Le News di Mag Verona – N. 244

Le News di Mag Verona – N. 244

Se non visualizzi correttamente clicca sotto:

NEWSLETTER SCARICABILE

 

Notizie dalla Mag di Verona

244 – 22 gennaio 2021 / 5 febbraio 2021

***

MAG & DINTORNI

 

***

CONDIVIDETE CON NOI LE VOSTRE

INIZIATIVE!

La newsletter sarà più ricca e arriverà a tante e tanti

 

Invitiamo tutte e tutti coloro che promuovono iniziative di condividerle non solo attraverso Facebook, ma anche di inviarcele via posta elettronica: le inseriremo volentieri nella newsletter. Questo ci permetterà di arricchirla grazie ai vostri interessanti e coinvolgenti eventi e di poter dare maggior risonanza e spazio alla ricerca diffusa e alle pratiche creative e autorganizzate nei diversi contesti.

 

Scrivete a: info@magverona.it; tel. 045-8100279 – Giulia Pravato.

 

***

ULTIMO A&p

Autogestione & Politica Prima

”VITE ALL’OPERA NELLE MAGLIE DELLA PANDEMIA“

 

N.1 / gennaio – marzo 2021

 

È uscito il nuovo numero del trimestrale di Azione Mag e dell’Economia Sociale.

 

Indice:

  • L’UMANITÀ ALLO SPECCHIO DEL CORONAVIRUS: VECCHIE E NUOVE FRAGILITÀ

a cura di Elisabetta Zamarchi

 

  • Alla Cooperativa Scolastica Cappelletti in tempo di Covid è scattata la creatività

a cura di Tommaso Vesentini

 

  • SE SHAKESPEARE VA SUL WEB

Quando il teatro crea comunità ai tempi del Covid

a cura di Paolo Dagazzini

 

  • LE CITTÀ VICINE NELL’ERA DELL’EMERGENZA CLIMATICA E PANDEMICA

a cura di Simonetta Patanè

 

  • COLTIVARE RELAZIONI ANCHE IN TEMPO DI PANDEMIA: L’esperienza del progetto Abbracci tra bisogni di aggregazione e distanziamento fisico forzato

a cura di Gemma Albanese

 

  • A.G. (TERRITORIO ATTIVO GIOVANI)

Diamo voce ai/alle giovani comunque

a cura di Stefano Cestaro

 

  • VERONA “VERDE”: UN FUTURO CHE SI PUÒ COSTRUIRE

a cura di Fabiana Bussola

 

  • Louise Michel, Pia Klemp e Banksy

a cura di Anna di Salvo

 

  • Né sesso né lavoro. Politiche sulla prostituzione

a cura di Ana Manderu Mendez

 

  • LE CITTÀ VICINE ALLA LUCE DI QUESTO PRESENTE

a cura di Mariella Pasinati

 

  • Mail art 2020: “RIGENERAZIONE”

a cura di Katia Ricci

 

  • Spot ironico sugli assorbenti? Vedo uno sguardo maschile senza misura

 a cura di Clelia Mori

 

Vi ricordiamo che è possibile sottoscrivere l’abbonamento ad Autogestione & Politica Prima” al costo di € 25 annui cliccando al seguente link: http://magverona.it/partecipa-e-sostieni-la-mag/abbonati-alla-rivista-ap/

Per qualsiasi indicazione rivolgersi a:

Segreteria CASA COMUNE MAG – Giulia Pravato

Tel. 0458100279 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30)

Mail: info@magverona.it

Sito: http://www.magverona.it

 

***

NUOVO BANDO di 

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE 2021

Scadenza 15 febbraio 2021 ore 14.00

 

Sono aperte le domande per la selezione di giovani (18-28 anni) per il bando 2021 di Servizio Civile Universale.

Quest’anno la nostra associazione/ente ha disponibili 3 posti per uomini e donne.

 

Caratteristiche del progetto:

  • durata 12 mesi
  • 3 posti per ragazzi e ragazze con un’età compresa tra i 18 e i 28 anni e 364 giorni (alla data della domanda);
  • Indennità mensile di 439,50 €;
  • 1145 ore/anno, un impegno di circa 25 a settimana;
  • Permessi straordinari per ogni esame sostenuto;
  • 20 giorni di permesso;
  • Oltre 100 ore di formazione;

 

Il progetto “BANKSY, Informazione Urbana” impegnerà i ragazzi/e nelle seguenti aree d’intervento:

 

Area Terzo Settore: i/le giovani in Servizio Civile affiancheranno i/le operatori/trici MAG nelle attività di ascolto, accompagnamento tecnico-aziendale, formazione all’autogestione, alle Imprese Sociali e Organizzazioni Non Profit nascenti e in rilancio; inoltre, parteciperanno alla promozione dell’Economia Sociale in contesto veronese.

Area Microcredito: supporto all’attività dello Sportello di Microcredito MAG nella gestione di progetti e nell’attivazione di competenze specifiche di microfinanza, attraverso azioni di prevenzione delle nuove povertà, tramite la realizzazione di attività informative e formative nell’ambito dell’educazione finanziaria, del microcredito di emergenza e/o per avvio di impresa.

Area Promozionale-Culturale: supporto all’attività di Comunicazione e Marketing Sociale di Mag Verona, attraverso la gestione della newsletter periodica, redazione e pubblicazione di materiali informativi, divulgativi e didattici; redazione di A&P (“Autogestione e Politica Prima”), attività di fund-raising; organizzazione di attività seminariali, divulgative, didattiche.

 

 

 

Tempi e Modalità di presentazione della domanda:

 

Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 dell’8 febbraio 2021.

 

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre essere riconosciuto dal sistema, che può avvenire in due modalità:

  1. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale gov.it/it/piattaforme/spidsono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.
  2. I cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home pagedella piattaforma stessa.

 

ATTENZIONE: Per ogni bando è possibile presentare UNA SOLA DOMANDA, pena l’esclusione dal bando.

Per ulteriori informazioni collegati al sito

http://magverona.it/2020/12/servizio-civile-nazionale-2021/

 

Per inviare la domanda si prega di selezionare il progetto BANKSY – Informazione urbana” presentato da Federazione del Volontariato di Verona ODV presso la sede MAG di Via Cristofoli 31/A- Verona 

 

Per gli/le aspiranti volontari/e  si terrà un incontro informativo online promosso dal CSV – Centro Servizi Volontariato il giorno 26/01/2020 alle 18.00 collegandosi al seguente link  su piattaforma zoom  https://bit.ly/3hdHZM1.

Partecipando all’incontro ci sarà la possibilità di avere tutte le informazioni sui progetti presentati e di avere un confronto con quanti/e  hanno terminato di recente la propria esperienza.

Informazioni sul bando e le modalità per partecipare sono disponibili nella pagina dedicata  https://bit.ly/3rpNb42

 

Mag Mutua per l’Autogestione Cooperativa Sociale

Tel: 045-8100279 Dal Lunedì al Venerdì ore 09.30- 12.30

(Giulia Pravato)

Mail: info@magverona.it

 

***

BOSCÀJA

Contadini/e e imprese per il clima

 

Progetto nato per un rimboschimento responsabile della provincia di Verona. Le realtà sostenitrici di questa idea sono Ca’ Magre, A.Ve.Pro.Bi (Associazione Veneta Produttori Biologici), A.R.I. (Associazione Rurale Italiana), Co.Ge.V. (Cooperativa Gestione Verde), Terra Viva, Baldo Festival, Comitato Mag per la Solidarietà Sociale Onlus, Mag Mutua per l’Autogestione Cooperativa Sociale e la Rete delle Nuove Vite Contadine.

 

“Il momento migliore per piantare un albero era vent’anni fa. Il secondo miglior momento è ora.” (Proverbio cinese)

 

OBIETTIVO

 

Affrontare il problema del cambiamento climatico, divenuto oramai urgente ed improcrastinabile, facilitando l’incontro tra Contadine/i e possibili Sostenitori, ponendosi l’obiettivo di piantare nuovi boschi nella provincia di Verona e dintorni.

 

        ATTORI

 

Contadine e Contadini che si impegnano a piantare e manutenere i nuovi boschi nelle proprie aziende agricole o in appezzamenti conferiti da altri.

Aziende e soggetti Sostenitori che si impegnano a fornire le risorse necessarie acché ciò avvenga.

Comitato BOSCÀJA che si impegna nel coordinamento, promozione e supervisione del progetto cercando di mantenere la sostenibilità e la totale trasparenza.

RIFLESSIONI

Oltre ai benefici ambientali, questa iniziativa avrà impatti positivi anche dal punto di vista sociale e da quello economico, creando occasioni di sviluppo locale.

Per le imprese donatrici diventa opportunità per esprimere la propria responsabilità sociale e riparare ad eventuali impatti ambientali dovuti ai loro processi produttivi.

 

Per approfondire:

http://magverona.it/wp-content/uploads/2020/12/Progetto-Boscaja.pdf

 

Per info: formazione.progetti@magverona.it

 

***

RSI: RESPONSABILIZZARE E SOSTENERE LE IMPRESE NELL’ADOZIONE

DI PRATICHE SOSTENIBILI

 

Mag – Mutua per l’Autogestione Cooperativa Sociale, in collaborazione con il capofila AIV Formazione, organizza DUE percorsi formativi gratuiti, rivolti a persone disoccupate, per diffondere sul territorio una cultura di rispetto per l’ambiente, sviluppo sostenibile e responsabilità di comunità. I percorsi si svolgeranno, in modalità online, nell’ambito del progetto “RSI: Responsabilizzare e Sostenere le imprese nell’adozione di pratiche sostenibili”, finanziato dal FSE di Regione Veneto.

 

 

1) Adottare uno stile di vita sostenibile e inclusivo (16 ore)

 

Si affronteranno tematiche legate all’introduzione di comportamenti sostenibili da svolgersi nella quotidianità per salvaguardare il più possibile il territorio, migliorare le pari opportunità e le disuguaglianze.
Partendo da una panoramica che toccherà i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU e i principi di “Strategia Europa 2020” varata dall’Unione europea per creare le condizioni favorevoli a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, si andranno man mano ad esaminare i comportamenti quotidiani che provocano un consumo eccessivo di risorse e impattano notevolmente sul nostro ciclo di vita, per cercare soluzioni innovative alla portata di tutti e adatte a migliorare i comportamenti.

L’obiettivo è quello di far comprendere che ognuno, nel proprio piccolo, è responsabile della protezione del territorio e della propria comunità.

 

 

2) Principi di economia circolare (16 ore)

 

L’intervento formativo si pone il duplice obiettivo di osservare il mercato del lavoro odierno che risulta, negli ultimi anni, sempre più concentrato ad investire in risorse che posseggono competenze “green” e di approfondire i principi dell’economia circolare per fornire ai partecipanti competenze che possano spendere nella ricerca del lavoro.

L’interessamento sempre maggiore delle aziende su tematiche legate allo sviluppo sostenibile e alla promozione del risparmio energetico rende necessario offrire ai disoccupati del territorio delle conoscenze e delle competenze di base per capire il funzionamento della cosiddetta economia circolare per essere maggiormente preparati ai cambiamenti futuri in fatto di sviluppo sostenibile del settore industriale e dei servizi.

Attraverso l’intervento i disoccupati riceveranno nozioni e principi base sul funzionamento di queste nuove frontiere dello sviluppo sostenibile che potranno poi spendere nella ricerca del lavoro “responsabile”.

 

 

Requisiti per accedere al percorso:

 

Essere disoccupati ai sensi della Legge n. 26/2019 art. 4 comma 15-quater e del D. Lgs. 150/2015, beneficiari e non di prestazioni di sostegno al reddito

Essere residenti o domiciliati nel territorio regionale

Interesse verso le tematiche degli interventi

 

Previsione inizio attività: febbraio 2021

 

I posti disponibili sono 8 (per ogni corso)

 

Modalità di fruizione: tramite piattaforma online

 

PER PARTECIPARE, inviare all’indirizzo info@aivformazione.it i seguenti documenti:

MODULO DI ISCRIZIONE ALLEGATO

DICHIARAZIONE DI IMMEDIATA DISPONIBILITÀ RILASCIATA DAL C.P.I. (Centro Per I’Impiego)

PATTO DI SERVIZIO IN VENETO

 

PER SCARICARE IL MODULO DI ISCRIZIONE SEGUI IL SEGUENTE LINK:

http://magverona.it/wp-content/uploads/2020/12/Locandina-A4-e-modulo-isc.pdf

 

 

Per maggiori informazioni: 045 630 4651

 

***

RETE INTEGRATA PER I GIOVANI

DEL VERONESE

 

Capofila del progetto è Lavoro&Società, Mag Servizi è partner di progetto assieme a: Energie Sociali, Hermete, Cosp Verona, Sol.Co, Scaligera Formazione e Fondazione Edulife.

 

Il progetto prevede interventi di orientamento, sviluppo alla ricerca di lavoro e tirocinio per giovani afferenti a diverse categorie di svantaggio o componenti di nuclei famigliari in situazione di fragilità o marginalità sociale (NEET). L’obiettivo generale del progetto è garantire una rete integrata tra attori pubblici e privati ma anche tra le diverse reti dell’orientamento e dell’inclusione sociale presenti nelle provincia di Verona. Grazie ai numerosi partner operativi di progetto e alla presenza degli enti di riferimento per le diverse tipologie di imprese presenti sul territorio sarà garantito il principio di prossimità con l’utenza nell’erogazione del servizio.

 

DESTINATARI: giovani di età compresa tra i 16 e 29 anni che non lavorano e non studiano.

I destinatari dovranno inoltre rientrare in uno dei seguenti target:

TARGET A – Giovani appartenenti a nuclei beneficiari Reddito di Inclusione /Reddito di Cittadinanza);

TARGET B – Giovani segnalati dai servizi territoriali (Comuni/Az.Ulss/altri);

TARGET C – Giovani disoccupati da almeno 12 mesi che non sono mai stati destinatari di interventi a valere sul Programma Garanzia Giovani;

TARGET D – Minori che hanno assolto all’obbligo di istruzione, non inseriti in percorsi scolastici/formativi o di apprendistato.

 

Mag all’interno del progetto svolgerà:

10 orientamenti iniziali (da 3 ore)

7 orientamenti approfonditi (da 5 ore)

4 tirocini della durata di 3 mesi che prevedono un rimborso spese per i/le destinatari/e

 

Se cerchi lavoro e sei interessato contattaci

 

Per info: 045573011 – formazione.progetti@magverona.it

 

***

CONTA SU DI NOI

Corso online gratuito per aspiranti tutor a supporto di imprese nascenti, per coniugare desideri, competenze e agire.

Il progetto “Conta su di noi”, promosso da Mag Mutua per l’Autogestione Coop. Soc., nasce per dare risposte a quanti e quante vivono una fase di difficoltà legata ad una precarietà economica e/o lavorativa, precarietà che caratterizza le vite di sempre più persone. Per dare sostegno lavorativo a quanti e quante desiderino avviare una propria impresa, organizzeremo percorsi personalizzati di formazione e accompagnamento.

In aggiunta – con il presente corso – intendiamo formare volontari e volontarie che si affianchino come tutor a questi neo-imprenditori/trici. Uomini e donne che desiderino donare parte del loro tempo per seguire – insieme agli operatori/trici Mag – chi si mette in gioco nei percorsi di avvio della propria impresa, percorsi in cui è importante avere accanto una figura di sostegno con cui confrontarsi.

Le lezioni si terranno dalle ore 14.30 alle ore 17.30 nelle seguenti date:

 

INCONTRO 1:     11 febbraio  

La figura del tutor per accompagnare imprese nascenti: competenze e passione

Lina Ercolini – Fond. Un raggio di luce Pistoia 

INCONTRO 2:    18 febbraio 

Come accompagnare lo sviluppo dell’idea d’impresa

Stefania Colmelet e Simone Gentili – Mag Verona

 

INCONTRO 3:      25 febbraio

Finanza solidale e altre fonti di finanziamento: prospettive per finanziare virtuosamente l’economia sociale

Paolo Dagazzini e Tommaso Mastelli – Mag Verona

 

INCONTRO 4:      4 marzo 

Come reagire alle criticità e ai conflitti nella gestione dell’impresa

Riccardo Sartori – Università di Verona Dip di Scienze Umane

 

Gli incontri si svolgeranno online sulla piattaforma Zoom. Il link per collegarsi sarà comunicato al momento dell’iscrizione.

Per partecipare è necessario iscriversi al link: https://forms.gle/KSUMuK9wA8PmRM1U6

Oppure ai seguenti recapiti (anche per informazioni):

Tel. 0458100279 – E-mail: microcredito@magverona.it

Scarica qui la locandina del corso.

 

***

Questo corso è parte del progetto “Conta su di noi”, con cui Mag si rivolge a tutte quelle persone che desiderano riflettere sulla loro gestione economica e sulla loro situazione lavorativa per migliorarle.

Per questo l’obiettivo del progetto è quello di fornire un supporto concreto in grado di portare ad una maggiore serenità economica e/o lavorativa attraverso l’accompagnamento in due dimensioni:

1.La gestione delle risorse familiari, attraverso percorsi individuali di accompagnamento alla gestione del bilancio familiare. Questi percorsi mirano a far superare positivamente un periodo di difficoltà economica, e/o ad insegnare a progettare serenamente il proprio futuro, anche guidando a ripensare una gestione del denaro e degli acquisti più sana e aderente ai propri bisogni.

Ai percorsi individuali si affiancano corsi di formazione sull’educazione finanziaria rivolti a diverse tipologie di persone: famiglie, giovani coppie, anziani, neo-maggiorenni, studenti, migranti, ma anche ad operatori/trici del sociale e volontari/ie che vogliano approfondire questi aspetti per leggere meglio i bisogni di chi a loro si rivolge.

2.L’orientamento al lavoro, per quanti e quante non hanno occupazione o ne hanno una precaria che non gli consente una serenità economica e di vita.
In concreto realizzeremo percorsi individuali di orientamento al lavoro e inserimento lavorativo rivolti a 40 beneficiari. In parallelo, per chi invece dimostra propensione all’auto-impresa, organizzeremo percorsi personalizzati di accompagnamento e consulenza per l’avvio di impresa, per 40 aspiranti imprenditori ed imprenditrici..

Il servizio garantisce inoltre un ascolto sincero e non giudicante delle situazioni personali, volto ad una comprensione profonda delle situazioni vissute e a trovare in relazione le soluzioni più adatte.

Il progetto ha preso avvio il 1° ottobre 2020 e ha durata triennale.

Per maggiori informazioni sul progetto scarica la brochure qui.

 

***

RI-CIAK Cinema di Comunità

PROSEGUE LA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING!

 

Il Ciak è stato uno storico cinema di Veronetta, chiuso da una decina d’anni e che diverse generazioni ricordano ancora con affetto.

Un gruppo composto da cittadine e cittadini con diverse esperienze e competenze ha deciso di unirsi per ridargli vita e trasformarlo in un luogo di aggregazione e socialità, svago e offerta culturale.

 

Per poter riaprire il cinema ha bisogno di essere ammodernato. Abbiamo quindi pensato ad una campagna di crowdfunding, ossia una raccolta fondi che si svolge attraverso una piattaforma online.

 

In pratica, vogliamo raccogliere 30mila euro sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso, cifra che servirà per il primo step dei lavori, cioè per contribuire alla sistemazione degli spazi al piano terra. Questa prima fase di intervento è molto importante in quanto permetterà al Ri-Ciak di tornare a essere visibile nel quartiere, diventando la sede per la gestione delle prime attività.

 

La campagna è online sulla piattaforma produzionidalbasso.com fino al 17 gennaio 2021 e permette a chiunque di donare facilmente diversi importi a supporto di Ri-Ciak.

 

Ci sarà la possibilità di donare degli importi fissi (10, 25, 55, 100, 250 euro), o l’importo che si preferisce. Per tutti coloro che doneranno sarà prevista una ricompensa simbolica, come segno di ringraziamento di cuore da parte di Ri-Ciak per il supporto e la fiducia dati.

 

Qui il link alla pagina per donare:

https://www.produzionidalbasso.com/project/ri-ciak-cinema-di-comunita/

 

Oltre alla possibilità di donazione, vi ricordiamo che il gruppo Ri-Ciak è sempre alla ricerca di persone che vogliano partecipare attivamente come volontari/ie.

D’altronde, Ri-Ciak vivrà grazie a tutti e tutte noi, grazie anche a voi quindi che avete aderito o che aderirete al progetto! Chi partecipa come volontario/ia infatti potrà anche contribuire, secondo i propri desideri, capacità e competenze, alla vita del cinema di comunità e in futuro anche alla programmazione dei film e degli eventi e alla gestione delle sale. Il nostro intento è anche quello di creare dei posti di lavoro, una volta aperto il cinema.

 

E’ fondamentale passare parola e diffondere il più possibile questa campagna nei prossimi due mesi, sia online che offline; abbiamo bisogno del vostro supporto!

 

Potete seguire la nostra campagna di crowdfunding su Facebook e, da adesso, anche su Instagram (www.instagram.com/cinemariciak) e condividerla su tutti i social con l’hashtag #ApriamoIlRiciak

 

Resta comunque attiva la nostra campagna di azionariato popolare!

 

Attualmente siamo 313 soci/e, ne mancano 687:

sottoscrivi anche tu la tua quota!

 

Potete diventare soci/ie di ViveVisioni con una quota di adesione da 55 euro.

 

Potete versare la cifra in contanti durante gli eventi di promozione oppure con bonifico sul c/c intestato a:

 

Ass. ViveVisioni Impresa Sociale c/o Cassa Padana – Fil. Verona 

IBAN IT87O0834011700000002100875 

Causale (da specificare sempre) “Ri-Ciak quota adesione”

(contestualmente inviaci la scheda compilata con i tuoi dati a info@riciak.org  Trovi la scheda qui: http://www.riciak.org/wp-content/uploads/2020/07/Scheda-adesione-Riciak-NUOVO-IBAN.pdf)

 

Sostengono il progetto: Università di Verona – Dipartimento Culture e Civiltà, Accademia di Belle Arti, Mag Verona, Camera di Commercio di Verona e la sua Agenzia t2i, CGIL di Verona, CISL di Verona, CAI di Verona, Fevoss, ANPI Verona, ACLI Provinciali di Verona, Legambiente Verona, Combonifem, Fondo Alto Borago, ARCI Passepartout.

 

Il 9/10/2018 il gruppo si è ufficialmente costituito nell’Assoc. ViveVisioni Impresa Sociale, con sede in Verona, Via Cristofoli 31-A c/o Mag.

Dopo l’interruzione dovuta a COVID19, siamo in una fase di rilancio, simbolicamente avviata anche con il rinnovo del consiglio direttivo con la partecipata Assemblea del 29 luglio 2020: Franca Rizzi (presidente), Massimo Rimpici, Andrea De Manincor, Rocìo Perotto, Mariangela Castagna, Fabrizio Creston e Loredana Aldegheri saranno il nuovo gruppo guida che porterà alla fase 2 del progetto.

 

 

Per maggiori info:

 

E-mail: cinemariciak@gmail.com

Cell: 3397858979

www.riciak.org

www.facebook.com/riciakverona

www.instagram.com/cinemariciak

 

 

***

ABBRACCI

 

“Abbracci” è un progetto (finanziato da Fondazione Cariverona) che fonda le proprie radici nel rafforzamento di comunità, nella sua attivazione, relazione e protagonismo attraverso la rivitalizzazione di 4 spazi (S.Martino Buon Albergo, Santa Lucia, San Massimo e Dossobuono) come luoghi d’incontro, di scambio e di cura. Qui saranno promosse attività di aggregazione ludico – ricreative, educativo – formative e servizi di sollievo e cura per minori, anziani, persone con disabilità e per le famiglie, integrando figure professionali e risorse del territorio.

Il capofila del progetto è la Coop.Soc. L’Alveare e vede coinvolti 14 partner operativi:

Mag Mutua per l’Autogestione Coop. Soc., Piccola Fraternità Fondazione Onlus, Il Germoglio Onlus, Le Fate Onlus, Agor Onlus, Fondazione La Piletta, Give Me 5, l’Infanzia Coop.Soc., Tangram Onlus Coop.Soc., Ass. Ugualmente Sociale, Ass. la Strada Casa Laboriosa, Miltiforme Coop.Soc. Onlus, Omnia Impresa Sociale, Il Melograno Verona.

I partner fanno parte della Rete Mag, ne condividono i valori e credono nella corresponsabilità e nella valorizzazione del bene comune.

 

 

LE ATTIVITÀ DI QUESTO PERIODO:

 

Associazione Il Melograno

I PICCOLI/E AL CENTRO

 

E’ un progetto rivolto alle famiglie con bambini e bambine che non frequentano il nido. Un luogo in cui mamme, papà e altre persone di fiducia, che quotidianamente si occupano dei piccoli/e, condividono il tempo di cura dei primi tre anni di vita dei bambini/e.

È mediante la relazione affettiva, esperienze di movimento e manipolazione che il bambino/a acquisisce una conoscenza di sé e del mondo che lo circonda, costruisce e sviluppa la sua intelligenza e le prime competenze sociali. Nel tempo trascorso assieme osserviamo i momenti in cui ogni bambino/a si concentra spontaneamente, per ampliarli attraverso proposte sensoriali (cestino dei tesori, sacchettini tattili o profumati, cantilene), di coordinazione occhio-mano (travasi, matrioske) e creative (modellare), che rispettano i tempi, gli interessi e il desiderio del bambino di fare da solo. I materiali sensoriali e le attività sono proposti dalle operatrici ma costruiti e gestiti insieme, secondo l’interesse e la partecipazione degli iscritti. Si condividono inoltre informazioni su iniziative e servizi pubblici e privati, che rispondono ai bisogni specifici di questa intensa fase di vita. L’attività si svolgerà lunedì e il mercoledì dalle 10.00 alle 12.00, presso il Centro Culturale 6 Maggio 1848, via Mantovana 66, dal 5 ottobre 2020 a giugno 2021. Gli incontri sono gratuiti su prenotazione, organizzati nel rispetto dei principi di prevenzione specifici per il contesto dei servizi per l’infanzia 0-6 anni, previsti per la Regione Veneto (ordinanza n. 84 del 13 agosto 2020).

Per informazioni telefonare a:

– Federica 349 3136106 – educatrice, Associazione Il Melograno

– Cecilia 3470689385 – operatrice sociale, Associazione Le Fate

 

Fondazione Piccola Fraternità di Dossobuono

“SPESA A CASA” e “UN NONNO PER AMICO”

 

Nell’ ambito del progetto sono stati attivate 2 iniziative promosse dalla Fondazione Piccola Fraternità di Dossobuono: “Spesa a Casa” e “Un Nonno per Amico”.

“Spesa a Casa”, è un servizio gratuito di consegna della spesa alimentare a domicilio, destinato a coloro che sono impossibilitati a muoversi. Chi interessato potrà chiamare il 347 8115691 o scrivere a dossobuono@abbracciverona.org.

Inoltre riparte l’attività gratuita di contatto telefonico “Un Nonno per Amico” rivolto a chi si sente solo e ha la necessità di dialogare con qualcuno. Questo servizio attiva il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 chiamando il 347 8115691 o scrivendo a dossobuono@abbracciverona.org.

 

 

Per maggiori info:

Sito: http://abbracciverona.org/

Facebook: https://www.facebook.com/abbracciVr/

Mail: info@abbracciverona.org

 

***

One Bridge To Idomeni

RACCOLTA SOLIDALE DI MATERIALE UMANITARIO

PER LA BOSNIA ERZEGOVINA

 

 

Nelle ultime settimane sono state diffuse molte notizie sulle condizioni disumane delle migliaia di persone migranti bloccate sul confine della Bosnia Erzegovina con la Croazia. Le temperature gelide stanno mettendo in serio pericolo la vita di coloro che sono costretti a cercare un rifugio di fortuna nelle vecchie fabbriche o case abbandonate o addirittura si trovano costrette a vivere in tende nei boschi spesso con accesso limitato ad acqua, beni alimentari ed elettricità.

Per rispondere per quanto possiamo a quest’emergenza, l’Associazione ONE BRIDGE TO IDOMENI ha deciso di organizzare una raccolta solidale in supporto a  No Name Kitchen, ONG attiva nelle città di Velika Kladuša e Bihaæ, vicina alla realtà associativa per ideali e operato. Tale raccolta sarà effettuata presso la CHIESA DI SAN FELICE EXTRA (VR) nelle giornate di venerdì 22, sabato 23, martedì 26 e giovedì 28 gennaio dalle 18.00 alle 19.30;domenica 24 gennaio dalle 11.00 alle 13.00.

Ogni aiuto è prezioso. Se non si ha la possibilità di recuperare il materiale richiesto, è  possibile contribuire con una donazione che verrà utilizzata per sostenere le persone migranti in Bosnia Erzegovina.

Sulla locandina maggiori info riguardo i beni necessari: https://www.facebook.com/onebridgetoidomeni/photos/a.694141060728426/1963674627108390/

Per donare:

IBAN Banca Etica: IT95S0501812101000012405106

Intestato a: One Bridge to Idomeni

Causale: Donazione Progetto Bosnia

PAYPAL

Il modo più semplice, per noi e per te.

Qui il link: https://www.paypal.me/1bridge2idomeni?locale.x=it_IT

 

Per info:

info@onebridgetoidomeni.com

 

 

***

EX-CAVA DELLO SPEZIALA

Il BOSCO di Verona può diventare una discarica

 

L’ex-cava Speziala di S. Massimo, oggi bosco e riserva di biodiversità, è in pericolo perché vi sono dei progetti, presentati da privati, per farla diventare una discarica.

Nell’ottobre 2020 si è costituito formalmente il comitato “un parco per la città”, al quale anche Mag ha aderito. Questo rappresenta solo l’ultimo passo di una storia iniziata dalla prima metà degli anni ‘70, quando alcuni/e cittadini/e di San Massimo iniziarono ad impegnarsi sulle tematiche della gestione delle cave sul loro territorio e del futuro di quelle aree una volta terminate le operazioni di cavatura.

La risposta è stata entusiasmante ad oggi hanno aderito 73 socie e soci individuali e 24 associazioni aderenti.

Lunedì 25 gennaio, il Comitato incontrerà i capigruppo in Consiglio Comunale di Verona, ed in quell’occasione saranno consegnate le firme raccolte con la petizione per chiedere l’acquisizione del BoscoSpeziala da parte del Comune e la sua trasformazione in parco pubblico. Sono state superate le 5.300 firme, per chi non avesse ancora firmato può farlo fino alla sera di domenica su https://www.change.org/bosco-cavaspeziala

È stato elaborato anche un progetto ed inviato al Comune di Verona come “manifestazione di interesse” del Comitato nell’ambito del percorso propedeutico alla progettazione della Verona del futuro.

Il progetto è stato chiamato “BoscoSpeziala – Parco della Biodiversità di Verona”:

Speziala: è il toponimo che identifica l’area destinata a cava 50 anni fa

Bosco: chiarisce quello che adesso è diventato spontaneamente quell’ambiente

Parco: è la destinazione che si propone per questo bene comuneBiodiversità: rappresenta la ricchezza di un ambiente ricco ed unico sul nostro territorio

Verona: il Parco sarà a servizio di tutta la città, ma potrà costituire un importante segnale di una rinnovata attenzione all’ambiente di Verona.

 

Per maggiori informazioni e notizie si può visitare:

il sito: https://www.unparcoperlacitta.it/

la pagina Facebook: https://www.facebook.com/unparcoperlacitta

YouTube:

https://www.youtube.com/channel/UClb6Zk7edUQhBfqjTzfTnJw?view_as=subscriber

***

ARI -Associazione Rurale Italiana

APPELLO PER FERMARE TRATTATO UE-MERCOSUR

 

ARI Associazione Rurale Italiana sottoscrive e invita a diffondere l’appello per fermare il trattato UE-Mercosur che minaccia la sovranità alimentare e i diritti dei/delle contadini/e di tutto il mondo. Tale trattato è la prova lampante dell’incongruenza delle politiche europee, che da una parte parlano di Green Deal e strategie “Dal Campo alla Forchetta” e dall’altro continuano a supportare l’espansione del mercato globale e lo sfruttamento delle economie di altri Paesi. ‼

 

Per info:

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3860881993942320&id=288737417823480&sfnsn=scwspmo

 

Per firmare Appello:

http://s2bnetwork.org/firma-lappello-della-coalizione-per-fermare-il-trattato-ue-merco sur/?fbclid=IwAR2qgykz2FRQjOU9I_U8lu9jvUeSNVuVnF3F5NGWgX7Evevvir53oJCQLmg

***

FEVOSS

Raccolta fondi

 

Fondazione FEVOSS Santa Toscana promuove una raccolta fondi per un progetto di accoglienza temporanea a famiglie in difficoltà.

Ecco di seguito la lettera del Presidente:

 

“Agli inizi della “Fondazione Fevoss Santa Toscana” avevo fretta di raggiungere in breve tempo il nostro sogno di bene. Ma, come avviene nella vita di ogni essere umano, così nelle opere c’è bisogno di rispettare il tempo di ogni conquista. La crescita richiede pazienza, amorevolezza e determinazione. In tal modo abbiamo percorso i primi tre anni: 2017, 2018, 2019. E i bilanci di questo periodo ci indicano un progresso lento ma costante, con un utile di esercizio che oggi registra un segno positivo e un patrimonio netto cresciuto in tre anni di oltre 20mila euro. Tutto ciò grazie anche al Suo aiuto.

Al bando, dunque, la fretta iniziale, per avanzare con fiducia, nonostante la pandemia, nella progettualità di cui stiamo diventando sempre più esperti.

Un nuovo progetto si sta avviando in convenzione con il comune di Verona, che ci ha affidato un alloggio confiscato alle attività malavitose. Si tratta di dare accoglienza temporanea, ossia un tetto, a famiglie di esecutati: persone e famiglie che hanno perso tutto dopo aver subito un’ordinanza di sfratto o il pignoramento della casa e che dunque rischierebbero di finire sotto i ponti, perché privati delle loro abitazioni. Un progetto condiviso, peraltro, con AvEs (Associazione di Avvocati per gli Esecutati) di Verona e con Risco Studio Architetti di Verona. Professionisti generosi ed affidabili, a garanzia della valenza sociale della nostra iniziativa.

L’appartamento necessita urgentemente di alcuni interventi di ristrutturazione e adeguamento per renderlo più accogliente e dignitoso, per un totale di circa 30mila euro. Ora confido che anche Lei, caro Amico, possa partecipare al nostro impegno e contribuire con una libera offerta o una donazione di beni. Aiutando le famiglie in difficoltà consentiamo anche a piccole realtà economiche locali, in crisi a causa della pandemia, di rimettersi in carreggiata. Il nostro obiettivo è partire quanto prima con i lavori per poter accogliere le prime famiglie entro la fine dell’anno. È la speranza cristiana a sorreggerci nella difficile impresa; ma sentiamo anche quanto sia importante il Suo concreto contributo.  Grazie di cuore.

Le giunga la mia cordiale gratitudine.”

 

Alfredo Dal Corso

3358386707

 

Per contribuire alla missione di Fondazione Fevoss Santa Toscana: donazioni con bonifico bancario:

IT 18 L 05034 11711 0000 0000 7425

con conto corrente postale:

IT 17 Y 07601 11700 0010 4167 0140

Lasciti Testamenti Solidali; Beni mobili e Mobili.

Per destinare il 5 per mille alla Fondazione Fevoss Santa Toscana:

C.F.: 93271890233.

Info: www.fondazionefevoss.org.

 

***

LE DONNE DELLA LIBRERIA DI MILANO

Raccolta fondi

 

In questi mesi la Libreria come luogo fisico è rimasta chiusa e ha dovuto sospendere gli incontri politici e quelli con le autrici, oltre che la normale vendita di libri. Ma non si sono fermate: hanno continuato a incontrarsi a distanza per mantenere vivo il dibattito con la pubblicazione di contributi originali o scelti dalla stampa perché ritenuti efficaci e propositivi.

Dopo questo lungo periodo di chiusura forzata, vogliono rilanciare la Libreria.

Ci sono diversi modi per sostenere le donne che tengono aperto questo spazio:

  • Diventare socie (o soci) versando 250 €. Ricorda di inviare una mail a amministrazione@libreriadelledonne.it con il tuo nome, data di nascita e un recapito telefonico.
  • Versamento volontario.
  • Lacquisto di libri. (Puoi ordinarli come sempre a info@libreriadelledonne.it senza costi di spedizione aggiuntivi per acquisti superiori a 40,00 €.)

 

Gli estremi per il versamento per diventare socia (o socio) o per un contributo volontario:

BONIFICO BANCARIO A CIRCOLO COOPERATIVO DELLE DONNE SIBILLA ALERAMO

MONTE PASCHI SIENA – AG 60 – MILANO P.za Fontana 4

IBAN IT 90N 01030 01654 0000 6123 4962
BIC/SWIFT: PASCITM 1639

 

Appuntamenti

 

– Redazione aperta di VD 3 – Vincoli, connessioni, relazioni

Domenica 7 febbraio 2021, ore 10-13.30

L’incontro si svolgerà online attraverso un collegamento su Zoom. Per prenotarvi scrivete a: info@libreriadelledonne.it (indicando nell’oggetto: “Prenotazione ViaDogana3 – 7 febbraio 2021”). La sera prima riceverete il link per partecipare.

La pandemia ha innescato sviluppi irreversibili e conflitti che chiedono un affinamento del pensiero e delle pratiche. L’esperienza di quest’ultimo anno ci ha fatto capire la necessità di allargare lo sguardo mantenendo fermo l’essenziale. È ormai chiaro che la visione frammentata del mondo ereditata dalla cultura della specializzazione non corrisponde alla realtà. D’altra parte, e secondo noi non per caso, in ogni ambito della società molte donne, da protagoniste, hanno mostrato un agire imprevisto nel quale sono leggibili i segni di un nuovo futuro. L’esposizione a una situazione mai vissuta prima ha fatto scoprire cose inaspettate non solo fuori ma anche dentro di sé. Ed è proprio da qui che possiamo rilanciare la pratica politica: ancorarsi alla propria verità soggettiva restando in relazione con altre e altri per capire come potenziare la fiducia, con chi cercare nuove mediazioni, quali mosse intraprendere per allargare la politica delle relazioni, come evitare gli schieramenti, come trovare altre forme di presenza pur nella distanza.

Introducono Anna Maria Piussi, Giuliana Giulietti e Traudel Sattler.

 

 

Le Donne della Libreria di Milano

Via Pietro Calvi 29, 20129 Milano

Tel.  0270006265

info@libreriadelledonne.it

 

 

***

LIBRERIA DELLE DONNE DI PADOVA

Appuntamenti

 

  

Virginia Woolf: I romanzi

Un nuovo ciclo di incontri letterari su Virginia Woolf. Quattro appuntamenti su zoom in cui verranno presentati e analizzati quattro dei romanzi più importanti dell’autrice inglese.

Lunedì 1 febbraio: La stanza di Jacob

Lunedì 8 febbraio: La signora Dalloway

Lunedì 15 febbraio: Al faro

Lunedì 22 febbraio: Le onde

 

Il costo per la partecipazione agli incontri è di 40,00.

Gli incontri sono tenuti da Ilaria Durigon.

Gli incontri sono riservati ai soci dell’associazione Virginia Woolf, la cui tessera annuale costa 20,00. Per iscriversi all’associazione occorre compilare il Modulo Iscrizione 2021.

 

Esercizi di scrittura autobiografica.Workshop con Barbara Buoso

Mercoledì 3 febbraio dalle 18 alle 20

Giovedì 4 febbraio dalle 18 alle 20

Venerdì 5 febbraio dalle 18 alle 20

 

Lìbrati in collaborazione con la Scuola di scrittura Virginia Woolf organizza dei miniworkshop gratuito di scrittura autobiografica. Il workshop è della durata di 2 ore complessive ed è finalizzato a far conoscere il nuovo percorso di scrittura autobiografica in partenza a febbraio dando modo ai partecipanti di conoscere la docente e di mettersi alla prova con l’autobiografia.

Invitiamo chi sia interessato ad iscriversi subito, i posti sono limitati.

I turni a cui è possibile iscriversi sono tre, gli incontri si terranno su zoom.

 

ISCRIZIONI OBBLIGATORIE

inviare mail a libreriadelledonnepadova@gmail.com con oggetto “Conferma iscrizione [NOME DELL’INCONTRO]” indicando poi nome, cognome e numero di telefono di ogni partecipante.

 

LIBRERIA DELLE DONNE

via San Gregorio Barbarigo 91, 35141 – Padova

Sito: http://www.libreriadelledonnepadova.it

Mail: libreriadelledonnepadova@gmail.com

Tel.: 049 8766239

 

***

ARTE DELL’IO E DELL’UMANITÀ

E la Terra chiede all’Uomo: fatti vivo!

| L’UOMO E LA TERRA, UN DESTINO COMUNE |

 

È un progetto dell’Associazione Arte dell’Io e Umanità. È un viaggio dove abbiamo deciso di approfondire i temi che legano l’Uomo e la Terra, lavorando per dar luce a questioni che riguardano la crisi climatica e ambientale, ciò che l’Uomo può fare per il risanamento della Terra, l’entusiasmo per l’iniziativa, la collaborazione sociale.

Abbiamo immaginato di intraprendere un cammino di ricerca che si svolge insieme a tutti coloro che si sentono mossi da questi temi: sarà una strada viva e attiva, cosciente.

 

Vi proporremo un percorso fatto di incontri, attività, scoperte, dialoghi, esercizi che ci possano risvegliare all’entusiasmo di essere vivi e presenti nelle nostre comunità, che ci possano legare consapevolmente al tema del destino comune che unisce la Terra e l’Uomo.

 

Seguiteci in questo viaggio!

 

Appuntamenti

 

Sabato 6 febbraio 2021

Fiaba e biografia: una via di conoscenza. L’asinello, fiaba dei Fratelli Grimm” a cura di Paola Forasacco.

A breve, verrà pubblicato il programma, il modulo di iscrizione sul sito e il link per l’incontro online.

 

Sabato 20 febbraio 2021

Gli incontri umani nella biografia – La vita è incontro e ogni incontro può cooperare allo sviluppo individuale e sociale” a cura di Paola Forasacco.

A breve, verrà pubblicato il programma, il modulo di iscrizione sul sito e il link per l’incontro online.

 

Per informazioni e iscrizioni:

Sito: www.artedellio.it

Mail: info@artedellio.it

Tel: 328 55 78 313

 

***

Presentazione

IL LUOGO ACCANTO

 

Il Polo Bibliotecario e CUG del Ministero dello Sviluppo Economico e Bibliocaffè Sui Generis il prossimo 28 gennaio 2021 alle ore 15.00 organizzano la presentazione online del libro “IL LUOGO ACCANTO” di Teresa Lucente. Ne discutono con l’autrice Graziella Borsatti e Amalia Romano.

IL LUOGO ACCANTO

“Siamo un gruppo di donne e uomini. Tra noi giocano molte differenze. Quella fondamentale è che siamo, appunto, donne e uomini”. Così si presentano le protagoniste e i protagonisti dell’esperienza narrata in queste pagine, in cui l’autrice racconta 30 anni (dal 1988 al 2018) della storia dell’Associazione Culturale Identità e Differenza, nata a Spinea (VE) nel 1988. Identità e Differenza è un’associazione culturale-politica e apartitica, che ha costruito negli anni una rete di relazioni basate sulla pratica dello stare in relazione in maniera non strumentale, con nessun altro fine che la relazione stessa, luogo di comunicazione profonda e sincera. Il luogo Accanto è la narrazione di questa esperienza, un’esperienza umana e politica in cui donne e uomini si mettono in relazione a partire da sé, e mettono la comunicazione di questi momenti d’essere al centro della loro pratica quotidiana, nel privato delle loro case e nella dimensione pubblica, politica, delle loro attività. “Partire da sé, stare in relazione, politica come comunicazione, riconoscimento della differenza tra donne e uomini, riconoscimento dell’autorità e della libertà femminile, desiderio profondo e volontà di fare della propria vita un’impresa”, sono le parole chiave intorno a cui si sviluppa questa storia e attraverso cui siamo invitate/i a leggerla.

 

Per iscrizioni inviare una mail:

liliana.mancino@mise.gov.it

graziella.rivitti@mise.gov.it

 

Locandina:   http://magverona.it/wp-content/uploads/2021/01/locandina28gen2021.pdf

 

 

***

DANCE WELL

Movement Research for Parkinson

 

Dance Well è una pratica ideata, messa in atto e promossa dal CSC – Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa nel 2013, sulla base di attività sviluppate in America ed Europa. Dance Well ha un forte valore aggregativo ed inclusivosi rivolge a persone che vivono con il Parkinson, ai loro familiari, ai care givers, ad amici, ad operatori sanitari, a danzatori e coreografi, e a chiunque voglia cimentarsi a qualsiasi età con la danza e la creatività in contesti di arte e cultura. Attualmente in Italia i luoghi in cui avviene Dance Well sono Bassano del Grappa, Collegno (TO), Roma, Schio (VI) e Verona.

L’esperienza di Dance Well, e quindi dell’IMPATTO DELL’ARTE SULLA SALUTE, dimostra che la pratica può portare beneficio alla vita delle persone, aiutandole a muoversi meglio e a creare legami sociali che combattono l’isolamento e migliorano lo stato d’animo.

Dance Well Verona si avvale del contributo di Fondazione Cariverona e Fondazione Cattolica ed è organizzata in collaborazione con CSC Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa, con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona – I MUV, con l’Università di Verona, con l’Unione Parkinsoniani Verona ed il Teatro Stabile di Verona.

 

La pratica a Verona si svolge

OGNI VENERDI’ DALLE ORE 11.00

sulla piattaforma zoom

(durata 1 ora circa)

 

Apertura collegamento ore 10:50

Inizio ore 11.00

 Collegamento al link:

https://us02web.zoom.us/j/85290887494

Meeting ID: 852 9088 7494

Passcode: 947371

 

Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutti

 

Per maggiori informazioni:

Sito: www.arte3.net

Email: comunicazione@arte3.net

Tel.: 348 9283107

 

***

”R.ACCOLTI”

a San Massimo verdure fresche condite con la SOLIDARIETÀ

 

 

L’orto di S. MASSIMO sede del Progetto R.ACCOLTI si regge sull’impegno dei soci-volontari della ns. Associazione GLI ORTI DI S. GIUSEPPE OdV in perfetta sintonia con persone che, per i più svariati motivi sono in una fase di vulnerabilità e sono sostenuti dai Servizi Sociali comunali o da ULSS 9.

 

Nonostante le giuste precauzioni imposte dal COVID, tutti gli operatori sul campo stanno svolgendo un lavoro encomiabile.

Vi invitiamo all’Orto, con tutte le orticole in pieno rigoglio vegetativo, anche nella nuova serra.

 

Fino a giovedì 4 febbraio i RACCOLTI disponibili sono i seguenti:

 

  • Insalata GENTILE verde, sempre croccante anche dopo alcuni giorni in frigo.
  • Insalata RADICCHIO di VERONA, tipica della stagione fredda.
  • Insalata RADICCHIO di Lusia, con le foglie variegate.
  • BROCCOLI fiolari, una verdura storica nell’elenco delle specialità venete.
  • BROCCOLI romaneschi,la loro infiorescenza a spirale è caratteristica.
  • Cavoli VERZA, per ricette della tradizione.
  • CAVOLI cappucci, saporiti e ricchi in vitamina C.

 

R.ACCOLTI è un progetto di Agricoltura Sociale partecipativa che è nato per opera, ed è oggi interamente gestito, dall’Associazione “Gli Orti di san Giuseppe OdV”.

L’obiettivo è quello di associare l’aspetto produttivo proprio di un’azienda agricola – i RACCOLTI – con la ricerca di percorsi nuovi a sostegno di “misure di inclusione sociale attiva e partecipata” a favore di persone vulnerabili che, sull’orto, sono ACCOLTE in coerenza con lo spirito e lo statuto associativi.

 

Il progetto, partito avviato nel 2015, si sviluppa su un ampio appezzamento ricevuto in concessione dal Comune di Verona e sito nel cuore del quartiere di San Massimo. Il campo, incolto da anni, è stato dissodato, arato, fresato, letamato e reso in condizioni di produrre.

Dal 2016, un gruppo di persone in svantaggio sociale coltivano verdura di stagione in pieno campo con metodi naturali, guidate da un agronomo volontario e sostenute da un educatore.

In questa attività agricola sono presenti diversi aspetti adatti a supportare un percorso di fattivo inserimento.

  • Responsabilizzazione individuale con compiti non gravosi da svolgere unita alla richiesta d’impegno continuativo.
  • Lavoro di gruppo in ambiente gradevolmente positivo.
  • Risultati tangibili in poche settimane che procurano soddisfazione personale e accresciuta autostima.

 

Sul campo vi è minimo uso di macchinari agricoli e, solo quando strettamente necessario, l’impiego unicamente di prodotti di difesa autorizzati per le colture a “Difesa Integrata” come da Disciplinare Regionale.

 

Per ogni richiesta di ulteriori informazioni:

Adriano Merlini 348 247 3134

segreteria@gliortidisangiuseppe.org