Le News di Mag Verona n. 222

Le News di Mag Verona n. 222

È on-line la nuova newsletter di Mag Verona

Buona lettura!

Se non visualizzi correttamente la newsletter: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/Newsletter-Mag-n.222-31.10.19-PDF.pdf

Notizie dalla Mag di Verona

222 – 31 ottobre/14 novembre 2019

***

Ultimo A&P

“Stiamo nel presente avendo a cuore il futuro”

Autogestione & Politica Prima

N.4 ottobre/dicembre2019

In uscita il nuovo numero del trimestrale di Azione Mag e dell’Economia Sociale, dal titolo             “Stiamo nel presente avendo a cuore il futuro

Invitiamo tutte e tutti a venirci a trovare alla Casa Comune Mag dove sono disponibili gratuitamente copie del trimestrale anche da regalare ad amiche ed amici. Dopo aver apprezzato la nostra rivista (Autogestione e Politica Prima), è possibile sottoscrivere l’abbonamento al costo di € 25 annui venendo in sede o cliccando al seguente link:

http://magverona.it/partecipa-e-sostieni-la-mag/abbonati-alla-rivista-ap/

Per info: contattateci via mail a info@magverona.it o contattateci al numero telefonico 045-8100279.

***

COOPERIAMO PER L’ECONOMIA DEL BUON VIVERE COMUNE

Disponibili presso MAG le pubblicazioni finali del progetto

Tra giugno e ottobre 2018 si è svolto presso Mag un importante ciclo di seminari che ha messo a tema la responsabilità sociale come modo d’essere impresa in una relazione feconda con i territori di riferimento. Il Progetto nel rilanciare l’Ecosistema dell’Economia del Buon Vivere, ha ospitato tre ricerche, in collaborazione con l’Università di Verona (Dip. Culture e Civiltà e Scienze Economiche).

Il progetto “Cooperiamo per l’Economia del Buon Vivere Comune” si è concluso da alcuni mesi, ma vi ricordiamo che sono disponibili gratuitamente alla Mag, per chi volesse riprendere e approfondire quanto è emerso da due intensi anni di progetto, le due pubblicazioni finali:

Quaderno: RESPONSABILITÀ SOCIALE INTEGRATA dalle imprese ai territori e ritorno di Simonetta Patané

–  SCINTILLE DI INNOVAZIONE IMPRENDITIVA: la responsabilità sociale di territorio tra presente e futuro a cura di Emanuela Gamberoni e Luca Zarri

Per ulteriori dettagli: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/07/pubblicazioni-Cooperiamo.pdf?fbclid=IwAR1CUoNRGe2JVEnro1NpYsKBhfCkhJnO6Cz26Oy-fz0dmNk2pcp8jCknFLU

***

RI-CIAK!

Cinema di Comunità a Veronetta

Il Ciak è stato uno storico cinema di Veronetta, chiuso da una decina d’anni e che diverse generazioni ricordano ancora con affetto.

Un gruppo composto da cittadine e cittadini con diverse esperienze e competenze ha deciso di unirsi per ridargli vita e trasformarlo in un luogo di aggregazione e socialità, svago e offerta culturale.

Il 9/10/2018 il gruppo si è ufficialmente costituito nell’Assoc. ViveVisioni Impresa Sociale, con sede in Verona, Via Cristofoli 31-A c/o Mag.

Negli spazi del cinema si realizzeranno: proiezioni cinematografiche, un social-bar, spazi e laboratori a disposizione delle varie realtà del territorio e una futura Accademia delle arti cinematografiche a respiro internazionale.

Il cinema ha bisogno di essere ammodernato e per questo il gruppo si sta attivando su più fronti per trovare risorse, con una raccolta fondi tra cittadini e cittadine che credono nel progetto, con bandi pubblici per il recupero di sale cinematografiche, con il crowdfunding…

Per raggiungere l’obiettivo è importante che siamo in tante e tanti a sostenerlo!

 E’ partita una campagna di azionariato popolare per raccogliere col contributo della comunità 55.000 euro per dare impulso al progetto ed integrare il contributo regionale di euro 47.000.

Puoi partecipare anche tu:

  • Donando il tuo tempo e le tue competenze come volontaria/o
  • Con una quota di adesione da 55 euro

Puoi versare la cifra in contanti durante gli eventi di promozione oppure con bonifico sul c/c intestato a:

Ass. ViveVisioni Impresa Sociale c/o Cassa Padana – Fil. Verona IBAN IT87O0834011700000002100875 Causale (da specificare sempre) “Ri-Ciak quota adesione” (contestualmente inviaci la scheda compilata con i tuoi dati a cinemariciak@gmail.com)

Attualmente siamo 229 soci/e, ne mancano 771:

sottoscrivi anche tu la tua quota!

Scarica la scheda di adesione qui:

https://drive.google.com/open?id=1ug6HqfujR34SBkQukBintUVx00HqZGX-

Per maggiori informazioni: http://bit.ly/cinericiak

Sostengono il progetto: Università di Verona – Dipartimento Culture e Civiltà, Accademia di Belle Arti, Mag Verona, Camera di Commercio di Verona e la sua Agenzia t2i, Paolo Valerio e Art&Co.

Contatti:

E-mail: cinemariciak@gmail.com

Cell.: 3479866921

Pagina Facebook:  https://www.facebook.com/riciakverona/

***

Progetto Solidale

“L’incontro che crea lavoro”

Con il progetto “L’incontro che crea lavoro”, della durata di due anni, vogliamo riscommettere su uomini e donne ai margini del mondo del lavoro per accompagnarli/le nella loro ricerca oppure per supportarli nel passaggio da semplici cercatori/trici di un impiego a creatori/trici di lavoro, facendo emergere le loro qualità ed energie soggettive finora inespresse, nonché la propensione all’autogestione.

In concreto, dopo una adeguata azione di promozione e attivazione proporremo ad almeno70 persone:

incontri di formazione di gruppo (64 ore)

colloqui orientativi individuali (750 ore)

colloqui di orientamento all’autoimprenditività (450 ore)

15 percorsi di supporto all’avvio d’impresa (1.500 ore)

25 tirocini formativi e di reinserimento lavorativo (10.000 ore)

indennità per i tirocinanti (31.500 euro)

consulenze per le imprese (48.750 euro)

Il nostro impegno è sostenere uomini e donne di diverse generazioni a raggiungere una maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità rinsaldando vincoli sociali e fiduciari.

Tutto ciò confidando “nell’economia del dono” quale innesco di desideri e di trasformazioni umane e sociali.

Per supportare assieme a noi chi è in difficoltà lavorativa

 é necessario anche il tuo aiuto!

 Donando 100 euro potrai rendere possibile questo progetto.

Confidiamo oggi nell’economia del dono!

E’ possibile donare:

– con bonifico bancario da versare a: Mag Società Mutua per l’Autogestione sul

c/c IT 49 N 05034 11723 000000006799 Banca Popolare di Verona

causale “L’incontro che crea lavoro”

– in contanti o tramite bancomat presso la segreteria Mag (via Cristofoli 31/A, Verona)

– con un versamento con carta di credito al nostro conto Paypal dedicato

Inviaci i tuoi riferimenti (nome, cognome, telefono e e-mail) scrivendoci a info@magverona.it o telefonandoci al 045/8100279

La donazione al progetto è deducibile sia per persone fisiche che giuridiche. Ricordiamo che è condizione di deducibilità o detraibilità delle donazioni l’erogazione delle stesse tramite banca, posta o altro sistema tracciabile previsto dalle norme.

Per info: http://magverona.it/incontrolavoro/

***

Condividete con noi le vostre iniziative!

La newsletter sarà più ricca e arriverà a tante e tanti

Invitiamo tutte e tutti coloro che promuovono iniziative di condividerle non solo attraverso Facebook, ma anche di inviarcele via posta elettronica: le inseriremo volentieri nella newsletter. Questo ci permetterà di arricchirla grazie ai vostri interessanti e coinvolgenti eventi e di poter dare maggior risonanza e spazio alla ricerca diffusa e alle pratiche creative e autorganizzate nei diversi contesti.

La prossima verrà inviata il 14 novembre quindi per permetterci l’inserimento delle iniziative è necessario farcene pervenire un breve testo a info@magverona.it entro 12 novembre.

Scrivete a: info@magverona.it; tel. 045-8100279 – Giulia Pravato

***

MondoMag

***

CASA COMUNE MAG

La campagna mattoni prosegue con

 i caldi mattoni da 500 euro!

La CASA COMUNE MAG per l’Economia Sociale e la Finanza Solidale è all’ultimo step.

Molte persone ed enti hanno contribuito alla sua realizzazione con i preziosi mattoni

da 500 euro e  siamo  oltre  2/3 dell’obiettivo:  ad oggi la sottoscrizione è di 846

mattoni, per  un  valore  di  euro  423.500,00;    ne   mancano   104.    Ora   si   tratta  di

COMPLETARE L’OPERA. Mancano gli ultimi euro che includono un piccolo investimento per il risparmio energetico e alcune spese sopraggiunte anche per migliorie ai bagni e ad altre infrastrutture della CASA.

Aggiungiamo insieme nuova energia relazionale alla CASA COMUNE MAG!

Seguici su facebook

https://www.facebook.com/pages/Mag-Verona/165752456792853?ref=ts&fref=ts

IBAN  IT 88 K 08315 60031 000010005575

c/c intestato : Mag Soc. Mutua per l’Autogestione – Causale: Casa Mag

***

Il 5×1000 al Microcredito

Comitato Mag per la Solidarietà Sociale Onlus

E’ tempo di dichiarazione dei redditi e vi ricordiamo che è possibile devolvere il 5×1000 al Comitato Mag per la Solidarietà Sociale Onlus, per supportare col Microcredito uomini e donne in situazione di svantaggio economico, personale o sociale.

Il fondo costituito col 5×1000 permette infatti di erogare piccoli prestiti per far fronte a situazioni di temporanea difficoltà economica o per avviare un proprio progetto di autoimpiego e crearsi un futuro lavorativo.

Potete contribuire firmando per il sostegno alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale indicando il nostro codice fiscale: 93211120238.

Per approfondire cosa abbiamo fatto negli ultimi due anni, leggi il rendiconto e le storie di alcune delle persone che abbiamo aiutato qui: http://www.comitatomag.org/dona-il-tuo-5×1000-al-microcredito-2/

Un gesto semplice per far germogliare nuove possibilità! Grazie!

Per info: 0458100279; info@comitatomag.org ; www.comitatomag.org

***

Progetti di Microcredito

e di Bilancio personale e familiare

Vi ricordiamo che presso lo Sportello di Microcredito di Mag sono attivi vari progetti per erogare piccoli prestiti a persone che si trovano in una temporanea difficoltà economica, o che desiderano avviare una loro attività d’impresa. Il Microcredito si rivolge a quanti e quante sono esclusi dal sistema bancario cosiddetto “tradizionale”, perché hanno situazioni lavorative o personali precarie o complesse, che difficilmente sono prese in considerazione dalle banche. Caratteristica fondante del Microcredito è quella di dare ascolto, fiducia e accompagnamento alle persone in stato di necessità.

Per dettagli sul Microcredito alle persone, alle famiglie e all’avvio d’impresa, in convenzione con la Valpolicella Benaco Banca: http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/03/Brochure-microcredito_NEW.pdf

Per dettagli sul Microcredito in convenzione con Cassa Padana (per chi risiede nella Bassa Veronese): http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/03/Brochure-microcredito-CASSA-PADANA_DEF.pdf

È attivo il progetto Microcredito Sociale e Relazionale per lavoratrici/tori disoccupati, in mobilità, in cassa integrazione, lavoratori/trici autonomi che hanno cessato l’attività, lavoratori/trici sottoccupati, o dipendenti di aziende in stato di crisi, che siano residenti nei Comuni aderenti (Fumane, Grezzana, Legnago, Ronco all’Adige, San Bonifacio, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sona e Valeggio sul Mincio). Il progetto prevede l’erogazione di microcrediti di massimo 3.500 euro, a tasso zero.

Per dettagli: http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/04/Locandina-Microcredito-Sociale-e-Relazionale-MAG.pdf

Per lavoratori/trici del settore Edile è attivo uno specifico progetto di Microcredito, con condizioni diverse, per poter supportare anche chi è temporaneamente disoccupato, si trova in cassa integrazione, in mobilità, o lavora ad orario ridotto.

Per dettagli: http://www.magverona.it/wp-content/uploads/2016/03/VOLANTINO-MICROCREDITO-LAVORATORI-EDILI.pdf

Altro progetto dello Sportello di Microcredito è Non di solo pane, che prevede percorsi di accompagnamento nella gestione del proprio bilancio familiare e nella riflessione sugli stili di vita. Si tratta di percorsi individuali della durata di un anno (7 incontri).

Per maggiori informazioni e per appuntamenti: microcredito@magverona.it; tel. 045-8100279

***

Nuova nata

Filò Rosso

L’Associazione culturale Filò Rosso nasce quasi per caso, dall’intreccio di situazioni e di idee di Giulia, Mariangela e Marina, molto diverse tra loro, ma con un filo che le unisce: la voglia di valorizzare, condividere e diffondere quanto sta nel nome che hanno scelto, sintesi di far filò e di filo rosso.

Filò come momento di aggregazione, filando, lavorando con le mani o semplicemente chiacchierando e scambiando conoscenze ed esperienze. Oggi si è sempre collegati ai social network, ma le fondatrici vogliono ricreare l’attesa trepidante dell’appuntamento al filò.

Filo rosso, inteso solitamente col significato di “filo conduttore”, ha origine nell’attività marinaresca: per districare le gomene di una nave si seguiva un filo rosso che rendeva possibile separare l’una dall’altra le corde aggrovigliate.

L’obiettivo fondamentale di filò rosso è stare insieme, condividendo la voglia di apprendere e di approfondire le attività manuali partendo dalla creazione del filo per utilizzarlo in tutte le sue forme, ovunque vorrà portarvi (maglia, tessitura, uncinetto, ricamo,…).

L’associazione organizzerà corsi, workshop e occasioni di approfondimento per mantenere vive le tradizioni recuperandone i veri valori con l’obiettivo di creare rete.

Contatti:

Giulia Bisoffi: +393473672365

Mariangela Magri: +393387787386

Marina Scienza: +393386716818

Via San Marco,43 – Verona

e-mail: info@associazionefilorosso.it sito: www.associazionefilorosso.it

pagina FB: filò rosso

***

Mag e dintorni

 ***

 LIBRERIA DELLE DONNE DI MILANO

Ecco le prossime iniziative alla Libreria delle Donne di Milano:

Sabato 9 novembre alle ore 18.00, Il mondo è sessuato. Femminismo e altre sovversioni di Geneviève Fraisse, (Nottetempo 2019).

Scritto dall’autrice di La differenza tra i sessi, questo libro affronta un tema che è anche una polemica sull’invasione del linguaggio neutro gender che mira a cancellare quello della differenza sessuale.

http://www.libreriadelledonne.it/incontri_circolodellarosa/il-mondo-e-sessuato-femminismo-ed-altre-sovversioni/

Venerdì 15 novembre alle ore 18.30, Le sorelle Agnesi, la gloria del mondo, la gloria del cielo, di Stefania Porrino, (Editoria&Spettacolo 2019).

L’autrice mette in scena la storia conflittuale ma anche solidale delle sorelle Agnesi: Maria Gaetana, illustre matematica e fondatrice con la sorella Paola dell’ospedale Fatebenesorelle, oggi Fatebenefratelli, e Maria Teresa, celebre musicista e compositrice. Segue lettura scenica del testo con Angelica CacciapagliaDomitilla Colombo e Diana Vasileva.

http://www.libreriadelledonne.it/incontri_circolodellarosa/le-sorelle-agnesi-la-gloria-del-mondo-la-gloria-del-cielo/

Scuola di scrittura politica

Nel gennaio 2020 si apre una nuova edizione della Scuola di scrittura pensante di Luisa Muraro e Clara Jourdan, durata 11 anni dal 2007 al 2017. Si riparte da idee emerse in un incontro recente alla Libreria delle donne. È emerso che le distanze tra politica delle donne e politica in senso ordinario si sono accorciate, ma che cosa vuol dire e che conseguenze ci sono? Da qui l’idea di una scrittura politica che  aiuti a pensare la politica delle donne che interagisce con il mondo globale. Il corso comincerà sabato 18 gennaio 2020 e continuerà per tutti i sabati fino al 21 marzo compreso, dieci incontri dalle 10.30 alle 13.00, presso la Libreria delle donne in via Pietro Calvi, 29 – 20129 Milano (tel. 02 70006265).Al primo incontro suggierisce di portare almeno 5 titoli per un inizio dei lavori sul tema: che cosa funziona quando un titolo funziona e viceversa, che cosa non funziona quando un titolo non funziona. La Scuola è aperta a maschi e femmine.

Per altre informazioni e per iscriversi, rivolgersi a Clara Jourdan: info@libreriadelledonne.it

Per saperne di più: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-Scuola-di-scrittura-politica.pdf

Contatti:

Libreria delle donne di Milano

Via Pietro Calvi 29

20129 Milano

Tel: 0270006265 Fax 0271093653

e-mail: info@libreriadelledonne.it

Sito: http://www.libreriadelledonne.it/contatti/

***

INCONTRI DI LIBRE!

Ecco le prossime iniziative di LIBRE:

Sabato 02 novembre alle ore 18.00, Terra di Santi e di perduti in terra (Edizioni Boopen) con l’autrice Serena Vestene.

La nuova silloge si chiama Terra di Santi e di perduti in terra ed è una raccolta che nasce da un lavoro sul ritratto in poesia, dall’osservazione viva e scarnificata sulla pelle di questo sentirsi tremendamente umani. http://www.libreverona.it/terra-di-santi-e-di-perduti-in-terra/

Venerdì 08 novembre alle ore 18.00, Questo è un uomo. Biografia di Primo Levi, con l’autore Daniele Pugliese.

La vita, i libri, l’insegnamento, la testimonianza di Primo Levi ripercorsi da un lettore “marcato a fuoco”: il percorso originale, fuori dal coro e in solitaria che, fra gli scrittori non solo italiani, fa di lui un unico ed irripetibile, solo come Italo Calvino.

http://www.libreverona.it/questo-e-un-uomo-biografia-appassionata-di-primo-levi/

Sabato 09 novembre alle ore 18.00, Eserciziario (Tabula Fati) con l’autrice Anastasia Deodato.

Pagine come sede della memoria, scrigno che possa custodire emozioni, cose, gioie e dolori. Pagine che sono baluardo contro una realtà non sempre accogliente, ma anche testimonianza di un atteggiamento di lotta, nel nome della bellezza e della cultura, oltre che di profondi valori. Versi e prosa che si alternano e richiamano, aprono e chiudono il libro in modo efficace e naturale.

http://www.libreverona.it/eserciziario/

Giovedì 14 novembre alle ore 18.00, I volti della città, di Ludovico Quaroni (Edizioni di Comunità).

Tutto serve, tutto crea la città, anche le cose più umili: la luce dei lampioni e l’uniforme dei vigili. La città è un’architettura continua e totale che non è solo quella delle chiese e dei palazzi.

http://www.libreverona.it/i-volti-della-citta/

Venerdì 15 novembre alle ore 18.00, Viaggi nella grande guerra (Unicopli) con l’autrice Claudia Berton.

Ricorre quest’anno il centenario della Conferenza di pace di Versailles, che ridisegnò Europa e Medio Oriente con la formazione di nuovi Stati nazionali. Osservando questi scenari è legittimo chiedersi se sia mai davvero finita la Grande Guerra, le cui conseguenze, dopo un ventennio di sommovimenti e dittature, hanno portato al secondo conflitto mondiale. http://www.libreverona.it/viaggi-nella-grande-guerra/

Libre! Società Cooperativa

Orari: dal martedì al sabato 10 – 13 e 16 – 20

Via Interrato dell’Acqua Morta 38, 37129 Verona tel: 0458033983

http://www.libreverona.it/

www.facebook.com/LibreVerona

***

LìBRATI

Libreria delle donne di Padova

Ecco le prossime iniziative alla Libreria delle Donne di Padova:

Martedì 5 novembre dalle 17.00 alle 18.00, Thè letterario, lettere ed epistolari delle grandi donne della letteratura, le lettere delle sorelle Brontë a cura di Laura Capuzzo.

In questo incontro del thè letterario si esamineranno le lettere di Charlotte, Anne e Emily Brontë, le tre grandi sorelle della letteratura inglese. Nel 1847 pubblicarono quasi contemporaneamente i loro tre romanzi d’esordio: Jane Eyre per Charlotte, Agnes Grey per Anne e Cime tempestose per Emily.

http://www.libreriadelledonnepadova.it/evento/the-letterario-le-lettere-delle-sorelle-bronte/?instance_id=1892

Giovedì 7 novembre alle 18.00, presentazione di Con la paura ci mangiamo la notte

di Raffaella Musicò.

In una Milano dissolta in particelle solitarie dove pare non esserci posto per un salvifico senso di comunità, Amedeo, Giulia, Yumiko, Elena e Roberta si trovano a dover fronteggiare il punto di svolta delle rispettive esistenze.

http://www.libreriadelledonnepadova.it/evento/con-la-paura-ci-mangiamo-la-notte-di-raffaella-musico/?instance_id=1893

Martedì 12 e martedì 19 novembre dalle 18.30 alle 21.30, tarocchi introspettivi, introduzione all’uso dei tarocchi come strumento di conoscenza di sé. Laboratorio a cura di Laura Capuzzo.

l laboratorio è a numero chiuso. Per iscriversi è sufficiente inviare una mail a libreriadelledonnepadova@gmail.com con oggetto “Iscrizione Tarocchi introspettivi”, indicando nel testo anche un proprio contatto telefonico per eventuali comunicazioni urgenti.

Per l’intero programma: http://www.libreriadelledonnepadova.it/evento/tarocchi-introspettivi-laboratorio-introduttivo/?instance_id=1904

Mercoledì 13 novembre alle 18.00, presentazione di Quella voce poco fa di Saveria Chemotti. Sarà presente l’autrice.

Siamo nel 1914: la piccola Tilde nasce malformata da una misera donna che i paesani considerano una fattucchiera ma, contro ogni pronostico, sopravvive a ogni avversità con l’aiuto di alcuni personaggi fiabeschi. http://www.libreriadelledonnepadova.it/evento/quella-voce-poco-fa-di-saveria-chemotti/?instance_id=1894

Giovedì 14 novembre alle 20.30, Colette, gruppo di lettura.

Durante l’incontro di ottobre si è discusso di I miei piccoli dispiaceri di Miriam Toews, romanzo che ha riscosso un certo successo tra le Colette. Per il mese di novembre il gruppo si ritrova per discutere di Fato e furia di Lauren Groff.

http://www.libreriadelledonnepadova.it/evento/colette-incontro-di-novembre-2/?instance_id=1909

Venerdì 15 novembre alle 17.00, presentazione di Manifesto per la verità. Donne, guerre, migranti e altre notizie manipolate di Giuliana Sgrena. Sarà presente l’autrice.

Per papa Francesco Eva è stata vittima di una fake news uscita dalla bocca del serpente. A quanto pare, da allora le bufale non hanno smesso di rovinare le donne, visto che ancora oggi se una ha subito molestie si scrive che ci ha fatto carriera, mentre se uno ammazza la moglie per i giornali ha agito in preda a una rabbia momentanea. Ma le vittime di questi abusi dell’informazione non sono solo i corpi delle donne: quando si parla di migranti la verità si inabissa in fondo al mare, come un cadavere affogato.

http://www.libreriadelledonnepadova.it/evento/manifesto-per-la-verita-di-giuliana-sgrena/?instance_id=1910

Contatti:

via San Gregorio Barbarigo 91 35141 – Padova

Tel. 049 8766239

http://www.libreriadelledonnepadova.it/

E-mail: libreriadelledonnepadova@gmail.com

***

Libreria delle Donne di Bologna

Mercoledì 06 novembre, alle ore 18.00, presentazione di Lungo i confini dell’accoglienza. Migranti e territori tra resistenze e dispositivi di controllo a cura di Giulia Fabini, Omid Firouzi Tabar e Francesca Vianello (Manifestolibri, 2019).
Intorno al corpo delle e dei migranti si dispiegano politiche di controllo tese ad attivare e alimentare processi di stigmatizzazione e criminalizzazione funzionali al paradigma culturale populista e razzista che segna pericolosamente il nostro tempo. In questo volume, un gruppo di studiose e studiosi – attraverso casi studio e ricerche sul campo – cerca di gettare una luce sul variegato sistema di confinamenti che si riversa sui migranti e, allo stesso tempo, di illuminare le resistenze individuali e collettive messe in campo dai soggetti stessi per la propria libertà e autodeterminazione.

https://www.facebook.com/events/2391163424504708/?active_tab=about

Da giovedì 14 novembre a giovedì 12 dicembre, dalle ore 20.00 alle 21.30 si svolgerà un laboratorio sull’immaginario intitolato A illustrare le fiabe a cura di Patrizia Piccin, arteterapeuta ArTeA.
Dopo avere indagato il rapporto tra la parola poetica e l’immagine, un nuovo laboratorio per continuare a interrogare e svelare come la parola, orale o scritta, comunque tramandata, contribuisca a formare e alimentare l’immaginario e, attraverso di esso, a influenzare il modo in cui percepiamo noi stessi/e e in cui ci relazioniamo con il mondo esterno.
Si lavorerà a partire dalla parola – dalle fiabe per la precisione – ma sarà attribuendo loro una veste grafica, che si  cercherà di dare forma e visibilità alle immagini. Si proverà in seguito a trasformarle,  per uscire da forme che non ci rappresentano davvero o del tutto, e per iniziare a ricostruire un bagaglio di rappresentazioni personali e non stereotipate.
Non sono necessarie competenze letterarie né artistiche, ma è obbligatoria l’ iscrizione.

 Per info e iscrizioni: Patrizia Piccin  patriziapiccin@gmail.com 3477159061
https://www.facebook.com/events/2019736381488581/

Contatti:

Via San Felice 16/A · 40122 Bologna

051271754

libreriadelledonnebologna@gmail.com

https://libreriadonnebo.wordpress.com/

https://www.facebook.com/LibreriaDelleDonneDiBologna

***

Grande Seminario di Diotima 2019

Politica delle donne. Qui e ora

La Comunità Filosofica di Diotima anche per l’anno 2019 inizia gli incontri del seminario annuale dal titolo “Politica delle donne. Qui e ora”  a partire da venerdì 4 ottobre 2019, alle 17.20 per poi continuare fino a venerdì 8 novembre.

In cosa consiste, nella politica delle donne, quel centro che sentiamo essenziale? La sua radice sta nell’alimentare la fiducia in azioni sensate e in pensieri orientanti in un momento in cui gli scenari nazionali e internazionali tendono a restringere il mondo in binari obbligati, a soffocarlo in spazi senza alternative. La saggezza di donne di altre culture e altri tempi ci può aiutare in questo. Maymuna, una donna sufi, scriveva: «Quando il cuore di qualcuno è stretto, il mondo e ciò che vi si trova è anche stretto». Diciamo che la politica delle donne ha la capacità di allargare il cuore attraverso alcuni passaggi necessari. Ad esempio, pensare la relazione con la madre come origine di vita e di sapere è un passaggio politico, che, se lo continuiamo ad interrogare, se non lo perdiamo, ma lo teniamo su un piano simbolico, cioè come orientamento dello sguardo, ci dà libertà e ci toglie dalla reattività nei confronti di un mondo sempre più soffocante. Allora non sentiamo più il mondo come ostile e chiuso, ma come quello che ci è dato – ora, in questo momento -, e che vediamo e viviamo a partire da un legame tra sapere ed esperienza infinitamente aperto. Si potrebbe dire che la politica delle donne ha la capacità di creare fiducia attorno alla fiducia. Con tutta una serie di conseguenze che riguardano la cura e la qualità delle relazioni, la misura dei contesti, una curiosità e un’allegria di fondo, che pure non nega il dolore nostro e degli altri per le difficoltà, le incomprensioni, le sofferenze. È solo un respiro, che apre e che porta a guardare la realtà a partire da un’altra prospettiva. In questo modo la dischiude dal suo interno ad altro, che può accadere e che ancora nessuno di noi può prefigurare, ma che è già in cammino. La politica delle donne non è soltanto la pratica del partire da sé, delle relazioni asimmetriche e non strumentali, del creare spazi di scambio e di pensiero. Non è soltanto modificare i contesti. È essere consapevoli che ciò che riguarda un’altra donna ci riguarda. Non si riduce neppure ai movimenti – così vitali in questi anni – come il metoo, il Non una di meno e l’ecofemminismo. Naturalmente è tutto questo, ma troviamo politica delle donne anche nelle azioni e nelle parole di quelle singole donne, che sanno stare presso la differenza femminile. Sanno mettere in circolo vita e sapere, scommettere che c’è altro – qualcosa di vivente e imprevisto – nelle situazioni mediocri e apparentemente senza sbocco. Sanno provocarne l’esistenza.

Bibliografia:

Simone Weil, La persona e il sacro, Adelphi, Milano 2012.

Diotima, Femminismo fuori sesto. Un movimento che non può fermarsi, Liguori, Napoli 2017.

Antonietta Potente, Come il pesce che sta nel mare. La mistica luogo dell’incontro, Paoline, Milano 2017.

Chiara Zamboni (a cura di), La carta coperta. L’inconscio nelle pratiche femministe, Moretti&Vitali, Bergamo 2019.

Gli incontri si terranno in aula T4 (Megalizzi) – il primo e il quarto incontro -, in aula 2.1 – il secondo e il terzo incontro – in aula 2.2 il quinto incontro. Il tutto nel palazzo dei dipartimenti umanistici, Università di Verona, via San Francesco 22.

Ultimo incontro:

Venerdì 8 novembre, ore 17,20 aula 2.2.
Margherita MorgantinParlare la lingua dei sogni

Per il seminario sono previsti 2 crediti F per le/gli studenti del corso di laurea di Filosofia

Per info: http://www.diotimafilosofe.it/grande-seminario/grande-seminario-diotima-2019/

Facebook : https://www.facebook.com/Diotima-Vr-425196054205427/

***

MODUS

 Venerdì 01 e sabato 02 novembre alle ore 21.15, PETROLIO UNA STORIA A COLORI di e con Beatrice Gattai.

Tre persone, una storia d’amore. Una prostituta dalla vena artistica, un giovane disabile che vuole confrontarsi con l’altro sesso e un uomo in crisi nel suo desiderio di paternità̀.

https://modusverona.it/spettacolo/petrolio-una-storia-a-colori/

Domenica 03 novembre alle ore 18.00, NOTTE DA GUFI con Anna Paganini, Claudio Messini, Leonardo Morelato, Francesco Bussi.

Un colorato mix umoristico e satirico ispirato ai mitici Gufi di Nanni Svampa degli anni 60.

https://modusverona.it/spettacolo/notte-da-gufi/

Martedì 05 novembre alle ore 20.00, FOXFIRE, film di Laurent Cantet.

Il film racconta le vicende di un gruppo di adolescenti di una piccola città dello Stato di New York negli anni 50: decise a vendicarsi delle umiliazioni subite dagli uomini, le protagoniste fondano la società segreta “Foxfire”.

https://modusverona.it/spettacolo/foxfire/

Mercoledì 06 novembre alle ore 21.00, REVOLUSCIÒ, con Alberto GrezzaniGianluigi Baldassarri e Dario Conti.

Una sintesi di anni passati sui palchi del nord Italia, con una comicità semplice, fatta di sketch, monologhi, personaggi e gag visive, con un continuo susseguirsi dei diversi momenti durante lo spettacolo.

https://modusverona.it/spettacolo/quelli-dopo-show/

Venerdì 08 novembre alle ore 21.15, DIVINE, ispirato al romanzo “Nostra Signora dei Fiori” di Jean Genet produzione La Corte Ospitale.

Il romanzo “Nostra signora dei fiori” di Jean Genet raccontato tramite la voce e i bellissimi disegni di Manfredini stesso. Parole liriche, poetiche, sovrapposte ad una realtà troppo cruda, troppo nuda, per essere vista così com’è.

https://modusverona.it/spettacolo/divine-danio-manfredini/

Sabato 09 alle ore 21.15, domenica 10 alle 18.00 e venerdì 15 novembre alle 21.15, ALI UNA STRADA LASTRICATA DI STELLE, commedia scritta e diretta da Andrea Castelletti tratta dall’opera di Antoine De Saint-Exupery.

Un viaggio sulle ali della fantasia, per fuggire dall’ordinario, rimanere per sempre bambini e diventare nascostamente filosofi.

https://modusverona.it/spettacolo/ali-una-strada-lastricata-di-stelle/

Martedì 12 novembre alle ore 20.00, IL VIZIO DELLA SPERANZA, film di Edoardo De Angelis.

Una giovane, Maria, si occupa di fare da tramite tra giovani prostitute che affittano l’utero e persone che desiderano figli. Un film sulla violenza dello sfruttamento femminile, sulla maternità, e sulla speranza.

https://modusverona.it/spettacolo/il-vizio-della-speranza/

Contatti:

Piazza Orti di Spagna, 37123 Verona

392 3294967

segreteria@modusverona.it

https://modusverona.it/calendario/

***

TEATRO LABORATORIO-TEATRO SCIENTIFICO

Venerdì 01 novembre alle ore 19.00, Open call per Alda Merini, presso AB23 Contrà Sant’ambrogio, 23 ,36100 Vicenza. (https://www.theama.it/)

Nel decimo anniversario della scomparsa della poetessa dei Navigli chiunque abbia voglia di renderle omaggio potrà iscriversi per partecipare alla serata inviando una mail a info@theama.it o info@teatroscientifico.com con indicazione della poesia che desidera leggere. Al termine aperitivo per condividere un brindisi. Ingresso libero.

https://www.facebook.com/events/524925118241261/

Venerdì 08 alle ore 21.00, L’uomo di carta, una produzione della Compagnia Kilometro Zero.

Si può definire una favola in musica, narra il tentativo della protagonista della storia di superare la solitudine dei rapporti umani, ridotti in questo tempo a brevi messaggi, nell’idea che qualunque rapporto epistolare sia meglio di un banale sms, che attraverso la scrittura qualunque magia possa accadere e che qualsiasi esperienza si possa inventare scrivendone.  https://www.facebook.com/events/797084887388969/

Spettacoli in cartellone: https://www.teatroscientifico.com/produzioni/spettacoli-in-cartellone/

Contatti:

Teatro Laboratorio ex Arsenale, Piazza Arsenale

0458031321 – 3466319280

info@teatroscientifico.com

www.teatroscientifico.com

***

“Sangue Morlacco”

L’ultimo volo di Gabriele D’Annunzio

Compagnia Gino Franzi

Nell’ambito del progetto che celebra il centenario della “Reggenza del Carnaro”, dopo il successo e la grande partecipazione di pubblico alla Conferenza “Fiume o morte!” 100 anni dall’impresa di Fiume. Siete invitati ora ad assistere allo spettacolo teatrale  “Sangue MorlaccoL’ultimo volo di Gabriele D’Annunzio, sabato 16 novembre alle ore 21.00 al Teatro della Santissima Trinità – Via SS. Trinità VR.

La Compagnia Gino Franzi ricostruisce gli ultimi mesi della Repubblica di Fiume. Nel locale alla moda della città, il Caffè all’Ornitorinco, si avvicendano personaggi storici, stravaganti intellettuali, fanatici rivoluzionari, appassionate legionarie. Ne scaturisce un quadro della piccola e trasgressiva società che solo il carisma di d’Annunzio riesce a tenere insieme. Fa da controcanto all’azione del Vate la voce del popolo fiumano che soffre le disastrose conseguenze economiche prodotte dalla Grande Guerra e dall’embargo nei confronti della città.

Per visualizzare la locandina: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-gino-fanzi.jpeg

Contatti:

Via Donati 1, 37128, Verona

0458343213

ginofranzi@gmail.com

http://www.ginofranzi.org/

***

VERONA FUORI LE MURA

“Verona fuori le mura”  è un laboratorio di cinema del reale, organizzato da ZaLab  un’associazione Culturale che da 13 anni è impegnata nella produzione, nella distribuzione e nella promozione di documentari sociali e di progetti culturali (www.zalab.org), finanziato dal Comune di Verona e la Regione Veneto. E’ gratuito e rivolto a giovani dai 15 ai 29 anni.

I giovani verranno accompagnati da registi (Andrea Segre, Agostino Ferrente) e professionisti del cinema nella realizzazione di cortometraggi, che verranno proiettati in una serata conclusiva.  Il tema è la periferia veronese e i muri fisici e mentali esistenti. Sarà un percorso di 12 incontri nei mesi di novembre e dicembre 2019 e gennaio 2020 con 15 ore di teoria e 21 ore di pratica costituito da incontri con professionisti del cinema documentario e laboratori pratici, in cui si realizzeranno i cortometraggi.

Per partecipare inviare a info@zalab.org  una mail con in oggetto “iscrizione laboratorio Verona fuori le mura – nome cognome” e i seguenti materiali:
-CV sintetico di max 1 pagina
-Motivazione alla partecipazione di max 20 righe
-Un racconto di max 20 righe (facoltativo) con una storia vera legata al tema del laboratorio

maggiori info: http://www.zalab.org/verona-fuori-le-muralaboratorio-di-cinema-del-reale/

facebook: https://www.facebook.com/zaLab/photos/a.485575704857790/2519195671495773/?type=3&theater

***

Non festa ma lutto

Movimento Nonviolento

Avvicinandosi il 4 novembre, anniversario dell’inutile strage della prima guerra mondiale, si propongono due commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre, commemorazioni che siano anche solenne impegno contro tutte le guerre e le violenze.

Affinché il 4 novembre diventi il giorno in cui, nel ricordo degli esseri umani defunti vittime delle guerre, gli esseri umani viventi esprimono l’impegno affinché non ci siano mai più guerre, mai più uccisioni, mai più persecuzioni.

Lunedì 4 novembre, alle ore 12.00

In piazzale Cadorna si depositerà un omaggio floreale dedicato ai disertori della prima guerra mondiale, e di tutte le guerre.

Lunedì 4 novembre, alle ore  20.45

Proiezione del film AL DISERTORE, di Alessandro Anderloni,tratto dall’omonimo spettacolo teatrale de Le Falìe, presso l’Auditorium del Don Calabria (via S. Zeno in Monte, 23 – Verona).

Per saperne di più: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-Movimento-non-vipolento.pdf

Contatti:

Movimento Nonviolento Verona
c/o Casa per la Nonviolenza
via Spagna, 8 -Verona
Tel. 045 8009803
serviziocivile.nonviolenti@gmail.com

***

ESSERE DONNA

Rita Levi Montalcini ha detto: Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale della società. Per celebrarle, Ahora! Film e il Cinema Santa Teresa hanno organizzato la rassegna ESSERE DONNA: proiezioni cinematografiche d’autore dedicate a figure femminili che, andando contro alla famiglia, alla società e ai pregiudizi, lottano per realizzare i loro sogni e per rimanere fedeli ai valori in cui credono.

Mercoledì 06 novembre alle ore 21.00,presso il Cinema Santa Teresa in via Molinara 23 VR, si svolgerà l’ultimo incontro in cui verrà proiettato il film   FIORE DEL DESERTO di Sherry Hormann. Dopo la proiezione il pubblico presente potrà confrontarsi con gli ospiti: Marcella Parise Psicoterapeuta Resp. Servizio Psicologia Territoriale Ulss9, Jennifer Ngozi mediatrice Culturale e Lella Carcereri moderatrice.

Per info:

https://www.facebook.com/teatrosantateresa/

https://www.teatrosantateresa.org/

circolotombetta@gmail.com

045 508380

***

Scuola di alta formazione

Donne di Governo

La Scuola è rivolta a donne che intendono accedere alle istituzioni della rappresentanza, centrali e locali, a donne che intendono impegnarsi nel mondo del lavoro in posizione decisionale o imprenditoriale, a donne che già ricoprono ruoli di governo aziendale pubblico o privato, a donne che intendono “governo” come responsabilità di orientare contesti relazionali informali, nell’ambito della scuola, della cultura, dell’economia, della scienza, ecc.. La Scuola è aperta anche a uomini che intendono formarsi con la guida della sapienza femminile. La Scuola si propone di contribuire sulla trasformazione delle istituzioni esistenti secondo un nuovo ordine della convivenza. In questo senso, nella Scuola si analizzeranno le invenzioni che si radicano nell’esperienza storica femminile delle relazioni di cura e nella coltivazione del rispettoso rapporto con la vita, compresa quella del pianeta e del cosmo. La Scuola assume come orientamento scientifico pratiche, teorie, ricerche, esperienze storiche ed esperienze attuali orientate dall’ambiente scientifico conosciuto come pensiero della differenza sessuale, in cui si è sviluppata la decisiva differenza concettuale e d’esperienza tra puro uso del potere e libera autorità generativa.

Per saperne di più: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-scuola-di-alta-formazione-donne-di-governo.pdf

Il primo corso di perfezionamento intitolato Forme di governo e logiche decisionali femminili nella storia e nel presente, è in partenza sabato 09 novembre alle ore 9.30, alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma (Via delle Belle Arti, 131) con il coordinamento scientifico di Silvia Niccolai.

http://scuolaperdonnedigoverno.it/primo-corso-di-perfezionamento-della-scuola/

Contatti:

370 3389107

info@scuolapeerdonnedigoverno.it

http://scuolaperdonnedigoverno.it/

***

Il territorio terrazzato veronese

Segni del paesaggio e cura delle marogne

 Sabato 09 novembre dalle ore 9.00, si svolgerà la conferenza “IL TERRITORIO TERRAZZATO VERONESE”, organizzata da ANAB Ass. Architettura Bioecologica (http://www.anab.it/) con Ass. Civiltà delle Marogne, Ass. Via Claudia Augusta Italia (http://www.viaclaudia.org/it/via-claudia-augusta.html) e Pia Società Don Mazza (https://www.donmazza.org/).

L’evento si svolgerà in due sessioni in diverse location della frazione di Avesa a Verona:

– la prima presso la Sala Civica della 2a Circoscrizione del Comune di Verona in Via Indentro, 20 – Avesa (VR) dalle 9.00 alle 11.30

– la seconda presso la storica  Villa Scopoli in Piazza Plebiscito, 10 – Avesa (VR) dalle 12.00 alle 13.00; seguirà aperitivo.

A margine dell’evento sarà presentato il Corso teorico-pratico di circa 100 ore “RECUPERO DEI MURI A SECCO“. E’ necessario confermare la propria partecipazione.

Per il programma dettagliato: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-Il-territorio-terrazzato-veronese.pdf

Contatti:

Mario Veronese

Responsabile Eventi ANAB

338.7385767

eventi@anab.it

***

Primo Incontro italiano verso il

Forum Economie Trasformative

Il primo incontro delle reti e dei movimenti italiani verso il Fòrum Social Mundial de les Economies Transformadores Si terrà il 9 novembre 2019 a Roma. La sede individuata è – Scup, Via della Stazione Tuscolana 82-84b e l’orario previsto sarà dalle ore  10.00 alle 18.00. Ad aprile di quest’ anno è partito ufficialmente un lungo e articolato percorso per dar vita al primo Forum sociale mondiale delle economie trasformative. Si terrà a Barcellona dal 25-28 giugno del 2020 e cercherà di dare risposte concrete a chi è alla ricerca di percorsi e progetti condivisi che possano, partendo dalla dimensione locale, provare a invertire la rotta intrapresa dai modelli economici dominanti. L’obiettivo è un’agenda globale, che definisca alcune delle azioni e degli scenari non teorici verso la costruzione di una società post-capitalista. Il percorso è stato avviato da alcune reti internazionali che stanno lavorando e mettendo in connessione le esperienze e le pratiche di economia sociale e solidale già molto diffuse in ogni continente.
Per “economie trasformative”, si fa riferimento dunque a tutte quelle pratiche che in diverso modo si stanno contrapponendo ai modelli neoliberisti e stanno rifiutando i dogmi capitalistici della crescita economica e della finanziarizzazione dell’economia. Tra queste azioni di obiezione al modello di sviluppo troviamo: le economie sociali [e] solidali, le reti sulla sovranità alimentare e l’agroecologia, le forme di economie partecipative e collaborative, le diverse realtà che fanno riferimento ai common, le economie comunitarie e quelle femministe, i movimenti attenti alla prospettiva di genere e quello cooperativo, il commercio equo e le esperienze di mutualismo sociale, la finanza etica, l’imprenditorialità sociale di economia circolare, le economie del bene comune, quelle della decrescita ed altre reti e organizzazioni che, in diverso modo, stanno agendo in questa direzione. Anche alcune istituzioni nel campo della formazione e della ricerca (Università) hanno manifestato interesse a partecipare a questo percorso; è stato proposto anche un asse trasversale sulle politiche pubbliche trasformative, con una visione della co-costruzione partecipativa.

Il confronto di aprile 2019 si è basato su quattro assi tematici, rappresentativi dei movimenti internazionali che hanno promosso il Forum 2020:
– Economia sociale e solidale
– Economie femministe e prospettiva di genere
– Movimento agro-ecologico e sovranità alimentare
– Beni Comuni (naturale, urbano, digitale, conoscenza)

Oltre a questi coesistono in una visione comune altri due assi trasversali: quello dell’educazione e formazione e quello delle politiche pubbliche a sostegno dell’economia trasformativa. Già da quell’incontro, inoltre, sono emersi altri temi, ugualmente trasformativi: economie migranti, indigene, giustizia climatica, etc.
Facendo seguito al primo appello lanciato a novembre 2018 sulle pagine di economiasolidale.net, intendiamo avviare un primo momento di confronto nazionale (una giornata di lavoro) tra le realtà che appartengono ai vari assi presi in considerazione (femminismo, agroecologia, beni comuni, economia sociale e solidale) valutando assieme il tipo di contributo e quale processo è possibile avviare per facilitare progettualità eco-sistemiche tra le diverse economie trasformative nel prossimo futuro. Il semplice fatto di incontrarci provando a ragionare su come generare confluenze fra identità diverse, crediamo che abbia già un valore in sé, per cui potremmo partire da qui e verificare un percorso comune.

L’idea è quella di generare un dialogo intorno ad alcuni temi chiave su cui avviare questo primo confronto.
L’obiettivo è quello di co-costruire una piattaforma italiana per il Forum 2020.
Abbiamo ritenuto opportuno predisporre una prima serie di “domande” per stimolare ed agevolare lo scambio ed alimentare il processo; potrete visionarle al seguente link http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-Domande-per-I^-Incontro-italiano-verso-il-Forum-Economie-Trasformative.pdf

https://www.facebook.com/events/2683269921704595/

Per info : forumbarcellona2019.20@gmail.com

FSM Economies Transformadores
www.transformadora.org

***

Arte dell’Io e Umanità organizza il seminario

“Il perdono, fonte di salute”

Sabato 09 novembre Arte dell’Io e Umanità organizza il seminario Il perdono, fonte di salute a cura di di Silvia Brandolin, presso il Centro Studi Educativi Kèleuthos – Via dei Reti 18, Parona (VR).

Il tema del perdono riguarda ognuno di noi. Ci interrogheremo sul significato del perdono, su quali siano le qualità necessarie per perdonare, sugli effetti del perdono e dell’assenza di perdono per noi e per l’umanità, consapevoli che sta alla nostra volontà decidere come porci in relazione al male subìto. Sarà considerato anche il perdono di sé stessi e la richiesta di perdono nonché il cammino possibile dal perdono alla riconciliazione.

Per saperne di più: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-arte-dellio-e-umanit%C3%A0.pdf

Per informazioni e iscrizioni:

www.artedellio.it , info@artedellio.it, 328 55 78313

Contatti:

Associazione Arte dell’Io e Umanità

Via Rotaldo, 11 – 37123 Verona
info@artedellio.itartedellio@legalmail.it
Cell. 328 55 78 313  –  www.artedellio.it
www.facebook.com/artedellioassociazione/home

***

Corso per diventare Doula

Sabato 9 novembre alle ore 16.30 si terrà la presentazione del corso per diventare Doula alla sala da té Tèneramente a Bussolengo (VR) in via Don Luigi Zocca n.4.

La doula è una figura professionale che si occupa del sostegno emotivo e del benessere della donna e della famiglia, dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino. La doula esercita la sua professione secondo le direttive della legge 4/2013.

Il corso è erogato dall’Associazione Professionale Mondo Doula e si svolgerà presso “Azzurro – Laboratorio di consapevolezza” a Volta Mantovana (MN).

Per saperne di più: https://www.mondo-doula.it/corsi_di_formazione.aspx

Contatti:

info@mondo-doula.it

https://www.mondo-doula.it/

***

Laboratorio di Arteterapia

“Decollage: il deposito del Sè”

Sabato 09 e domenica 10 novembre  dalle ore 9.00 alle 18.00, presso sala circoscrizione, (Via Frattini ang via Patuzzi), Artedo organizza il corso Decollage: il deposito del Sé a cura di Pamela Palomba.

La tecnica del decollage si presta ad un lavoro su di sé in quanto stratificazione e sovrapposizione evocano il tempo che passa e, strappare a caso delle parti, fa apparire qualcosa depositato sotto, una specie di brandello che accostato alla vita presente crea nuove corrispondenze.
I partecipanti sperimenteranno la tecnica del decollage che verrà praticata con materiali cartacei attinenti la biografia personale in modo tale da ripercorrere i vari cicli esperienziali e di consapevolezza vissuti nell’arco della propria esistenza.

Per info e iscrizioni: 333.3641031 – 349.7314462 artedo.veronabrescia@gmail.com

Per saperne di più: https://artiterapie.artedo.it/artedo-verona/

Contatti

info@verona.artiterapie-italia.it

https://artiterapie.artedo.it/

***

I prossimi eventi di

Voci e Volti

 – NEL RICORDO E NELLA SOLIDARIETÀ, Concerto di cori

Domenica 10 novembre alle ore 16.00,  presso il Teatro centrale di San Bonifacio Via Marconi 5, l’associazione Voci e Volti e AGC – Associazione Gruppi Corali veronesi
organizzano un concerto di beneficenza per ricordare i coristi che non sono più con noi e per trasformare il loro ricordo in aiuto concreto ai progetti di solidarietà che Voci e Volti sta sviluppando in Tanzania e Guinea Bissau. La serata sarà ad ingresso libero e le offerte che si raccoglieranno saranno devolute al progetto NAPENDA KUKUA “vorrei studiare”

( http://www.vocievolti.it/service/napenda-kukua-vorrei-studiare-tanzania/) .

http://www.vocievolti.it/eventi/nel-ricordo-nella-solidarieta-concerto-cori/

Concerto Killer Queen.

Sabato 23 novembre alle ore 21.00 presso auditorium Gran Guardia in Piazza Bra 1, 37121 (VR), si esibirà la Official Italian Queen performers.

Per visualizzare la locandina: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-locandina-killer-queen.pdf

Contatti:

via Campania, 25 – 37138 Verona

0458102159

info@vocievolti.it

***

CORSO BIODIVERSITÀ AGRARIA

in ZONA MONTANA

Mercoledì 13 novembre presso Unione Montana del Baldo Garda (loc. Platano di Caprino Veronese), inizierà il corso “Biodiversità agraria in zona montana”, che tratterà i seguenti argomenti: tecniche di potatura, condizioni del terreno e coltivazione del noce, castagno, olivo in applicazione alle tecniche di agricoltura biologica.

Il corso è gratuito finanziato dalla Regione Veneto GAL BALDO LESSINIA e organizzato in collaborazione con Associazione Culturale BALDOfestival di Caprino Veronese e Impresa Verde Centro di Formazione Professionale Coldiretti Verona.

Possono partecipare: imprenditori agricoli, partecipi e coadiuvanti familiari, dipendenti di aziende agricole solamente ricadenti nei comuni del Gal Baldo Lessinia. E’ necessario iscriversi, i posti sono 25 per persone professionali, ma se ci sarà la possibilità saranno accolti anche alcuni “uditori” interessati all’argomento.

Per vedere il calendario degli incontri: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-Corso-biodiversit%C3%A0-agrRIA.pdf

Contatti

info@aveprobi.org

baldofestival@baldofestival.org

***

Il tuo sito web è accessibile a persone con disabilità?

Workshop di Yeah

Mercoledì 13 novembre la Cooperativa YEAH accessibilità e inclusione organizza un workshop gratuito sul tema dell’accessibilità dei siti internet alle persone con disabilità.
Si tratteranno i seguenti argomenti:
– cosa si intende per accessibilità web?
– normativa
– i beneficiari dell’accessibilità: persone con disabilità e non solo
– i vantaggi dell’accessibilità web
– come realizzare un sito web accessibile a tutti
A seguire aperitivo con degustazioni presso la rinomata cantina di Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & SPA, Via Ospedaletto 57 Pescantina (VR).

Per visualizzare la locandina: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-sito-web-accessibile.jpg

Contatti:

http://www.progettoyeah.it/

Via della Consortia 10/d – 37127 Verona
info@progettoyeah.it

340 900 74 43- 045 840 05 09

***

Festival della Scienza

Confcommercio Verona patrocina il primo Festival della Scienza, organizzato dall’associazione Festival della Scienza di Verona in collaborazione con: Politecnico di Milano Ingegneria aerospaziale, Università di Verona Dipartimento Informatica, Dipartimento Neuroscienze e Dipartimento Biotecnologie, Università di Verona Museo informatica, Dipartimento Scienze Umane, Accademia di Belle Arti, Esu, Fondazione Museo Civico di Rovereto con la mostra “La Luna e poi?”, FIRST LEGO League Italia. In programma dal 15 al 24 novembre, all’interno del prestigioso Palazzo Orti Manara a Verona in Stradone Porta Palio 31 che si trasformerà in un vero e proprio Space Camp, centro educativo e laboratorio d’innovazione aperto ai visitatori dai 0 ai 99 anni, e in vari luoghi della città. Si tratta di un evento che vuole promuovere, valorizzare e trasmettere il sapere scientifico-culturale attraverso reti di collaborazione a livello nazionale ed internazionale, anche attraverso eventi, corsi, premi, convegni, mostre e laboratori sul territorio a carattere interdisciplinare e multisettoriale. Il tema di quest’anno è dedicato allo Spazio inteso come Universo cosmico in cui viviamo, in occasione del cinquantesimo anniversario dell’allunaggio.

L’ inaugurazione sarà il 15 novembre, alla presenza di tutte le autorità e dell’astronauta Umberto Guidoni, come testimonial d’eccezione.

Per visualizzare l’intero programma: https://www.festivalscienzaverona.it/programma/

Contatti:

info@festivalscienzaverona.it

https://www.festivalscienzaverona.it/

https://www.facebook.com/festivaldellascienzaverona/

***

MAMANIFEA

 – BIOGINNASTICA- REQUILIBRIO POSTURALE BIOENERGETICO

La Bioginnastica si occupa del corpo e ri-porta all’ascolto e alla percezione di sé, per conoscersi e stimolare il riequilibrio naturale, diventando attivi in un cammino di sviluppo delle proprie potenzialità e di crescita.Si rivolge a tutti coloro che desiderano conoscere e vivere in armonia con il proprio corpo e in ciò che esprime, valorizzando tutte le sue funzioni, strumenti e possibilità.

Le date in programma per il mese di novembre sono lunedì 04, lunedì 11, lunedì 18 e lunedì 25 alle ore 20.30.

https://www.facebook.com/events/2094954164139940/

 –  BIOGINNASTICA NEL POST PARTO- MAMME E BAMBINI

Un ciclo di 4 incontri giovedì 714-2128 novembre, dalle 9.30 alle 10.30,  per mamme e bambini, per favorire il rilassamento, l’ascolto di sé e del proprio corpo, per ritrovarsi e ricomporsi dopo il parto.

https://www.facebook.com/events/555203648348930/

 – CORSO PRE-PARTO PRIMO FIGLIO

Il corso pre-parto è ora diviso in tre moduli (Gravidanza – Parto – Post-partum), che si ripetono ciclicamente durante l’anno.  Si può scegliere se partecipare a tutti e 3 i moduli, o se solo a uno o due moduli. Si può inoltre scegliere quando frequentarli e in che ordine.
Le prossime date:
Modulo Gravidanza 8121519 novembre
Modulo Nascita 26 novembre – 31017 dicembre
Modulo Postpartum 7142128 gennaio 2020

Gli incontri si svolgono dalle ore 18.00 alle 20.30, per informazioni e costi: 328 6065380 – mamaninfea@gmail.com .

Per ulteriori informazioni: https://www.facebook.com/events/479074729320835/

 -CRESCERE INSIEME– gruppo mamme e bambini

Tutti i giovedì mattina dalle ore 10.30 Mamaninfea ospita il gruppo CRESCERE INSIEME, dedicato alle mamme e ai loro bambini, nel primo anno di vita, con l’accompagnamento dell’ostetrica. Il programma prevede uno “ spazio pesata” con valutazione della crescita del bambino e in seguito un incontro di gruppo .
https://www.facebook.com/events/2305242309716833/

PARTORIRE IN FORMA – BIOGINNASTICA IN GRAVIDANZA

La Bioginnastica sostiene le future mamme durante la gravidanza attivando più conoscenza e percezione del corpo e delle sue continue modificazioni, alleviando sintomi comuni spesso legati alla postura, induce rilassamento psicofisico nella mamma, stimolando la connessione con il bambino e aiuta a stare comodi entrambi fino a fine gravidanza. Il corso è a ciclo continuo, quindi è possibile inserirsi in qualsiasi momento dell’anno e si svolgerà dalle 11.15 alle 12.15.

https://www.facebook.com/events/470262283794347/

Tutti gli incontri si svolgeranno nella sede di Mamanifea  in Via Crocetta 2, 37066 Sommacampagna (VR)

Contatti: Assoc. MAMANINFEA – TEL. 39 328 6065380

mamaninfea@gmail.com

http://www.nascitanaturale.com/contatti/

https://www.facebook.com/mamaninfea/

***

Motus Mundi

Comunicazione Nonviolenta

Motus Mundi Centro Italiano per la Mindfulness, organizza a partire da domenica 29 settembre un ciclo di incontri, sul tema della comunicazione non violenta. La Comunicazione Nonviolenta, chiamata anche comunicazione empatica, si basa sul principio che “entrare in empatia” faccia parte della nostra natura umana e che le strategie violente, siano esse fisiche o verbali, sono comportamenti appresi, che la cultura prevalente insegna e sostiene allontanandoci da noi stessi e dagli altri. La Comunicazione Nonviolenta funziona come processo per ristabilire la Connessione con noi stessi e con gli altri quando è scarsa o è perduta, offrendo un processo di dialogo fondato su specifiche abilità e strumenti comunicativi per far fronte alle situazioni di tensione o conflitto in qualunque contesto di relazione.

Il programma:

Domenica 24 Novembre dalle 10.15 alle 17.30
“Navigare i Conflitti”: come fare per trasformare i conflitti in dialogo.

Domenica 2 Febbraio dalle 10.15 alle 17.30
“Le sorprendenti funzioni della Rabbia”: che ruolo agisce la Rabbia nella nostra vita: in che modo possiamo facilitare lo spazio per questa emozione dentro di noi.

Tutte le lezioni si svolgeranno presso la sede di Motus Mundi Centro Italiano per la Mindfulness, Piazza De Gasperi 32 Scala B primo piano, Padova.

Per saperne di più: https://www.motusmundi.it/seminari/comunicazione-nv

Contatti:

P.zza De Gasperi 32, Padova
39 340 4859093

info@motusmundi.it

https://www.motusmundi.it/home

***

Ciclo di conferenze esperienziali gratuite 2019-20
ASPIC VERONA

Martedì 12 novembre, dalle ore 20.30 alle ore 22.00 presso Piazzetta Sant’Eufemia 1– 37121 VR, si svolgerà il secondo evento del ciclo “martedi del ben-essere” di ASPIC Verona 2019-20 che si svolgerà fino ad aprile dell’anno prossimo.

Martedì’ 12 si affronterà il tema  La comunicazione efficace nei contesti educativi, un incontro in particolare per genitori e docenti, condotto da Paola Tinello.

Si affronterà la questione di quali sono le buone pratiche che creano benessere a scuola e che permettono a genitori/docenti di collaborare nella comunità educante;Come accogliere e favorire l’alleanza educativa, sviluppando relazioni positive in un clima di rispetto e condivisione; Ascolto attivo, accettazione incondizionata, empatia; Strumenti e metodologie di intervento per un colloquio efficace con i genitori. Questi sono alcuni strumenti che promuovono lo spirito di collaborazione in un clima di fiducia.

Per riservare il proprio posto scrivere a: info@counselingverona.it

Per visionare il programma dettagliato: https://www.aspicverona.org/conferenze-esperienziali-2019-20/

Contatti:

ASPIC, Counseling e Cultura
sede Territoriale di Verona
tel. 3479868993
http://www.aspicverona.org

***

Il di più e l’oltre delle pratiche creative delle donne

 Sabato 16 novembre Insieme ArTe Amare Chioggia organizza presso la sala conferenze del Museo Civico (in via Campo Guglielmo Marconi, 1- Chioggia VE) alle ore 15.00, l’incontro: “Il di più e l’oltre delle pratiche creative delle donne“, introdotto da Donatella Franchi. La politica delle donne ha individuato nella parola la via per la trasformazione di sé e della realtà, ma non c’è dubbio che anche l’arte e le pratiche creative siano una forza trasformatrice che si rivolge al mondo. Mentre da tempo le artiste si affe­rmano sulla scena nazionale e internazionale, cresce, in particolare fra le donne, la partecipazione diretta e inventiva al linguaggio visivo, del teatro, della musica ma non solo. Raccogliendo il desiderio di alcune, si propone un incontro a Chioggia tra quante/i sono impegnate/i in attività creativo-relazionali nella propria e in altre città per mettere a fuoco il senso delle esperienze in cui siamo coinvolte/i. Si tratta di riprendere e rilanciare una riflessione da tempo avviata. Si vorrebbe andare oltre il racconto di ciò che si fa per individuare insieme le questioni e i nodi che emergono dalle nostre pratiche artistiche e politiche.

Durante la giornata, alle ore 11.00, verrà inaugurata anche la mostra: “Ci deve essere un luogo in comune…” promossa da La Merlettaia di Foggia e la Rete delle Città Vicine, con la presenza della curatrice Katia Ricci.

Per visualizzare la locandina: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-eventi-chioggia.pdf

***

Dalrossoalviola

Riflessologia facciale vietnamita

La riflessologia facciale vietnamita è una  tecnica semplice ed efficace che può essere di grande aiuto sia nel mantenere l’equilibrio psicofisico sia per affrontare disarmonie che possono essere di disturbo al nostro ‘sentirci bene’. Con l’auto-trattamento è possibile, con le proprie mani sul volto, ottenere buonissimi risultati.

La presentazione del corso si svolgerà, a cura di Giulia Cimino, domenica 17 novembre, dalle ore 15.30 alle 18.30

Mentre il corso base, della durata di una giornata:

Domenica 1 e sabato 7 dicembre , dalle ore 9.00 alle 18.00
Tutti gli incontri si svolgeranno nella sede in Viale del Lavoro 30/A Verona, per partecipare è necessario prenotarsi chiamando 333 3339640 o inviando una email a lunaearcobaleno@alice.it

Per visualizzare la locandina: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/220-dalrossoalviola.jpg

Contatti:

Viale del Lavoro 30 a Verona

dalrossoalviola@gmail.com

https://www.facebook.com/dalrossoalviola/

***

Corso

Emozioni, strumento prezioso

 Sabato 16 e domenica 17 novembre a Modena presso Circolo Primo Respiro,  Emozioni in Corso organizza il corso Emozioni, strumento prezioso che si basa suEmozioni in Corso-Guida alla parte nascosta e preziosa di sè“(ed.La Meridiana 2014), per specialisti delle relazioni d’aiuto, Insegnanti, Counselor, Educatori, ma anche per tutti coloro che sono interessati ad approfondire (teoricamente) e vivere esperienzialmente le Emozioni primarie con spunti ed esercitazioni. Il corso è condotto da Silvia Cinti ed è composto da due parti:

– il Corso base – Emozioni, uno strumento prezioso – è una Carrellata esperienziale attraverso Rabbia, Paura, Gioia, Vergogna, Disgusto, Tristezza

– il Corso avanzato – Emozioni dietro le quinte – è un Approfondimento ulteriore con riferimento a Emozioni e Corpo, Intelligenza Emotiva, Emozioni secondarie.

Per saperne di piu: http://www.silviacinti.com/emozioni-il-percorso/

Per partecipare è necessario iscriversi.

Contatti:

infoprimorespiro@gmail.com

340-7692689

***

Giornata della Generatività Sociale

Sabato 23 novembre dalle ore 9.00 presso Cinema MPX (via Antonio Francesco Bonporti 22) solo per la mattina e il pomeriggio dalle 14.30 al Museo Diocesano (Piazza Duomo 12) si svolgerà la Giornata della Generatività Sociale a Padova, Capitale Europea del Volontariato 2020, che ospiterà la nuova Giornata della Generatività Sociale intitolata  “TRANSIZIONI.Imparare a muoversi in un nuovo ambiente”.

L’appuntamento – di respiro nazionale ma dalla vocazione profondamente territoriale – punta a far incontrare coloro che, generativamente, desiderano contribuire ad un nuovo sviluppo per le loro comunità e per il Paese.

Insieme a protagonisti del mondo culturale, scientifico, imprenditoriale e sociale verranno messi a tema tre grandi e delicatissimi passaggi – la transizione ecologica, la transizione organizzativa, la transizione comunitaria – con l’obiettivo di formulare una nuova agenda capace di traghettare verso un nuovo modello di sviluppo sostenibile e contributivo. L’evento è aperto a tutti gli interessati previa iscrizione.

Per visualizzare l’intero programma: https://www.eventbrite.it/e/registrazione-giornata-della-generativita-sociale-73835105789?aff=NL

Contatti:

http://generativita.it/it/eventi/giornata-della-generativita-sociale/

info@generativita.it 

***

PSICOLOGI IN PIAZZA

Anche quest’anno a Verona è iniziato il festival  Psicologi in Piazza alla sua  4^ edizione, sul tema dei linguaggi corporei. Ci saranno molti incontri in diverse sedi fino a domenica 24 novembre. L’evento è organizzato da Omnia Impresa Sociale e dall’ordine degli Psicologi del Veneto con il patrocino di Regione del Veneto, ULSS9 Scaligera, Università di Verona dipartimento di scienze umane e Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Verona.

Un evento per familiarizzare con la psicologia e scoprire i benefici che lo psicologo può portare nella quotidianità. Appassionati ed esperti apriranno le porte di questa importante disciplina alla “Piazza”, per far conoscere ai cittadini le sue svariate applicazioni. Questo evento si propone come possibilità per aumentare la conoscenza della figura professionale dello psicologo, la fiducia in essa e assicurare una maggiore prevenzione e diffusione del benessere nella cittadinanza.

Per visualizzare l’intero calendario degli eventi: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/10/222-PSICOLOGI-IN-PIAZZA.pdf

Contatti:

Omnia Via Monte Pastello 3, 37142 Verona

327 0610278

info@omniaimpresasociale.it

https://www.psicologiinpiazza.it/

***

Bazar solidale: da una mano all’altra

La Fondazione Fevoss Santa Toscana, unitamente con la Federazione Fevoss, l’Associazione Fevoss Verona Santa Toscana, Amia Verona Spa, Istituto Assistenza Anziani Verona, hanno inaugurato venerdì 04 ottobre il Progetto “Bazar solidale: da una mano all’altra”, in Via Marconi 21, Verona, che sarà aperto dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30.

I responsabili del progetto cercano volontari: commessi, sarti, manutentori, trasportatori, fundraiser, organizzatori di eventi, esperti in marketing se interessati inviare C.V. a  segreteria@fondazionefevoss.org

Contatti:

Fondazione Fevoss Santa Toscana

info@fondazionefevoss.org

***

La PAROLA alla SIRIA.

VOCI CREATIVE di DONNE in ESILIO

Sulle tragiche vicende della guerra in Siria e nell’area mediorientale c’è un oscuramento che raggela i cuori; sulla distruzione e sui disastri causati dalla guerra civile e dall’intervento delle cosiddette grandi potenze e dell’Isis c’è un’assenza di analisi che suscita un tragico sgomento; sulla disgregazione di un popolo costretto a trovare riparo in campi profughi e in alcuni paesi europei c’è un silenzio che grava sulle nostre coscienze e ci rende complici della devastazione.

Per questo UDIPALERMO onlus intende farsi promotrice di una serie di incontri volti a dare la parola a chi conosce la storia di quell’area e in primo luogo alle donne esuli .

Il progetto La parola alla Siria. Voci creative di donne in esilio coinvolge artiste, scrittrici e intellettuali rappresentative dell’area mediterranea e mediorientale che vivono fuori dai loro Paesi d’origine e che attraverso le loro opere testimoniano una forma di resistenza al brutale esercizio della forza. Le artiste, scrittrici, intellettuali e gli studiosi che sono state/i invitate/i possono aiutare a leggere e a comprendere con maggiore chiarezza gli ultimi accadimenti nell’area mediterranea e medio-orientale: attraverso le loro opere e documenti, frutto di una memoria creativa, ci potranno guidare verso un approccio più sensato alla realtà attuale.

Interverranno grazie ai contatti avviati con le loro traduttrici italiane Sana Yazigi , grafica siriana; Maram al-Masri , poetessa siriana; Suad Amiri , architetta e scrittrice, figlia di madre siriana e padre palestinese; Hoda Barakat , scrittrice libanese. È probabile la partecipazione di Samar Yazbek , scrittrice e sceneggiatrice siriana.

Collaborerà Domenico Quirico , autore di Succede ad Aleppo (2017), e Alberto Negri , esperto di politica internazionale e in particolare del mondo arabo, per avere un quadro veritiero degli accadimenti nell’area siriana e nell’area mediorientale.

Dove e quando

Gli incontri avranno luogo a Palermo , uno storico crocevia di culture e di relazioni nell’area mediterranea. Le introduzioni degli analisti, le conversazioni fra traduttrici, studiose e autrici, l’omaggio a al-Khalil si svolgeranno dal al dicembre 2019 .

Come saranno utilizzate le donazioni raccolte

Con i soldi raccolti verranno pagati i biglietti aerei, il vitto, l’alloggio, la traduzione consecutiva degli interventi, la redazione e la stampa di opuscoli, locandine e inviti.

Per saperne di più e contribuire all’iniziativa: https://www.produzionidalbasso.com/project/la-parola-alla-siria-voci-creative-di-donne-in-esilio/

***

RACCONTAMI UN POSTO

CON-CORSO DI STORYTELLING PER PAROLE E IMMAGINI

Posso accedere? è la domanda che molte persone si fanno e pongono quando devono recarsi in un luogo, ma Posso accedere? è anche la domanda che sottende all’incontro con l’altroposso accedere alla tua esperienza? Posso accedere al mondo dal tuo punto di vista?

Anche lo scrittore e il fotografo fanno la stessa domanda ai propri personaggi: si mettono nei loro panni per sentire quello che sentono loro, vedere quello che vedono, percepire quello che percepiscono. Ma come sente e vede il mondo una persona sorda, una persona con il passeggino, una persona cieca, un anziano? In linea con l’accessibilità universale cui vuole sensibilizzare il progetto Padova per tutti, la scrittura e la fotografia possono essere un’occasione utile per comprendere l’esperienza dell’accessibilità in un modo nuovo.

IL CORSO

COSPE Onlus nell’ambito del progetto PADOVA per TUTTI, propone un corso inclusivo di 10 incontri della durata di 2 ore circa ciascuno, presso gli spazi del CSV (Centro Servizi Volontariato) di Padova.

In questo percorso, i partecipanti si metteranno in gioco con la scrittura breve, non finalizzata solo alla produzione di un testo letterario, ma con l’attenzione puntata alla costruzione di un’esperienza altra dalla propria. Per fare ciò, lo strumento privilegiato sarà quello dell’intervista come strumento di interazione.

Gli incontri di fotografia prevedono una prima fase tecnica in cui si impareranno le basi della fotografia, della luce e della post produzione, successivamente ci si confronterà̀ sulla fotografia di ritratto .

Nel corso di ogni incontro si alterneranno momenti pratici e teorici, privilegiando una modalità

di apprendimento partecipato ed esperienziale. Il corso vedrà un primo incontro di contestualizzazione sul turismo responsabile e accessibile (a cura di Simona Zedda) e continuerà con dieci incontri di 2 ore ciascuno  per sviscerare le modalità dell’intervista (con Alessandro Busi) e la fotografia ritrattistica (con Lorenzo Scaldaferro) per imparare a produrre  una propria foto intervista sul modello Humans of New York di Brandon Stanton.

IL CONCORSO

Nell’ambito del progetto PADOVA per TUTTI è in programma a inizio 2020 il concorso multidisciplinare RACCONTAMI UN POSTO (responsabile e accessibile).

Gli interessati verranno invitati a ricercare esperienze di viaggio responsabile e accessibile, attraverso la produzione di foto interviste sul modello del progetto “Humans of New York” di Brandon Stanton. Una giuria di esperti poi, sceglierà i 3 lavori da premiare in occasione dell’edizione dedicata al turismo responsabile e accessibile del Festival IT.A.CÀ, in programma a Padova e dintorni a primavera 2020. Inoltre tutti i lavori dei partecipanti verranno esposti in una mostra dedicata.

Per saperne di più: https://www.facebook.com/events/739267609855692/

Info, iscrizioni e costi:

Mail  info@padovapertutti.it

Tel  335.74.90.329 Sara Miotto; 380.36.68.231 Chiara Conti  (COSPE Onlus)

www.padovapertutti.it

***

RED LAB

Darkroom over the borders

RedLab è un progetto che utilizza la fotografia analogica e la stampa in camera oscura come mezzo di espressione per le persone che hanno sofferto traumi e per chi vive o proviene da situazioni difficili o svantaggiate.

Il primo laboratorio di Redlab si è svolto nell’agosto 2018 in Kurdistan Iracheno all’interno del campo UNHCR di BajedKandala che ospita 12.000 persone. Il laboratorio è durato due settimane ed ha coinvolto venti adolescenti, all’interno del centro di Joint Help for Kurdistan, associazione Svedese, fondata dalla Dr.ssa NemanGhafouri.

Con il materiale prodotto dai partecipanti al laboratorio, RedLab ha iniziato una collaborazione con una Galleria d’Arte di Verona, Fonderia 20.9, per la realizzazione di un libro fotografico contenente gli scatti eseguiti dai ragazzi e le descrizioni di questi. I Dummy del libro sono stati stampati alla fine di luglio 2019.

Nel giugno 2019 RedLabha iniziato un laboratorio al Centro di Salute Mentale di Verona.

RedLab ha ora terminato il libro fotografico ed è pronto a presentarlo. Ha acquistato un’automobile e il Team viaggerà da Verona al campo UNHCR di BajedKandalanel Kurdistan Iracheno. Una volta giunto a destinazione, donerà l’automobile alla Clinica JHK e consegnerà a mano il libro alla Dr.ssa Nemam.

Puoi entrare a far parte del nostro progetto.

Ogni azione è fondamentale.

C/c intestato a MagMutua per l’Autogestione Coop. Soc.

c/o Banco BPM –Fil. Stadio

IBAN  IT49N0503411723000000006799

causale: Progetto RedLab

Il netto del ricavato verrà devoluto alla Clinica di JHK per l’acquisto di medicinali e materiali di consumo, per la realizzazione del laboratorio RedLabpresso il campo di BajedKandalae la diffusione del progetto.

Per maggiori informazioni:

http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/08/presentazione-redLab.pdf

http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/08/flyer-info-redlab_donazioni.pdf

Contatti:

https://www.facebook.com/redlabproject/

https://www.red-laboratory.com/

***

ONE BRIDGE TO IDOMENI ONLUS

SOS RIFUGIATI

Progetto Chios (GRECIA)

Dal 2015 l’isola di Chios, assieme a Lesbo e ad altre isole minori, si è ritrovata ad essere uno dei principali approdi dei migranti che salpano dalle coste turche per raggiungere l’Europa. Il campo profughi di Vial è il campo principale dell’isola, situato a sud di Chios.

Le condizioni del campo sono spesso state giudicate deplorevoli, se non inumane. Filo spinato a perdita d’occhio, una distesa di container bianchi nel bel mezzo di un secco paesaggio mediterraneo. A differenza delle isole vicine, Chios tiene lontano migranti e rifugiati dagli occhi della gente del posto. Il campo di Vial è ospitato in una ex fabbrica di alluminio nel villaggio di Chalkios, a più di sette chilometri di distanza dalla capitale dell’isola. Circa 1.500 uomini, donne e bambini migranti vivono in questo regno di cancelli e piastre di metallo giorno e notte sotto l’occhio vigile di Polizia ed esercito. Le condizioni igieniche sono al limite. I bagni, ma più in generale tutto il campo, sono invasi da ratti, serpenti e scarafaggi e il pericolo di diffusione di malattie è alto. Per carenza di tavoli le persone sono costrette a mangiare per terra in mezzo alla polvere e i serpenti.La prospettiva di chi sbarca è di permanere in questo luogo disumano per mesi prima di poter fare l’intervista per la propria domanda d’asilo.

A fronte di tutta questa disumanità, One Bridge To Idomeni ha deciso di aderire al progetto di CESRT: “PIC NIC TABLES”. L’obiettivo è di costruire tavoli con panche per consentire alle persone del campo di potersi sedere e consumare dignitosamente il proprio pasto.

Finora abbiamo costruito 75 tavoli, per una spesa complessiva di 3.000 euro ma vogliamo andare avanti. Aiutateci a garantire un posto a tavola alle persone del campo di Vial, per quanto banale possa sembrare anche queste piccole cose possono fare la differenza. CESRT ha continuamente bisogno di pannolini e ricambi di vestiti per rifornire le famiglie che vivono nel campo o che ogni giorno sbarcano sull’isola.

AIUTACI A PROSEGUIRE IN QUESTA IMPRESA FACENDO UNA DONAZIONE

IBAN: IT95S0501812101000012405106

intestato a: One Bridge to Idomeni.

Causale: Progetto Chios

Contatti:

info@onebridgetoidomeni.com

http://www.onebridgetoidomeni.com/

***

“La mia casa nel bosco”

La casa delle scrittrici per sole donne

Paola Vagliani è la fondatrice della guest house “La mia casa nel bosco” , una casa immersa nel verde ma non lontana dal piccolo paese di  Netro in Piemonte. lo splendido casale ha richiesto molto lavoro, dedizione e fondi per essere ristrutturato e diventare agibile sia per lei che per tutte le donne che avrebbe dovuto ospitare. Questo piccola oasi sulle colline biellesi sarebbe dovuta essere un rifugio per ricercatrici di bellezza. Purtroppo la notte del 2 dicembre 2017, a causa di una non corretta costruzione della canna fumaria, il tetto ha preso fuoco, devastando il primo piano e rendendo la casa inagibile. Paola Vagliani dopo tanto lavoro ha visto bruciare il suo sogno, ma non si è arresa ed è determinata a restaurare la casa, la sua unica casa, ma per farlo ha bisogno di raccogliere 40 mila euro, ha bisogno di essere aiutata, per questo ha lanciato sui social una campagna di raccolta fondi “400 MERAVIGLIOSE DONNE PER UNA CASA NEL BOSCO DEDICATA SOLO ALLE DONNE”.

Puoi aiutarla anche tu! Facendo una donazione  a:

IT94J0760110000001016992842

intestato a Paola Mariolina Vagliani

Regione Morello 2, 13896 Netro, Biella

https://www.facebook.com/pg/Giardino.di.Iside.Cascina.Morello/about/?ref=page_internal

https://www.facebook.com/paola.vagliani?fref=search&__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARDO9m1QMZWSHSpzKWdGy1XtDYNIXiiSgORkvNbDawBY8lMzNmspxcz645kCFWAQSEeqFt3DHjGIsn6S

348 9374427

amalia96@alice.it

***

Firma la petizione:

Aiutiamo Milano a salvare

l’oasi Piazza d’Armi

L’area della Piazza d’ Armi costituisce una grande oasi naturale, reale parco di biodiversità all’interno del tessuto urbano, unico in Italia e in Europa per caratteristiche e dimensioni.

Il Parlamento Europeo, a seguito della petizione presentata a marzo 2018 dal Comitato Cittadini per la Piazza d’ Armi e dall’ Associazione Parco Piazza d’Armi -Le Giardiniere- ha inviato nel marzo 2019 a Comune, Regione e ai Ministeri Finanze, Beni culturali e Ambiente un monito in cui: “fa suo l’appello dei cittadini contro il possibile scempio nell’ex Piazza d’Armi e invita a preservare i suoi valori ambientali, paesaggistici, storico-architettonici, nonché a porre vincoli urbanistici con gli appositi piani regolatori e paesaggistici”.

Il PGT, Piano di Governo del Territorio, in fase di approvazione, pur riconoscendo che “l’area di Piazza d’Armi è altamente strategica e costituirà uno dei più importanti esempi europei di riforestazione urbana quale patrimonio identitario della città ed asse fondante della qualità della vita urbana”, tuttavia prevede che solo il 50% della sua superficie territoriale sia destinata ad aree verdi”. Pertanto l’Associazione Parco Piazza d’ArmiLe Giardiniere (www.legiardiniere.it ) invita le cittadine e cittadini milanesi a sottoscrivere le osservazioni che verranno depositate attraverso la seguente petizione al Sindaco Sala e al consiglio comunale che chiede che:

La Piazza d’Armi venga, in sede di approvazione definitiva del PGT, destinata tutta, e non il solo 50%, ad un Grande Parco Pubblico Urbano comprendente l’intera area verde, boschiva e umida di 35 ha. E che tale intera area sia riconosciuta, mantenuta e valorizzata come capitale naturale di biodiversità cittadino”.

Per visualizzare l’intero comunicato stampa: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/06/Milano-Petizione-Comunicato-stampa-1-PDF.pdf

Fatelo anche voi: salviamo questo lembo di terra milanese!

Per accedere alla petizione: http://chng.it/b8Z7GTgW4L

***

Aiutiamo i bambini argentini

con l’Assoc. Ponti Onlus

 Due anni fa Patricia Centuriòn fondò la mensa “ El Capricho”, nella sua casa nel quartiere poverissimo di Villa Fiorito, in Argentina. In principio era organizzato come un Merendero dove veniva offerta nel pomeriggio una merenda ai bambini; a seguito del peggioramento della crisi economica cominciarono a presentarsi anche adulti in gravi difficoltà. Così decise, grazie all’aiuto di altri otto volontari/e, di offrire anziché una merenda una cena aperta sia a bambini/e che agli adulti. In una mensa popolare gestita da generosi volontari dove vengono offerti tre pasti settimanali, la situazione si è aggravata e faticano a trovare fondi per l’acquisto del cibo necessario per soddisfare un numero sempre maggiore di richieste.

Nella baraccopoli Maximiliano Subiela con il sostegno la Onlus Ponti, desidera in un prossimo futuro dar vita a un laboratorio di cinematografia per giovani e bambini/e, ma attualmente si è verificata un’emergenza primaria.

Ma Con la cifra di 30 euro possiamo offrire un pasto a ben 100 persone fra bambini/e, giovani e adulti in situazione di grave necessità.

 Qui di seguito potete vedere il breve video documentario, realizzato  da Maximiliano durante una visita alla mensa: https://youtu.be/fh61mnDrUM8

Anche voi con un piccolo contributo potete aiutare a raccogliere dei fondi da destinare all’acquisto di cibo per questa mensa con una vostra donazione (fiscalmente detraibile)

Anche 5 o 10 euro saranno molto utili alla causa

tramite un bonifico bancario:

UNICREDIT BANCA- IBAN:

IT88X 02 0081 1705 0000 4052 3496

tramite Paypal: paypal.me/pontionlus Causale: Liberalità per “Mensa El Capricho”

o potrete aiutarli devolvendo il vostro 5X1000 firmando

per PONTI ONLUS inserendo il  Codice Fiscale : 9317 8040 239

Per qualsiasi ulteriore informazione potete scrivere a: info@pontionlus.it

http://pontionlus.wixsite.com/ponti-onlus

www.facebook.com/pontionlus/

***

EL PAROL

Tra salute alimentare e inclusione

Una nuova start-up per il sociale, costituita da soci come l’Associazione Aquiloni Onlus e soggetti fisici impegnati per l’integrazione di persone socialmente svantaggiate vuole promuovere formazione e lavoro nel campo alimentare.

El Parol, Impresa Sociale srl ha aperto a San Pietro In Cariano, al Centro Esedra di Via Valpolicella 3F il suo negozio di prodotti BIO e naturali con annesso LABORATORIO DI GASTRONOMIA. Lo chef propone una linea di ricette alla riscoperta di tradizioni contadine regionali. Gli alimenti possono essere richiesti via e-mail o whats-App e acquistati presso il negozio di Via Valpolicella. El Parol può rispondere ad ordinativi confezionando quanto richiesto; offre prodotti con particolare attenzione alla produzione del territorio e coltivazioni stagionali.

Contatti:

elparolsrl@gmail.com

338 8479203

***

Coworking “Canarin”

con Reverse Impresa Sociale

Lo spazio di Coworking gestito da Reverse compie 6 anni ma si rinnova continuamente e cambia spesso formazione. Ora ci sono delle postazioni libere, se siete interessati o conoscete realtà che cercano casa, al Canarin in via Giolfino 4 VR sono disponibili degli spazi in affitto.

Il Canarin è uno spazio condiviso, dinamico, e giovane, dove ogni progetto può integrarsi e collaborare con il vicino di banco.

Per ulteriori informazioni:

info@reverselab.it
www.reverselab.it

347.1385267

***

AutoriTime

Parte AutoriTime, il progetto ideato dal Club delle Accanite Lettrici e Accaniti Lettori e dall’Associazione Botta&Risposta con lo scopo di dare voce e spazio agli autori locali. AutoriTime, come il Venerdì d’Autore e le letture ad alta voce, nasce sotto il marchio di qualità Valpolicella di Libri.

AutoriTime presenta opere di narrativa, senza limiti di genere, e poesia. Se sei maggiorenne e hai un manoscritto nel cassetto puoi inviarlo in formato pdf o cartaceo seguendo le modalità del regolamento.

Per visualizzare il regolamento: http://magverona.it/wp-content/uploads/2019/04/AutoriTime.pdf

Contatti:; www.accanitelettrici.org

***

Comitato “E’ STATO IL VENTO”

RACCOLTA FONDI PRO-RIACE

Il Comitato per la Costituzione della futura Fondazione di Partecipazione può contare finalmente su un sito www.estatoilvento.it/ ; un codice fiscale, un iban IT48P0501801000000016787921 intestato a Comitato “E’ Stato il vento”.

Il Comitato si propone di svolgere un ruolo di impulso e mediazione con le associazioni presenti nel territorio di Riace e con chiunque in Italia e in Europa abbia a cuore questa straordinaria esperienza per riprendere e strutturare le attività solidali che hanno reso il modello Riace famoso a livello internazionale attraverso una Fondazione di partecipazione. La scommessa è impegnativa: far ripartire l’accoglienza dei rifugiati, riaprire le botteghe, il ristorante, la fattoria didattica, il turismo solidale.

www.comunisolidali.org;  https://comunisolidali.org/wp-content/uploads/2019/01/gennaio-2019-raccolta-fondi.pdf; coordinamento@comunisolidali.org

sede legale Recosol -Comune di Carmagnola – piazza Manzoni 10-10022 Carmagnola TO segreteria 012248934-011 9724236 -Cod Fis.94048430014 – Partita Iva 08764760016

***

Emporio fai da noi

L’ Emporio fai da noi è servizio a favore della comunità elaborato da Leroy Merlin e gestito dalla Cooperativa Sociale Azalea presso lo Spazio di Piazza Brodolini (Piazza Giacomo Brodolini, dietro al Discount Di-più).

L’Emporio fai da noi è una biblioteca di prestito e di donazione di utensili e materiali per piccole ristrutturazioni, decorazioni e manutenzioni. L’altro più grande (dove sono disponibili anche attrezzature come levigatrici e un grande spazio di lavoro) è gestito invece dalla Cooperativa Sociale Gramigna presso il Giarol Grande in Via Belluno 26 a Verona.

L’Emporio è aperto a tutti e tutte gli e le abitanti del quartiere/della città nonché alle scuole alle associazioni.

La comunità può a sua volta donare agli empori (es. Vernici o materiali di costruzione).

Inoltre presso lo Spazio è presente anche il Servizio SOS fai da noi, sempre di Leroy Merlin, che mette a disposizione una serie di “Portieri di quartiere” e, per lavori più complessi, il personale di Leroy Merlin.

Locandina dell’iniziativa: http://magverona.it/wp-content/uploads/2018/11/orari-apertura-emporio-fai-da-noi-.pdf

***

 “R.ACCOLTI” 

a San Massimo verdure fresche 

condite con la SOLIDARIETA’

Nella prima metà di novembre sono disponibili in quantità e freschissime: insalata gentile verde e rossa – radicchio di Verona, di Chioggia, di Castelfranco  finocchi  prezzemolo  aglio.

Disponibili ad esaurimento: zucchine e peperoni. 

Novità: peperoncino rosso a punta – peperoncino rosso tondo.

La produzione viene ceduta, a fronte di una donazione, direttamente sul campo tutte le mattine da Lunedì a Venerdì – ore 8.30/12.30, mentre si lavora.  Si spera approfitterete in molti dell’occasione per visitare il Progetto R.ACCOLTI e provare di persona la qualità delle verdure.

L’indirizzo è via Brigata Aosta, 8/b – San Massimo (dalla parte del muro antico della via, che è a senso unico, si trova un cancello aperto dal quale si accede all’ORTO che è dotato di ampio parcheggio).

R.ACCOLTI è un progetto di Agricoltura Sociale che è nato dall’Associazione “Gli Orti di san Giuseppe ONLUS” con la collaborazione della Cooperativa Sociale “Il Samaritano”.

L’obiettivo è quello di associare l’aspetto produttivo proprio di un’azienda agricola – i RACCOLTI – con la ricerca di percorsi nuovi a sostegno di “misure di inclusione sociale attiva e partecipata” a favore di persone vulnerabili che, sull’orto, sono ACCOLTI.

Il progetto, partito a inizio 2015, si sviluppa su un ampio appezzamento ricevuto in concessione dal Comune di Verona e sito nel cuore del quartiere di San Massimo. Il campo, incolto da anni, è stato dissodato, arato, fresato, letamato e reso in condizioni di produrre.

Dal 2016, un gruppo di persone in svantaggio sociale coltivano verdura di stagione in pieno campo con metodi naturali, guidate da un agronomo volontario e sostenute da un educatore.

In questa attività agricola sono presenti diversi aspetti adatti a supportare un percorso di fattivo inserimento: responsabilizzazione individuale con compiti non gravosi da svolgere – richiesta d’impegno continuativo – lavoro di gruppo in ambiente gradevolmente positivo – risultati tangibili in poche settimane con soddisfazione personale e accresciuta autostima.

Sul campo vi è minimo uso di macchinari agricoli e, solo quando strettamente necessario, l’impiego unicamente di prodotti di difesa autorizzati per le colture a “Difesa Integrata” come da Disciplinare Regionale.

Sono alla RICERCA di VOLONTARI per la mattina del SABATO oppure GIOVEDI’ /VENERDI’ ore 18.00-19.30

come addetti al punto vendita   Se interessati, contattate  Adriano Merlini 348 247 3134

***

Mercato della Terra di Slow Food Sommacampagna

ogni prima domenica del mese

E’ stato inaugurato il 1° luglio 2018 il Mercato della Terra di Sommacampagna (VR). Si svolgerà ogni prima domenica del mese in Piazza della Repubblica, cuore della città, dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Si tratta di un progetto dell’Associazione Slow Food per promuovere la cultura del cibo “buono, pulito e giusto” e la tutela della biodiversità. Un luogo di scambio che difende un’agricoltura basata sulla sostenibilità, salvaguarda la biodiversità, sostiene l’economia locale, crea consapevolezza in chi acquista e punta ad una migliore educazione alimentare dei consumatori.

Saranno presenti piccoli agricoltori, produttori e artigiani del cibo selezionati in base ai principi di slow food, che venderanno i loro prodotti, tutti provenienti da un raggio massimo di 40 chilometri, quindi da un’area che comprende la provincia di Verona e le provincie limitrofe.

Saranno integrati da ospiti di altri territori, di volta in volta, sempre e comunque selezionati in base con gli stessi criteri e alla stagionalità dei loro prodotti: quindi non tutti i produttori potranno essere sempre presenti.

Per ulteriori informazioni:

Email gardaveronese@slowfoodveneto.it

https://www.fondazioneslowfood.com/it/mercati-della-terra-slow-food/mercato-della-terra-di-sommacampagna/

www.facebook.com/mercatodellaterra.sommacampagna

***

Piccola Biblioteca del Bosco

con Motus Mundi

E’ nata la Piccola Biblioteca del Bosco, in collaborazione con Motus Mundi Associazione Sportiva Dilettantistica, uno spazio che ha come temi fondamentali la Natura e il Movimento. Attraverso l’esperienza della biblioteca si vuole ridare una voce a questi libri, in un’ottica di condivisione di un bene comune di valore, che riguarda essenzialmente i due temi di Natura e Movimento. Per poter prendere in prestito o consultare un libro della Piccola Biblioteca del Bosco è necessario prendere un appuntamento scrivendo a info@ginnasticanaturale.it oppure chiamare Elena (3400703008). I libri possono essere presi in prestito per 30 giorni e solo in alcuni casi (libri fuori edizione, edizioni rare…) il prestito durerà 10 giorni.

Per consultare il catalogo dei libri:

https://ginnasticanaturale.files.wordpress.com/2017/03/catalogo3.pdf

Per maggiori informazioni in merito alla Piccola Biblioteca del Bosco:

https://ginnasticanaturale.wordpress.com/2017/03/26/piccola-biblioteca-del-bosco/