La morte dei braccianti riguarda tutti noi consumatori

La morte dei braccianti riguarda tutti noi consumatori

L’ Ufficio Studi Mag propone la lettura di un articolo di Stefano Liberti apparso su l’ Internazionale.it  lo scorso 7 Agosto.

I tragici incidenti accaduti sulle strade della Capitanata, in cui sono morti 16 lavoratori stranieri, riporta alla luce la questione delle condizioni di lavoro nel mondo dell’agricoltura italiana.

“Il caporalato è un effetto della mancata organizzazione, non una causa. È un meccanismo di intermediazione informale che prospera grazie all’assenza di un sistema di organizzazione del lavoro in agricoltura.”

Inoltre, nell’articolo l’autore mette in luce il ruolo che ha il consumatore nell’acquisto del pomodoro o del cibo a basso costo.

“Perché quando noi compriamo sottocosto, c’è sempre qualcun altro che quel costo lo sta pagando.”

 

 

Potete leggere l’articolo completo qui.

 

Buona lettura!

Ufficio Studi Mag