra”, “Ora per Ora”, “Nel Tempo Insieme” e “ScambiaTempo” con il contributo del Comune di Verona, organizza un concorso nazionale di fotografia sul tema IL DONO DEL TEMPO finalizzato alla valorizzazione del significato del tempo offerto /ricevuto, come occasione per condividere emozioni e creare relazioni significative e autentiche.

Il concorso si prefigge l’obiettivo di sensibilizzare le persone e diffondere la conoscenza della BANCA DEL TEMPO che, secondo quanto definito dall’Associazione Nazionale Banche del Tempo, è un sistema in cui le persone scambiano reciprocamente attività, servizi, saperi e in cui le persone stesse si auto-organizzano e si scambiano tempo per aiutarsi soprattutto nelle piccole necessità quotidiane.
Le banche del tempo sono organizzate come istituti di credito in cui le transazioni sono basate sulla circolazione del tempo, anziché del denaro.

 

Tutte le informazioni per partecipare al concorso sono pubblicate sul sito www.laclessidrabdt.it

mail: info@laclessidrabdt.it cell.3401285629 – 34404103359

***

Bazar solidale: da una mano all’altra

La Fondazione Fevoss Santa Toscana, unitamente con la Federazione Fevoss, l’Associazione Fevoss Verona Santa Toscana, Amia Verona Spa, Istituto Assistenza Anziani Verona, hanno inaugurato venerdì 04 ottobre il Progetto “Bazar solidale: da una mano all’altra”, in Via Marconi 21, Verona, che sarà aperto dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30.

I responsabili del progetto cercano volontari: commessi, sarti, manutentori, trasportatori, fundraiser, organizzatori di eventi, esperti in marketing se interessati inviare C.V. a  segreteria@fondazionefevoss.org

Contatti:

Fondazione Fevoss Santa Toscana

info@fondazionefevoss.org

***

 “R.ACCOLTI” 

a San Massimo verdure fresche condite con la SOLIDARIETA’

Fino alla fine di GENNAIO sono disponibili le seguenti verdure in quantità e freschissime: RADICCHIO di Verona – RADICCHIO di Chioggia-RADICCHIO variegato di Castelfranco.

BROCCOLO FIOLARO di CREAZZO un’orticola difficile da reperire.

CAVOLFIORE – VERZA – CAPPUCCIO rosso.

Prezzemolo  Aglio – Peperoncino rosso a punta e tondo.

La produzione viene ceduta, a fronte di una donazione, direttamente sul campo tutte le mattine da Lunedì a Venerdì – ore 8.30/12.30, mentre si lavora.  Si spera approfitterete in molti dell’occasione per visitare il Progetto R.ACCOLTI e provare di persona la qualità delle verdure.

L’indirizzo è via Brigata Aosta, 8/b – San Massimo (dalla parte del muro antico della via, che è a senso unico, si trova un cancello aperto dal quale si accede all’ORTO che è dotato di ampio parcheggio).

R.ACCOLTI è un progetto di Agricoltura Sociale che è nato dall’Associazione “Gli Orti di san Giuseppe OdV” con la collaborazione della Cooperativa Sociale “Il Samaritano”.

L’obiettivo è quello di associare l’aspetto produttivo proprio di un’azienda agricola – i RACCOLTI – con la ricerca di percorsi nuovi a sostegno di “misure di inclusione sociale attiva e partecipata” a favore di persone vulnerabili che, sull’orto, sono ACCOLTI.

Il progetto, partito a inizio 2015, si sviluppa su un ampio appezzamento ricevuto in concessione dal Comune di Verona e sito nel cuore del quartiere di San Massimo. Il campo, incolto da anni, è stato dissodato, arato, fresato, letamato e reso in condizioni di produrre.

Dal 2016, un gruppo di persone in svantaggio sociale coltivano verdura di stagione in pieno campo con metodi naturali, guidate da un agronomo volontario e sostenute da un educatore.

In questa attività agricola sono presenti diversi aspetti adatti a supportare un percorso di fattivo inserimento.

Responsabilizzazione individuale con compiti non gravosi da svolgere unita alla richiesta d’impegno continuativo.

Il lavoro di gruppo in ambiente gradevolmente positivo e, soprattutto, i risultati tangibili in poche settimane procurano soddisfazione personale e accresciuta autostima.

Sul campo vi è minimo uso di macchinari agricoli e, solo quando strettamente necessario, l’impiego unicamente di prodotti di difesa autorizzati per le colture a “Difesa Integrata” come da Disciplinare Regionale.

Per ogni richiesta di ulteriori informazioni, contattate  Adriano Merlini 348 247 3134

***

RED LAB

Darkroom over the borders

RedLab è un progetto che utilizza la fotografia analogica e la stampa in camera oscura come mezzo di espressione per le persone che hanno sofferto traumi e per chi vive o proviene da situazioni difficili o svantaggiate.

Il primo laboratorio di Redlab si è svolto nell’agosto 2018 in Kurdistan Iracheno all’interno del campo UNHCR di BajedKandala che ospita 12.000 persone. Il laboratorio è durato due settimane ed ha coinvolto venti adolescenti, all’interno del centro di Joint Help for Kurdistan, associazione Svedese, fondata dalla Dr.ssa NemanGhafouri.

Con il materiale prodotto dai partecipanti al laboratorio, RedLab ha iniziato una collaborazione con una Galleria d’Arte di Verona, Fonderia 20.9, per la realizzazione di un libro fotografico contenente gli scatti eseguiti dai ragazzi e le descrizioni di questi. I Dummy del libro sono stati stampati alla fine di luglio 2019.

Nel giugno 2019 RedLabha iniziato un laboratorio al Centro di Salute Mentale di Verona.

RedLab ha ora terminato il libro fotografico ed è pronto a presentarlo. Ha acquistato un’automobile e il Team viaggerà da Verona al campo UNHCR di BajedKandalanel Kurdistan Iracheno. Una volta giunto a destinazione, donerà l’automobile alla Clinica JHK e consegnerà a mano il libro alla Dr.ssa Nemam.

 

Puoi entrare a far parte del nostro progetto.

Ogni azione è fondamentale.

C/c intestato a MagMutua per l’Autogestione Coop. Soc.

c/o Banco BPM –Fil. Stadio

IBAN  IT49N0503411723000000006799

causale: Progetto RedLab

 

Il netto del ricavato verrà devoluto alla Clinica di JHK per l’acquisto di medicinali e materiali di consumo, per la realizzazione del laboratorio RedLabpresso il campo di BajedKandalae la diffusione del progetto.

 

Per maggiori informazioni:

http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/08/presentazione-redLab.pdf

http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/08/flyer-info-redlab_donazioni.pdf

 

Contatti:

https://www.facebook.com/redlabproject/

https://www.red-laboratory.com/

 

***

 

ONE BRIDGE TO IDOMENI ONLUS

SOS RIFUGIATI

Progetto Chios (GRECIA)

 

Dal 2015 l’isola di Chios, assieme a Lesbo e ad altre isole minori, si è ritrovata ad essere uno dei principali approdi dei migranti che salpano dalle coste turche per raggiungere l’Europa. Il campo profughi di Vial è il campo principale dell’isola, situato a sud di Chios.

Le condizioni del campo sono spesso state giudicate deplorevoli, se non inumane. Filo spinato a perdita d’occhio, una distesa di container bianchi nel bel mezzo di un secco paesaggio mediterraneo. A differenza delle isole vicine, Chios tiene lontano migranti e rifugiati dagli occhi della gente del posto. Il campo di Vial è ospitato in una ex fabbrica di alluminio nel villaggio di Chalkios, a più di sette chilometri di distanza dalla capitale dell’isola. Circa 1.500 uomini, donne e bambini migranti vivono in questo regno di cancelli e piastre di metallo giorno e notte sotto l’occhio vigile di Polizia ed esercito. Le condizioni igieniche sono al limite. I bagni, ma più in generale tutto il campo, sono invasi da ratti, serpenti e scarafaggi e il pericolo di diffusione di malattie è alto. Per carenza di tavoli le persone sono costrette a mangiare per terra in mezzo alla polvere e i serpenti.La prospettiva di chi sbarca è di permanere in questo luogo disumano per mesi prima di poter fare l’intervista per la propria domanda d’asilo.

A fronte di tutta questa disumanità, One Bridge To Idomeni ha deciso di aderire al progetto di CESRT: “PIC NIC TABLES”. L’obiettivo è di costruire tavoli con panche per consentire alle persone del campo di potersi sedere e consumare dignitosamente il proprio pasto.

Finora abbiamo costruito 75 tavoli, per una spesa complessiva di 3.000 euro ma vogliamo andare avanti. Aiutateci a garantire un posto a tavola alle persone del campo di Vial, per quanto banale possa sembrare anche queste piccole cose possono fare la differenza. CESRT ha continuamente bisogno di pannolini e ricambi di vestiti per rifornire le famiglie che vivono nel campo o che ogni giorno sbarcano sull’isola.

AIUTACI A PROSEGUIRE IN QUESTA IMPRESA FACENDO UNA DONAZIONE

 

IBAN: IT95S0501812101000012405106

intestato a: One Bridge to Idomeni.

Causale: Progetto Chios

 

Contatti:

info@onebridgetoidomeni.com

http://www.onebridgetoidomeni.com/

 

***

“La mia casa nel bosco”

La casa delle scrittrici per sole donne

Paola Vagliani è la fondatrice della guest house “La mia casa nel bosco” , una casa immersa nel verde ma non lontana dal piccolo paese di  Netro in Piemonte. lo splendido casale ha richiesto molto lavoro, dedizione e fondi per essere ristrutturato e diventare agibile sia per lei che per tutte le donne che avrebbe dovuto ospitare. Questo piccola oasi sulle colline biellesi sarebbe dovuta essere un rifugio per ricercatrici di bellezza. Purtroppo la notte del 2 dicembre 2017, a causa di una non corretta costruzione della canna fumaria, il tetto ha preso fuoco, devastando il primo piano e rendendo la casa inagibile. Paola Vagliani dopo tanto lavoro ha visto bruciare il suo sogno, ma non si è arresa ed è determinata a restaurare la casa, la sua unica casa, ma per farlo ha bisogno di raccogliere 40 mila euro, ha bisogno di essere aiutata, per questo ha lanciato sui social una campagna di raccolta fondi “400 MERAVIGLIOSE DONNE PER UNA CASA NEL BOSCO DEDICATA SOLO ALLE DONNE”.

 

Puoi aiutarla anche tu! Facendo una donazione  a:

IT94J0760110000001016992842

intestato a Paola Mariolina Vagliani

Regione Morello 2, 13896 Netro, Biella

 

https://www.facebook.com/pg/Giardino.di.Iside.Cascina.Morello/about/?ref=page_internal

 

https://www.facebook.com/paola.vagliani?fref=search&__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARDO9m1QMZWSHSpzKWdGy1XtDYNIXiiSgORkvNbDawBY8lMzNmspxcz645kCFWAQSEeqFt3DHjGIsn6S

 

Contatti:

348 9374427

amalia96@alice.it

 

 ***

Inizio d’anno con Motus Mundi

L’Assoc. Motus Mundi organizza un momento di ritrovo per celebrare il nuovo anno. Venerdì 10 gennaio intorno alle ore 18,00 breve camminata e poi cena conviviale assieme presso la ex scuola di Pigozzo. L’invito è rivolto a tutti coloro che in un modo o nell’altro hanno avuto a che fare con l’associazione e sarà un modo per stare insieme socializzare e cominciare il nuovo anno.

Per info: info@ginnasticanaturale.it

sito web: www.ginnasticanaturale.it

facebook: facebook.com/ginnasticanaturale

 

***

Piccola Biblioteca del Bosco

con Motus Mundi

 

E’ nata la Piccola Biblioteca del Bosco, in collaborazione con Motus Mundi Associazione Sportiva Dilettantistica, uno spazio che ha come temi fondamentali la Natura e il Movimento.

Attraverso l’esperienza della biblioteca si vuole ridare una voce a questi libri, in un’ottica di condivisione di un bene comune di valore, che riguarda essenzialmente i due temi di Natura e Movimento.

Per poter prendere in prestito o consultare un libro della Piccola Biblioteca del Bosco è necessario prendere un appuntamento scrivendo a info@ginnasticanaturale.it oppure chiamare Elena (3400703008). I libri possono essere presi in prestito per 30 giorni e solo in alcuni casi (libri fuori edizione, edizioni rare…) il prestito durerà 10 giorni.

 

Per consultare il catalogo dei libri:

https://ginnasticanaturale.files.wordpress.com/2017/03/catalogo3.pdf

 

Per maggiori informazioni in merito alla Piccola Biblioteca del Bosco:

https://ginnasticanaturale.wordpress.com/2017/03/26/piccola-biblioteca-del-bosco/

 

***

Firma la petizione:

Aiutiamo Milano a salvare

l’oasi Piazza d’Armi

 

L’area della Piazza d’ Armi costituisce una grande oasi naturale, reale parco di biodiversità all’interno del tessuto urbano, unico in Italia e in Europa per caratteristiche e dimensioni.

Il Parlamento Europeo, a seguito della petizione presentata a marzo 2018 dal Comitato Cittadini per la Piazza d’ Armi e dall’ Associazione Parco Piazza d’Armi -Le Giardiniere- ha inviato nel marzo 2019 a Comune, Regione e ai Ministeri Finanze, Beni culturali e Ambiente un monito in cui: “fa suo l’appello dei cittadini contro il possibile scempio nell’ex Piazza d’Armi e invita a preservare i suoi valori ambientali, paesaggistici, storico-architettonici, nonché a porre vincoli urbanistici con gli appositi piani regolatori e paesaggistici”.

Il PGT, Piano di Governo del Territorio, in fase di approvazione, pur riconoscendo che “l’area di Piazza d’Armi è altamente strategica e costituirà uno dei più importanti esempi europei di riforestazione urbana quale patrimonio identitario della città ed asse fondante della qualità della vita urbana”, tuttavia prevede che solo il 50% della sua superficie territoriale sia destinata ad aree verdi”. Pertanto l’Associazione Parco Piazza d’ArmiLe Giardiniere (www.legiardiniere.it ) invita le cittadine e cittadini milanesi a sottoscrivere le osservazioni che verranno depositate attraverso la seguente petizione al Sindaco Sala e al consiglio comunale che chiede che:

La Piazza d’Armi venga, in sede di approvazione definitiva del PGT, destinata tutta, e non il solo 50%, ad un Grande Parco Pubblico Urbano comprendente l’intera area verde, boschiva e umida di 35 ha. E che tale intera area sia riconosciuta, mantenuta e valorizzata come capitale naturale di biodiversità cittadino”.

 

Per visualizzare l’intero comunicato stampa: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/06/Milano-Petizione-Comunicato-stampa-1-PDF.pdf

 

Fatelo anche voi: salviamo questo lembo di terra milanese!

 

Per accedere alla petizione: http://chng.it/b8Z7GTgW4L

 

***

Coworking “Canarin”

con Reverse Impresa Sociale

 

Lo spazio di Coworking gestito da Reverse compie 6 anni ma si rinnova continuamente e cambia spesso formazione. Ora ci sono delle postazioni libere, se siete interessati o conoscete realtà che cercano casa, al Canarin in via Giolfino 4 VR sono disponibili degli spazi in affitto.

 

Il Canarin è uno spazio condiviso, dinamico, e giovane, dove ogni progetto può integrarsi e collaborare con il vicino di banco.

 

Per ulteriori informazioni:

info@reverselab.it

www.reverselab.it

347.1385267

***

 AutoriTime

 

Parte AutoriTime, il progetto ideato dal Club delle Accanite Lettrici e Accaniti Lettori e dall’Associazione Botta&Risposta con lo scopo di dare voce e spazio agli autori locali. AutoriTime, come il Venerdì d’Autore e le letture ad alta voce, nasce sotto il marchio di qualità Valpolicella di Libri.

AutoriTime presenta opere di narrativa, senza limiti di genere, e poesia. Se sei maggiorenne e hai un manoscritto nel cassetto puoi inviarlo in formato pdf o cartaceo seguendo le modalità del regolamento.

Per visualizzare il regolamento: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/04/AutoriTime.pdf

 

Contatti:; www.accanitelettrici.org

***

 Fondazione “E’ STATO IL VENTO”

RACCOLTA FONDI PRO-RIACE

 

Il Comitato per la Costituzione della futura Fondazione di Partecipazione può contare finalmente su un sito www.estatoilvento.it/ ; un codice fiscale, un iban IT48P0501801000000016787921 intestato a Comitato “E’ Stato il vento”.

La Fondazione “E’ stato il vento”  sostiene lo sforzo della comunità nel perseguire la sua tradizione di accoglienza e sta al fianco di Domenico Lucano nel lavoro di ricostruzione di tutte le iniziative finalizzate all’integrazione dei migranti ed alla rinascita, in assenza di fondi pubblici, di un modello sociale e culturale oggi noto in tutto il mondo.

Grazie all’impegno della Fondazione ed al contributo di tutti coloro che hanno partecipato, Riace sta ripartendo. Le botteghe sono state riaperte e impiegano 16 persone fra migranti e riacesi. L’ Asilo parentale funziona. Il progetto Frantoio di Comunità ha appena terminato la raccolta delle olive  alla quale hanno lavorato una ventina di persone assunte con contratti regolari. Tutto l’olio è già stato venduto.

Al momento è molto urgente ripristinare l’Ambulatorio gestito dall’associazione Jimuel e chiuso dall’attuale amministrazione leghista. L’ Ambulatorio era un presidio sanitario pubblico non solo per i migranti ed cittadini di Riace ma per gli abitanti di tutti i comuni della zona. La chiusura dell’Ambulatorio, che funzionavo molto bene da più di due anni, ha rappresentato una grave perdita per la comunità.

Per donare alla Fondazione: https://www.gofundme.com/f/riace-riparte-sostieni-lambulatorio

sede legale Recosol -Comune di Carmagnola – piazza Manzoni 10-10022 Carmagnola TO segreteria 012248934-011 9724236 -Cod Fis.94048430014 – Partita Iva 08764760016

 

***

Emporio fai da noi

 

L’ Emporio fai da noi è servizio a favore della comunità elaborato da Leroy Merlin e gestito dalla Cooperativa Sociale Azalea presso lo Spazio di Piazza Brodolini (Piazza Giacomo Brodolini, dietro al Discount Di-più).

L’Emporio fai da noi è una biblioteca di prestito e di donazione di utensili e materiali per piccole ristrutturazioni, decorazioni e manutenzioni. L’altro più grande (dove sono disponibili anche attrezzature come levigatrici e un grande spazio di lavoro) è gestito invece dalla Cooperativa Sociale Gramigna presso il Giarol Grande in Via Belluno 26 a Verona.

L’Emporio è aperto a tutti e tutte gli e le abitanti del quartiere/della città nonché alle scuole alle associazioni.

La comunità può a sua volta donare agli empori (es. Vernici o materiali di costruzione).

Inoltre presso lo Spazio è presente anche il Servizio SOS fai da noi, sempre di Leroy Merlin, che mette a disposizione una serie di “Portieri di quartiere” e, per lavori più complessi, il personale di Leroy Merlin.

 

Locandina dell’iniziativa: http://magverona.it/wp-content/uploads/2018/11/orari-apertura-emporio-fai-da-noi-.pdf

***

Mercato della Terra di Slow Food Sommacampagna

ogni prima domenica del mese

 

E’ stato inaugurato il 1° luglio 2018 il Mercato della Terra di Sommacampagna (VR). Si svolgerà ogni prima domenica del mese in Piazza della Repubblica, cuore della città, dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Si tratta di un progetto dell’Associazione Slow Food per promuovere la cultura del cibo “buono, pulito e giusto” e la tutela della biodiversità. Un luogo di scambio che difende un’agricoltura basata sulla sostenibilità, salvaguarda la biodiversità, sostiene l’economia locale, crea consapevolezza in chi acquista e punta ad una migliore educazione alimentare dei consumatori.

Saranno presenti piccoli agricoltori, produttori e artigiani del cibo selezionati in base ai principi di slow food, che venderanno i loro prodotti, tutti provenienti da un raggio massimo di 40 chilometri, quindi da un’area che comprende la provincia di Verona e le provincie limitrofe.

Saranno integrati da ospiti di altri territori, di volta in volta, sempre e comunque selezionati in base con gli stessi criteri e alla stagionalità dei loro prodotti: quindi non tutti i produttori potranno essere sempre presenti.

Per ulteriori informazioni:

Email gardaveronese@slowfoodveneto.it

https://www.fondazioneslowfood.com/it/mercati-della-terra-slow-food/mercato-della-terra-di-sommacampagna/

www.facebook.com/mercatodellaterra.sommacampagna